Mer21022024

Last update11:33:15 AM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel 2022

                            banner store H24 2023  

 

Back Sei qui: Home Notizie Cultura Lute di Noicattaro, incontro su Sebastiano Tagarelli (1900-1983)

Lute di Noicattaro, incontro su Sebastiano Tagarelli (1900-1983)

Condividi

sebastiano-tagarelli

 


Un illustre storico e poeta nojano, il dott. Tagarelli (1900- 1983), tra gli  illustri rutiglianesi del ‘900, in un incontro voluto e organizzato dalla Lute di Noicattaro

di Tino Sorino

Se ne parlerà, venerdì 26 gennaio 2024, alle ore 18.30, nel Palazzo della Cultura di Noicattaro, a 40 anni dalla sua morte. L’incontro è stato intensamente voluto e organizzato dalla Lute (Libera Università della Terza Età) di Noicattaro, guidata dalla presidente Maria Zaccaro, in seguito alla mostra fotografica - documentaria di marzo - aprile scorso, presso il Museo civico archeologico “Di Donna” di Rutigliano.

Può sembrare strano che in questa stessa mostra dedicata agli illustri personaggi rutiglianesi tra ‘800 e ‘900, e quindi nel libro che la racchiude, compaia il nome di un nojano. Può apparire strano, però, solo a chi non è a conoscenza degli stretti legami di amicizia, di studio e di lavoro che fecero del nojano per nascita Sebastiano Tagarelli, un rutiglianese a tutti gli effetti, a cui è stata anche intitolata una strada.. Interverranno: la presidente della Lute di Noicattaro Maria Zaccaro che coordinerà la serata; la scrittrice Giulia Poli Disanto; i tre docenti della Lute, Vito Didonna, Pietro Pellegrino, Ugo Maurino; il sindaco di Noicattaro Raimondo Innamorato; i due assessori Germana Pignatelli e Vito Santamaria; i due musicisti, Olimpia Deleonardis (pianista) e Damiano Verni (flautista).

I nipoti Sebastiano e Sabino Valerio ricorderanno, poi, l’insigne nonno nojano, che è stato insieme scrittore, storico, poeta ma anche direttore onorario della Biblioteca comunale di Rutigliano. Qui, Tagarelli, n qualità di Ufficiale Sanitario per oltre sette lustri, fu insignito, il 4 febbraio 1961, dall’allora sindaco Giampaolo, del titolo di cittadino onorario con medaglia d’oro, mentre il 14 gennaio 1971, ricevette dal sindaco Moccia la targa d’oro, “a testimonianza della sua Opera e del suo Amore verso Rutigliano”.



sebastiano-tagarelli-4


Foto tratte dal libro "Rutigliano e la sua gente"

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna