Mer22052024

Last update05:51:28 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel 2022

              banner store H24 2023
                                                        
 

 

 

 

banner-losito-amodio 







Per la pubblicità elettorale contattare la redazione (menù "contattaci")

   banner-verna banner-elett-brigida

 

Back Sei qui: Home Notizie Politica Elezioni regionali 2020, il centrodestra fa il pieno di candidati a Rutigliano

Elezioni regionali 2020, il centrodestra fa il pieno di candidati a Rutigliano

Condividi

candidature-centro-destra-rutigliano


di Gianni Nicastro

Forse non è mai successo che Rutigliano abbia avuto, alle elezioni regionali, cinque candidati e tutti nello stesso schieramento politico. II centrodestra regionale, dunque, fa il pieno di candidati rutiglianesi o che vivono a Rutigliano: Teresa Diomede nella lista Fratelli d’Italia, Luciana Prosperi e Giacomo Sgobba nella lista Lega Salvini, Vincenzo De Gregorio nella lista Forza Italia e Vincenzo Damato nella lista UDC-Nuovo PSI. C’è un’altra candidatura rutiglianese d’adozione, si tratta di Avellis Giovanna -residente a Rutigliano da tanti anni- nella lista renziana Italia Viva che, come è noto, va per conto suo con la candidatura a presidente di Ivan Scalfarotto.

A fronte della nutrita pattuglia di candidati nel centrodestra, il locale centrosinistra (PD e Italia in Comune in modo particolare) non schiera nessuno; se qualcuno lo avessero candidato è probabile avrebbe raccolto su di sé parte dei voti dell’area democratico-progressista e di sinistra che a Rutigliano, malgrado tutto, esiste. Forse anche più voti dei singoli candidati rutiglianesi schierati nel centrodestra.

Il consigliere Diego Difino con FI
E’ davvero inspiegabile questo lasciare campo libero agli avversari politici in una competizione elettorale che potrebbe avere conseguenze politiche a Rutigliano nel caso la battaglia per la presidenza della regione la vincesse Raffaele Fitto. Anche perché, nella maggioranza che governa Rutigliano c’è un consigliere comunale, Diego Difino, che ne conta due e che ha aperto a Rutigliano il comitato elettorale di Luigi Loperfido, consigliere regionale uscente di Forza Italia e candidato -alle imminenti elezioni regionali- nella stessa lista.
L’altro giorno ho chiesto a Diego Difino come mai, lui che è in una coalizione di centrosinistra, appoggia un candidato di Forza Italia aprendogli addirittura un comitato elettorale. «Non c’entra nulla, è un rapporto di amicizia e di stima che ho nei confronti di Gigi Loperfido. Al di là dei partiti, al di là di tutto», mi ha risposto il consigliere della lista civica “Associazione Libertà e Progresso Rutigliano”, la seconda lista più votata della coalizione di Giuseppe Valenzano. Lista fondata dallo stesso Difino insieme all’ex consigliere de “I Moderati” Vincenzo Damato e all’attuale vicesindaco Mimmo Gigante.

La scelta di votare Forza Italia, comunque, non è solitaria: «Gran parte del movimento -ha detto Difino-, quasi tutti, appoggiano la candidatura di Loperfido». Ho chiesto al consigliere come mai dal centrosinistra di Rutigliano non sia arrivata nessuna candidatura. «Vallo a domandare ad altri non a me. C’erano, c’erano e ti devi chiedere come mai non hanno voluto la candidatura di qualcun altro, senza fare nomi e cognomi». Non hanno voluto la candidatura… quale candidatura consigliere Difino? «Niente Gianni, sei troppo intelligente per capire…».

Non so cosa abbia voluto dire con “sei troppo intelligente per capire”, ma la cosa che davvero mi è parso di capire è che non si sia voluto dare spazio a una candidatura che provenisse dalla coalizione di maggioranza, magari proprio quella di Diego Difino, forse sarebbe stata di troppo rispetto ai desiderata di qualcuno o qualcuna.

Comunque sia, il centrosinistra locale perde una opportunità anche di coesione perché, Difino e il suo movimento voteranno Forza Italia e gli ex Alleanza Nazionale -presenti in maggioranza- è molto probabile che votino una candidata, sempre di Forza Italia, a loro vicina.
Lo scenario che vedo profilarsi all’orizzonte del dopo voto regionale è una vittoria netta dei partiti di centrodestra a Rutigliano, preludio di una pericolosa -per il centrosinistra- ricomposizione dell'area che ha governato il paese per vent'anni di seguito.

 

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna