Gio29022024

Last update03:38:28 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel 2022

                            banner store H24 2023  

 

Back Sei qui: Home Notizie Cultura Rutigliano, un piano speciale per far rivivere le sue antiche e preziose 51 Contrade

Rutigliano, un piano speciale per far rivivere le sue antiche e preziose 51 Contrade

Condividi

srt ciavarella-contrade


di  Saverio Ciavarella

La valorizzazione e lo sviluppo  del patrimonio Turistico-Culturale del proprio Territorio avviene anche attraverso la promotion delle sue Contrade.
Ecco perché sarebbe necessario, previo opportuno censimento,  approntare un piano speciale a riguardo.
Ma cos’è una Contrada?

“Una Contrada è una frazione di dimensioni molto variabili, nata in seguito alla presenza di una chiesetta, un'abbazia, un monastero o un casale medievale oppure intorno ad una masseria o di un castello.
In questi ultimi casi sarebbe l'antico retaggio dei feudi che circondavano quel punto di riferimento.”
Ci sono tre tipi di contrade: urbane, campestri e generiche.
A Rutigliano risultano esserci tutti e tre le tipologie.

Ecco le nostre contrade, in ordine alfabetico:
Agostinelli, Belvedere, Bigetti, Brenca, Britti, Caggiano, Cappuccini, Carella Casiglia, Castiello, Cavallerizzi, Ciacci, Ciccopinto, Ciccosevereni, Cipierno, Contrada De Bellis, Contrada via Conversano, Contrada via Mola, Contrada via Turi, Due pozzi, L’Annunziata, La Pasola, Lama rossa, Le Rene, Macchia Palumbo, Macello Vecchio, Madonna della Stella, Madonna delle Grazie, Masseria Le Monache, Mater Domini,  Monte nuovo, Pagnotta e Pandoscai, Panicelli, Pappalepore, Parchitello, Petruso, Pezze Le Rose, Pozzillo, Pozzo Falco, Purgatorio, Quardiola, San Lorenzo, San Martino, San Nicola, Sant’Antonio Abate, Sicone, Tinelli, Tomegna, Torre Castello – Azetium, Tufaro Passione, Via vecchia di Mola.

Da questa pagina, lanciamo un accorato appello all’Amministrazione Comunale, alle Associazioni del settore turistico culturale, Architetti, Ingegneri e liberi professionisti, affinché facciano proposte concrete su come realizzare tale difficile ma fondamentale obiettivo civile ed economico,  considerata l’importanza storico - culturale delle nostre Contrade che si estendono su un territorio comunale di circa 54 Km quadrati.

Dei tesori che riempiono il suolo ed il sottosuolo di queste contrade, parleremo la prossima volta.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna