Lun25092017

Last update04:33:16 PM

banner conad 2016 grafica guarnieri banner banner florio service
banner comune estate 2017            banner sagra uva 2017

 

 

 

 

 


rutiglianonline  uvitaly banner 03                                                                                     Sostieni rutiglianoonline
arborea banner 2    banner orto ritrovato
Back Sei qui: Home Notizie Politica Pubblicità ai fitofarmaci, l’assessore parla ma non risponde. Intervista audio

Pubblicità ai fitofarmaci, l’assessore parla ma non risponde. Intervista audio

Condividi

assess valenzano fitofarmaci


di Gianni Nicastro

Premessa.
La manifestazione “Grappolo d’Argento” è un momento importante di promozione del territorio e della sua principale produzione agricola, l’uva da tavola, di valorizzazione di personalità che si sono distinte, per ruolo e competenze, in quella promozione nonché di aziende agricole che operano nel solco dell’innovazione a tutti i livelli come quella che è stata premiata quest’anno. La manifestazione “Grappolo d’Argento, dunque, non c’entra nulla con la questione che qui solleviamo, che è di polemica, contestazione, per la pubblicità ai fitofarmaci.

La sera della premiazione, infatti, dietro al tavolo dei relatori, erano visibili due cartelloni pubblicitari, uno della Syngenta, l’altro della SIPCAM Italia. La Syngenta (su cui nell'intervista si è concentrata la nostra critica, abbiamo scoperto dopo cosa fosse la SIPCAM) è una multinazionale svizzera che opera nel campo della chimica, produce fitofarmaci e semi; la SIPCAM è il “Primo in Italia, tra i primi 20 e unico gruppo italiano nel comparto mondiale dell’agrofarmaco, Sipcam Oxon opera nella sintesi, formulazione e commercializzazione di principi attivi e intermedi chimici”, si legge sul suo sito.

La SIPCAM, la sera della premiazione, era presenta solo col suo logo, il tabellone della Syngenta, invece, oltre al logo, pubblicizzava tre fungicidi: Cidely, Geoxe e Pergado SC. Le schede tecniche del primo e del secondo fitofarmaco riportano “Pericoloso per l’ambiente”, “Tossico” e “Altamente tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti negativi per l’ambiente acquatico”; sul terzo la scheda dice che è “Nocivo per gli organismi acquatici” e, allo stesso modo degli altri due, “può provocare a lungo termine effetti negativi per l'ambiente acquatico”.

Si tratta, quindi, di tre fitofarmaci che producono un importante impatto ambientale pubblicizzati in una manifestazione nella quale si è parlato di sostenibilità in agricoltura e attenzione per l‘ambiente. Ma questo è un aspetto che attiene alla sensibilità ambientale di ognuno, a un approccio culturale nuovo, alternativo, nel modo di fare agricoltura.

E’ la pubblicità ai fitofarmaci e alle società che li producono che abbiamo ritenuto molto inopportuna, fastidiosa, invadente perché, ad organizzare l’iniziativa, è stato il comune -un ente pubblico- non una qualsiasi associazione o ente privato. Cosa c’entrasse in quel contesto la pubblicità ai fitofarmaci, a quale titolo quelle due società e i loro prodotti fossero lì quella sera, sono le domande che abbiamo rivolto all’assessore all’agricoltura Pinuccio Valenzano venerdì scorso.

Che quelle due società non abbiano sponsorizzato l’evento lo si evince non solo da quel poco che l'assessore ci ha detto sull'argomento, ma anche dal fatto che il comune ha impegnato (determina n. 402 del 27.4.2017) 6.784 euro per le spese sostenute. Allora, se le spese graveranno sul bilancio comunale e non c’è stato nessuno sponsor, a quale titolo quelle due società della chimica erano presenti con la loro pubblicità?

A questa semplice domanda, posta insistentemente più volte, l’assessore non ha risposto, ha volutamente tergiversato parlando della bontà dell’evento, di tutti quelli che erano presenti e di cose che non c’entravano nulla con la domanda sui motivi della presenza di quella pubblicità.

Non aggiungiamo altro, vi rimandiamo alla sconcertante intervista che qui sotto pubblichiamo, diciassette minuti di arrampicamento sugli specchi che, francamente, ci hanno un po’ indignato.
 




Commenti  

 
+7 # creed 2017-05-19 16:32
Tipico politico *!
Spero che alle prossime elezioni non abbiate più la possibilità di ricoprire certi ruoli .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+7 # logorroico 2017-05-17 12:23
Da che mondo e mondo la pubblicità è l'anima del commercio!! Farsi sponsrizzare la manifestazione dalla società oggetto di discussione, sarebbe stata cosa buona e giusta per le risicate risorse comunali ! Non ci sarebbe stato nulla di male anche perchè lo si fa per altri eventi come la Sagra dell'uva, Sant' Antonio Abate e così via. Pare vi sia una sorta di competizione sterile tra gli assessorati alla cultura e all' agricoltura un andirivieni di eventi e manifestazioni. Deludente ed errato è stato a suo tempo rinominare l' assessore o gli assessori per il mantenimento di equilibri politici! Se questi continuano ad essere i risultati qualcuno si starà mordicchiando le mani.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+3 # il direttore 2017-05-16 22:10
A "GS"
Lei ha tentato di posrtare un commento indegno su tutti i piani e mi chiede pure il motivo per cui non l'abbia pubblicato. Non insista, se vuole che pubblichi i suoi commenti faccia il civile, altrimenti si astenga o vada altrove.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+15 # Onid 2017-05-16 18:01
Perdere la speranza o voi che invocate le dimissioni dell'assessore Valenzano. * E pur dimostrando la sua palese impreparazione e incapacità come assessore all'ecologia e all'ambiente resterà serenamente attaccato alla sua poltrona. *
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+16 # MastroLinda 2017-05-16 15:46
il titolo dell'articolo :D potuto essere anche questo "PINUCCIO RISPONDI - PINUCCIO RISPONDI - PINUCCIO RISPONDI" ,come la suoneria del telefonino dell'inviato di Striscia la Notizia !!! :D
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+13 # agricoltore 2017-05-16 13:21
I toni trionfalistici dell'assessore all'agricoltura sono fuori luogo e imbarazzanti! Come può autoelogiarsi per una manifestazione riempita solo dai personaggi che ha elencato mentre la maggior parte degli agricoltori dei commercianti dei produttori locali erano assenti? A Rutigliano si continua a vendere fumo, lasciando senza guida un settore tra i più solidi della nostra economia. 7000€ di soldi pubblici sono davvero eccessivi! Ridimensionatev i Rutigliano ha bisogno d'altro!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+11 # anzio 2017-05-15 12:52
"Assessore lei non mi sta rispondendo!!"
mitico Nicastro con la sua insistenza, no comment sulla risposta!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+14 # beppe 2017-05-15 12:50
"Sono tutti attori..."
Evidentemente e, soprattutto, anche l'assessore!
IMBARAZZANTE
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+16 # Signor G 2017-05-15 11:24
A Rutigliano il fatturato per fitofarmaci è di qualche milione di Euro e quella pubblicità, così evidente in un convegno specialistico sarebbe pagata a peso d'oro da un produttore di fitofarmaci.
Non ci vuole un agente pubblicitario per capire che quel manifesto valeva svariate migliaia di Euro.
*
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+16 # Linda Lovelace 2017-05-15 11:18
E' imbarazzante sentire come si arrampica sugli specchi l'ass. Valenzano. Cosa altro aggiungere rispetto ai commenti già postati da A.Fortunato e quello di Cesare Porcelli, poco altro.
*
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+22 # GAIA 2017-05-14 18:29
ASSESSORE, I RUTIGLIANESI MERITANO UNA SPIEGAZIONE CHIARA SU QUESTA QUESTIONE DELICATA E PER LEI SERIAMENTE IMBARAZZANTE... ...ASPETTIAMO CHIARIMENTI.
SIAMO CONTRIBUENTI... .ABBIAMO PAGATO NOI QUELLA CHE LEI CHIAMA "FESTA".
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+19 # cesare porcelli 2017-05-14 18:15
Rutigliano detiene il pochissimo invidiabile record regionale di tumori a carico dell'apparato urogenitale: media regionale: 18,40%; a Rutigliano siamo al 27,6% (dati 2013-14); siamo ben 10 punti percentuali al di sopra della media regionale. Chi dobbiamo ringraziare? E non è finita perché siamo sopra la media regionale anche per i tumori delle cellule del sangue (regione 8,40%; Rutigliano 10,20%) ed i tumori dell'apparato respiratorio (regione 31,20%; Rutigliano 33,70%). E questi "giocano" con le chiacchiere. L'ILVA di Taranto ha determinato danni incalcolabili alla salute e all'ambiente grazie all'indifferenz a di tutti e alla assenza di qualsivoglia misura relativa alla sicurezza. Un'agricoltura "tossica" non è poi così dissimile. deve essere impegno ASSOLUTO della politica la difesa della salute ed assicurare il lavoro in sicurezza.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # Domenico 2017-05-15 11:40
Citazione cesare porcelli:
Rutigliano detiene il pochissimo invidiabile record regionale di tumori a carico dell'apparato urogenitale: media regionale: 18,40%; a Rutigliano siamo al 27,6% (dati 2013-14); siamo ben 10 punti percentuali al di sopra della media regionale. Chi dobbiamo ringraziare? E non è finita perché siamo sopra la media regionale anche per i tumori delle cellule del sangue (regione 8,40%; Rutigliano 10,20%) ed i tumori dell'apparato respiratorio (regione 31,20%; Rutigliano 33,70%). E questi "giocano" con le chiacchiere. L'ILVA di Taranto ha determinato danni incalcolabili alla salute e all'ambiente grazie all'indifferenza di tutti e alla assenza di qualsivoglia misura relativa alla sicurezza. Un'agricoltura "tossica" non è poi così dissimile. deve essere impegno ASSOLUTO della politica la difesa della salute ed assicurare il lavoro in sicurezza.


Potrebbe riportare la fonte dalla quale ha estrapolato questi dati? Vorrei saperne di più, grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+9 # cesare porcelli 2017-05-15 19:42
ecco: http://www.omceo.bari.it/articoli/allegato/2014/02/notiziario_ott_2013_1.pdf
L'articolo si riferisce alla discarica martucci ma il primato di Rutigliano sui tumori dell'apparato urogenitale DEVE far riflettere e DEVE far pensare a tutti i fattori di rischio che ammorbano il nostro contesto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+17 # Alt Armare Zinzi 2017-05-14 18:14
Ho sentito per ben tre volte l'intervissta (buttando via 51 minuti della mia vita) ho capito: è tutta una presa per il *.
Dimetti che fai più figura, poltica non è per te.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+16 # Wellington Carvalho 2017-05-14 17:11
Ma ancora lo tenete.
Vai a pulire le strade che fanno schifo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+24 # antonio fortunato 2017-05-14 16:01
Apprendiamo ora che l'Amministrazio ne Comunale ed in particolare l'Assessore all'Agricoltura vogliono fare "squadra", "sistema" e "far crescere l'indotto" con le industrie dei fitofarmaci.... Un dubbio sorge spontaneo .. non si riesce a regolamentare e controllare l'utilizzo dei fitofarmaci nelle vicinanze delle abitazioni e dei luoghi di frequentazione dei cittadni (.. inventandosi l'inutile pannicello caldo della tanto strombazzata "mitigation") perchè, alla fine, l'Assessore all'Agricoltura preferisce far "squadra" e "sistema" con le aziende produttrici di fitofarmaci, invece che ...con gli incolpevoli cittadini?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+20 # ..... 2017-05-14 13:45
Due sono le cose....... se queste aziende non hanno sponsorizzato l'evento (cosa più logica) hanno sponsorizzato altro......
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna