Dom25092022

Last update07:10:53 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel 2022

   

 

Back Sei qui: Home Notizie Eventi "L’altro che è in me: il volontario allo specchio", XIII Meeting del volontariato

"L’altro che è in me: il volontario allo specchio", XIII Meeting del volontariato

Condividi

XIII-ediz meeting-volontariato

 


Il Centro di Servizio al Volontariato San Nicola presenta
:

XIII MEETING DEL VOLONTARIATO
L’altro che è in me: il volontario allo specchio

    Un viaggio circolare in cui punto di partenza e destinazione coincidono, pur essendo diversi. Non un gioco di parole, come non lo è il nome scelto per la tredicesima edizione del Meeting del Volontariato: “L’altro che è in me: il volontario allo specchio”. Un invito piuttosto, rivolto a chiunque intuisca come solo parzialmente impiegata la capienza del proprio personale bagaglio e voglia intraprendere quel viaggio – appunto – per sfruttarne la reale capacità, per riempirlo d’Altro. Cosa portare in valigia per affrontare il cammino? Il proprio tempo innanzi tutto, libero dai limiti delle lancette e dalle barriere delle scadenze: un tempo che risponda unicamente all’esigenza dell’obiettivo, che sia un istante o tutta la vita. Uno sguardo nuovo, che imponga la più severa delle riflessioni: i miei occhi vedono davvero? E la voglia infine di accogliere l’Altro, inteso come “persona diversa da me” ma che contestualmente mi “appartiene”. Non solo perché è nell’incontro con l’altro che riscopro me stesso, ma anche e soprattutto perché questo senso di appartenenza rende miei i suoi bisogni. L’altro è parte di me.

    Il viaggio del Volontario è dunque tutto questo: è Tempo, è Sguardo, è Accoglienza. E’ Appartenenza. E’ Attenzione.
    L’attenzione che dovremmo rivolgere a noi stessi quando ci guardiamo allo specchio, lo stesso specchio preso in prestito per il titolo di questo Meeting, per la campagna fotografica e che è l’idea alla base del messaggio che vogliamo lanciare.      Cosa racconta di noi il riflesso che quello specchio ci restituisce? Riusciamo davvero a vederci? E riusciamo davvero a vedere gli altri?

    Leggere l’Altro – i suoi desideri, i suoi bisogni, i suoi obiettivi – è il primo gesto d’amore verso se stessi. Agire per l’Altro, significa aprirsi al mondo e trattenere – come un pescatore con la sua rete – sguardi, punti di vista e storie che ci rimangono attaccate addosso come una seconda pelle. Che diventano parte di noi.

    E capiremo che i nostri occhi, riflessi in quello specchio, contengono tutti i volti su cui abbiamo posato lo sguardo. Che le nostre orecchie conservano tutte le voci che abbiamo ascoltato. Che le nostre mani emanano il calore di quelle che abbiamo stretto. Che le nostre rughe custodiscono il tempo che abbiamo donato.
    Scopriremo, dunque, che l’Altro ha il nostro stesso volto.
    Ecco perché il volontariato è una grande opportunità. Per tutti.

Il presidente del CSVSN
Rosa Franco



Il Centro di Servizio al Volontariato San Nicola presenta:

XIII edizione del Meeting del Volontariato
“L’ALTRO CHE È IN ME: IL VOLONTARIO ALLO SPECCHIO”
Dal 9 al 12 dicembre torna l’appuntamento annuale del mondo del Volontariato. Laboratori, conferenze, spettacoli nell’Officina degli Esordi, nella Sala Murat, al Castello Svevo

    Conferenze, laboratori, spazi espositivi, musica e teatro. Dopo lo stop dello scorso anno a causa della pandemia, torna l’evento che chiama a raccolta il mondo del Volontariato di Puglia. “L’altro che è in me: il volontario allo specchio” è il nome scelto per la tredicesima edizione del Meeting. Officina degli Esordi, Sala Murat e Castello Svevo sono i luoghi scelti quest’anno dal Centro di Servizio al Volontariato San Nicola per favorire l’incontro e il confronto tra cittadini e volontari su temi di stretta attualità.

    Dal 9 al 12 dicembre il capoluogo pugliese torna dunque protagonista della Solidarietà e della Gratuità con nomi di calibro nazionale: Vera Gheno, accademica e sociolinguista, Erica Mou, cantautrice, Bruno Mastroianni, filosofo, giornalista ed esperto di conflitti online, Cesare Moreno, presidente dell’associazione Maestri di Strada e Tiziana di Masi, attrice, sono solo alcuni dei protagonisti di questa edizione. Il convegno conclusivo del Meeting, “L’altro che è in me: Ricostruzione” sarà introdotto dall’Arcivescovo di Taranto, monsignor Filippo Santoro.

    L’appuntamento 2021 del Meeting si articolerà in due fasi: la prima – 9 e 10 dicembre – con i laboratori organizzati dalle associazioni: dal laboratorio sulla Creatività di Franco Liuzzi, esperto di comunicazione e direttore di Moscabianca a quello di pittura ispirato al metodo Toullet a cura dell’associazione Crearte Kids ETS, dall’incontro sulle manovre di rianimazione cardiopolmonare dell’associazione Emervol a quello sull’integrazione degli stranieri tenuto da Gaetano Balena, presidente di Impegno 95. Grande attesa per il laboratorio di fumetto della scuola di grafica e fumetto Grafite e per l’incontro sull’importanza del Volontariato dell’associazione InConTra Odv. Novità di quest’anno Asso(ciazioni) nella manica!, il laboratorio a cura di Buon Campo della Fondazione Vincenzo Casillo rivolto alle associazioni per mappare i bisogni delle organizzazioni e le possibili sinergie attivabili. Insieme alla facilitatrice Mariagiovanna Italia, invece, presenteremo i progetti sostenuti dal CSVSN grazie al concorso #Ideattiva 2021, che ha premiato le idee più intraprendenti e con maggiore impatto sul territorio.

    La seconda fase poi, 11 e 12 dicembre, con conferenze e spettacoli. Si parte nella sala Murat sabato 11 dicembre con l’inaugurazione ufficiale del Meeting, alla presenza del presidente del CSVSN Rosa Franco, del sindaco di Bari Antonio Decaro, dell’assessore comunale al Welfare Francesca Bottalico, della direttrice del Castello Svevo di Bari Alessandra Mongelli e di Costantino Esposito, docente di Filosofia dell’Università degli Studi di Bari. E ancora, convegni e conferenze sui temi dell’Educazione e della Ricostruzione.

    Non mancheranno gli spettacoli: sabato 11 dicembre alle ore 21:00, nella sala Bona Sforza del Castello Svevo, la cantautrice Erica Mou in concerto, presenterà il suo nuovo album Nature, disco in cui l’artista si apre a nuove sonorità e approda a nuove sfumature di scritture. Domenica 12, invece, sempre nella sala Bona Sforza alle ore 21:00, l’attrice Tiziana di Masi porterà in scena lo spettacolo teatrale #IOSIAMO, un concentrato di testimonianze di volontari che operano in associazioni impegnate nei fronti più caldi delle emergenze sociali.
    Il 9 e 10 dicembre, all’Officina degli Esordi inoltre, “Diritti senza confini per l’infanzia e l’adolescenza”, la mostra fotografica di Tom Pietrasik, a cura del Comitato Provinciale Bari UNICEF. Pietrasik racconta, attraverso le sue immagini i luoghi, i volti e le storie che l’UNICEF incontra nella sua missione di supporto, aiuto e solidarietà internazionale.

    “È un programma ricchissimo quello di quest’anno – dichiara il presidente del CSVSN Rosa Franco – e noi siamo particolarmente emozionati. È un’edizione diversa dalle altre: dopo un anno di stop a causa della pandemia, siamo riusciti negli ultimi mesi a recuperare il terreno perso a livello relazionale. Il mondo del Volontariato si è distinto in questa emergenza, ma ora più che mai ha bisogno di nuova linfa: recuperare i rapporti umani. E l’obiettivo del Meeting è proprio questo: favorire non solo la promozione del Volontariato, ma incrociare tutte quelle realtà che quotidianamente operano sul territorio aiutandole a fare rete”.

    “Questo Meeting – commenta il direttore del CSVSN Alessandro Cobianchi - incrocia una delle tante tappe del periodo che stiamo vivendo e diventa essenziale non solo per fare il punto sui bisogni della comunità, ma anche per evidenziare il ruolo spesso silenzioso svolto dal volontariato. Sarà anche importante per fissare e discutere di tutte le fragilità cui è necessario dare risposte. La formula è poi innovativa: abbiamo scelto per quest’anno quella del Meeting diffuso. Che si svolga interamente nel cuore del capoluogo pugliese riporta simbolicamente ad un volontariato centrale nella sfida che stiamo vivendo e cui il Terzo settore non si sottrae. Innovativa anche la scelta di puntare sul tema del linguaggio accessibile, fondamentale per i più giovani”.
Si rilasciano attestati di partecipazione per eventuale riconoscimento di CFU attinenti ai corsi di studio del Dipartimento di Scienze della formazione, psicologia, comunicazione dell’Università degli Studi di Bari. Sono previsti 6 crediti formativi rilasciati dall’Ordine degli Avvocati di Bari.

Serena Russo
Ufficio Stampa CSV San Nicola


Clicca qui
per aprire o scaricare il programma

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna