Mar16072019

Last update01:53:39 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  
banner madel nuovo                  banner fast2  
Back Sei qui: Home Notizie Attualità L’Annunziata sta diventando una discarica, oggi anche i teloni

L’Annunziata sta diventando una discarica, oggi anche i teloni

Condividi

teloni-annunziata


Lunedì scorso abbiamo denunciato l’abbandono di televisori e rifiuti elettronici vari (qui). Oggi pomeriggio siamo stati di nuovo all’Annunziata per vedere se avessero rimosso i due cumuli di RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche). No, non solo i RAEE sono ancora lì, affianco hanno anche scaricato una catasta di teloni agricoli esausti, plastificati e retinati. Quando un imbecille fa una cosa, seguono puntualmente altri imbecilli a sporcare il territorio con i propri rifiuti, rifiuti speciali nel caso dei teloni.

Per l’Annunziata, la lama, il paesaggio, la natura, non c’è pace.

Abbiamo notato, sul sentiero che risale il costone della chiesa, un cartello che segnala la presenza della videosorveglianza; immaginiamo che la fototrappola installata riprenda la chiesa. Forse ce ne vorrebbe una, o più di una, che punti proprio sul tratturo dove ora c’è quella micro-discarica. Non è la prima volta che su quel tratturo abbandonano rifiuti, è spesso meta di chi vuole sbarazzarsi di ogni cosa senza tanti problemi, fregandosene di tutto e di tutti.

La speranza è che qualcuno si muova, magari chi ha la responsabilità di quei luoghi; bonifichi innanzi tutto, pensi a come garantire, in qualche modo, un minimo di controllo (videosorveglianza, più passaggi al giorno della vigilanza, guardie ecologiche volontarie…).

 

Commenti  

 
+2 # tonio giordano 2019-03-08 09:44
Il senso civico e l'appartenenza al ns territorio non appartiene a questi "inutili cittadini". Tutti dovrebbero fare la propria parte, anche l'amministrazio ne che, a quanto pare, ha disertato la conferenza di servizi del 05.02.2019, tenutasi in sala Giunta della Città Metropolitana di Bari, per proseguire l'iter dell’Istituendo Parco Naturale di Lama San Giorgio e recepire le osservazioni alla bozza del disegno di legge regionale 19/1997. La tutela e la salvaguardia di Lama San Giorgio passa anche da questi impegni. Nu vas'
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+1 # cittadino 2019-03-08 07:55
Una Nazione non può onestamente presidiare il territorio con telecamere ,vigili e tanto altro: la disamina è impietosa. E' il popolo , certo non tutti, che sembrerebbe che ha nel dna il gene dell'imbroglio, il gene del non rispetto dell'ambiente e di conseguenza del suo simile.il gene che faccio quello che voglio.Se non si inizia ,vedi per esempio il malcostume del telefonino alla guida,con sanzioni pesantissime non possiamo sperare in un miglioramento a meno che vogliamo la babilonia...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+3 # Ariete65 2019-03-07 21:56
Che schifo!!! :eek:
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna