Gio01062023

Last update12:32:12 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel 2022

   

 

Back Sei qui: Home Notizie Politica Mercato settimanale di generi alimentari lunedì 27 e buoni spesa, tutte le novità

Mercato settimanale di generi alimentari lunedì 27 e buoni spesa, tutte le novità

Condividi

mercato-settimanale-riprende


di Michele Rubino

Con l’ordinanza n.37 del 24-04-2020, il sindaco Giuseppe Valenzano ha autorizzato lo svolgimento del mercato settimanale del lunedì limitatamente al settore alimentare per la giornata di lunedì 27 aprile. Rutigliano, quindi, compie un ulteriore passo in avanti nel graduale processo di ritorno alla normalità -argomento alquanto dibattuto di questi tempi-, inaugurato sabato scorso con la riapertura del mercato rionale ortofrutticolo.

Mercato settimanale
Al pari di quest’ultimo, il mercato dei generi alimentari occuperà l’area del parcheggio del Tribunale sita in via Paisiello, estendendosi però in via Dante (da via Pascoli a via Falcone) e in via Paisiello sino all’angolo con via Melvin Jones. “Gli operatori commerciali del settore alimentare (...) dovranno: a) installare il proprio banco non prima delle ore 06.00 e comunque entro le ore 7.00; b) lasciare libera l’area entro e non oltre le ore 14.00”, si legge nell’incipit del dispositivo dell’ordinanza.

Plurime, come prevedibile, le misure anti-contagio adottate per l’occasione. Al punto 4 si apprende che “tra un banco e l’altro dovrà essere assicurato lo spazio destinato al passaggio degli avventori e, comunque dovrà essere mantenuta fra un posteggio e l’altro la distanza di almeno metri 2,50”. Toccherà agli agenti di Polizia Locale ed ai volontari di Protezione Civile, già impegnati nella regolarizzazione dei flussi in entrata e in uscita, presidiare le postazioni ed appurare il rispetto degli obblighi poc’anzi menzionati.

I commercianti, dal canto loro, dovranno garantire la presenza di un operatore adibito alla gestione dei soldi -su cui, alla luce di ciò, pende un divieto di “toccare e/o consegnare alimenti”-, assicurarsi che tutto il personale sia fornito dei “mezzi minimi di sicurezza, consistenti in guanti e mascherine”, mettere a disposizione un gel igienizzante per le mani, predisporre una fascia di lunghezza pari a 1 mt. a partire dall’area di esposizione merce e, più in generale, “vigilare affinché non si creino assembramenti nei pressi del banco di vendita” facendosi garanti del rispetto delle cosiddette misure di distanziamento sociale.

Spetterà agli operatori commerciali, invece, il compito di esporre cartelli indicanti il “Divieto di toccare la merce” e di “garantire l’applicazione delle misure igienico sanitarie nella gestione delle attività di manipolazione degli alimenti destinati alla vendita”.
Avranno accesso all’area, infine, i soli clienti muniti di mascherine e guanti e, comunque, per un afflusso complessivo non superiore alle 70 unità. In tal caso, l’ingresso a nuovi clienti sarà consentito “solo dopo che gli stessi saranno usciti dall'area (..)”. “Ad ogni bancarella -si precisa nel tredicesimo ed ultimo punto- non potranno sostare più di 4 clienti contemporaneamente”.

Buoni spesa
Nella giornata odierna, è stata pubblicata sull’Albo Pretorio la determina n.8 del 23-04-2020 con cui sono state disposte le regole dell’utilizzo dei buoni spesa – possibilità di delega compresa -, oltre che approvato l’elenco degli esercizi commerciali convenzionati. In merito a questi ultimi (elencati nell’allegato A), sono state ritenute valide le istanze di coloro che “entro la data odierna hanno manifestato nei modi richiesti la propria disponibilità ad accettare i buoni spesa rilasciati dall’Ufficio Servizi Sociali (..)”. Alle medesime condizioni, è fatta salva la possibilità di adesione per gli esercizi ad oggi non convenzionati. “L’elenco -si legge al punto 2 della determina- sarà aggiornato periodicamente ed inserito nella sezione notizie del sito istituzionale del Comune di Rutigliano senza necessità di ulteriori atti”.

I buoni spesa -come si evince dall’Allegato B- potranno essere utilizzati, sino al 31 Maggio, per il solo acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità con riferimento a precise categorie: prodotti alimentari in genere (es. ortofrutta, carni, pesce..), prodotti per neonati, detersivi, prodotti per l’igiene personale, prodotti per l’igiene e pulizia di ambienti domestici e, infine, prodotti farmaceutici e parafarmaceutici di prima necessità. Gli stessi, utilizzabili solo esclusivamente presso gli esercizi commerciali aderenti, hanno un valore nominale di 20,00 euro e la relativa fruizione può avvenire anche in modalità cumulativa. I buoni spesa – si legge – “non danno diritto al resto in contanti, ma possono essere utilizzati per ulteriore spesa presso lo stesso esercizio”, “non possono essere cambiati con denaro contante” e, soprattutto, “non sono cedibili a terzi”.

E’ consentita, come dicevamo in apertura, la delega all’utilizzo dei buoni nei confronti di altri componenti del nucleo familiare o, in caso di impossibilità, di altre persone di fiducia a condizione che l’apposito modello firmato, reperibile all’Allegato C della determina, venga presentato “preventivamente all’Ufficio Attività Produttive insieme alla copia dei documenti di riconoscimento del delegante e del delegato”. L’Ufficio (reperibile al numero 080 476 3769) provvederà a rilasciare “copia vidimata da consegnare all’esercente unitamente al buono compilato ma non distaccato dal blocchetto”.

Gli esercenti, infine, dovranno controllare il corretto utilizzo dei buoni spesa, ritirare questi ultimi ed annullarli con timbro e firma, provvedere alla rendicontazione e, nell’ipotesi di delega, ritirarne la fotocopia e staccare il buono compilato dall’acquirente e presentato unitamente al blocchetto.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna