Mer25042018

Last update11:54:21 AM

banner conad 2016 banner arborea corretto  
banner madel nuovo    
Back Sei qui: Home Notizie Sport L’Azetium Rutigliano batte il Castellaneta (2-1) e vola in finale Playoff

L’Azetium Rutigliano batte il Castellaneta (2-1) e vola in finale Playoff

Condividi

azetium-8 4 2018

 
Primo tempo a reti bianche, poi ci pensano Dioguardi e Creatore. Ora c’è il Trulli & Grotte

di Michele Rubino

L’Azetium Rutigliano stacca il pass per la finale Playoff del girone B di Serie C2 superando, in gara secca, il Real Castellaneta. I ragazzi di mister Belviso sfruttano, al meglio, il fattore campo confermando le ottime impressioni della parte conclusiva di regular season. Contro gli jonici – avversario tabù in campionato con 2 pareggi su altrettanti incontri disputati -, Dioguardi & Co. offrono una prestazione nel complesso convincente che, pur non fruttando alcuna realizzazione in una prima frazione di gioco dominata, nella ripresa permette un letale uno-due che vale un successo dall’enorme valenza per gli obiettivi stagionali.

Un soleggiato pomeriggio primaverile fa da sfondo ad una gara da dentro o fuori per Azetium Rutigliano e Real Castellaneta, giunte rispettivamente al terzo ed al quarto posto in campionato. Mister Belviso schiera, nel quintetto iniziale, Palumbo, Cassano, Mineccia, Dioguardi e Creatore. Gli ospiti rispondono con Galatone, Sperti, Sorino, Favale e Casamassima. I primi sussulti del match sono di marca tarantina: al 4’ Favale sfiora il vantaggio in acrobazia mentre, un minuto più tardi, Palumbo “blocca” il tentativo centrale di Sperti. La risposta rutiglianese non tarda ad arrivare ed, anzi, darà il là ad un vero e proprio forcing offensivo che si protrarrà sino all’intervallo.

All’8 Farella, da banda sinistra, trova l’accorrente Dioguardi, la cui deviazione termina, di poco, a lato. I padroni di casa continuano a flirtare con il goal. Al 10’ Farella, con una volèè, non trova lo specchio per centimetri e, di li a poco, impegna severamente il numero ospite Galatone che, con l’interno coscia, chiude la saracinesca sventando, in angolo, un pericoloso diagonale. Al 22’ Creatore, da posizione defilata, “imbecca”, nel cuore dell’area di rigore, Mineccia, sul cui tap-in a botta sicura si immola, ancora una volta, Galatone. Il Castellaneta torna a farsi vivo centoventi secondi dopo ma il tentativo in allungo di Favale – con Palumbo momentaneamente fuori dai pali – pecca di precisione. Prima dell’intervallo, l’Azetium ha due buonissime chance per sbloccarla: Creatore, al 25’, fallisce un rigore in movimento; passa un solo giro di lancette e Dioguardi, su invito a nozze di Creatore, spedisce la sfera fuori da posizione ottimale. I due avranno modo di rifarsi. Si torna negli spogliatoi, quindi, sullo 0-0 nonostante le tante opportunità avute dai ragazzi di Belviso che, senz’ombra di dubbio, avrebbero meritato anzitempo il vantaggio.

Al rientro in campo, il copione non cambia: l’Azetium Rutigliano fa la partita con un prolungato giro-palla, il Castellaneta, attendista, prova a colpire in contropiede. Sugli sviluppi di schema da angolo, però, i tarantini colgono, al 34’, la rete del vantaggio, prontamente annullata a causa di un blocco irregolare in area. Un’azione dalla dinamica simile, al 44’, arma, sull’altra sponda del campo, la conclusione al volo di Cassano, disinnescata, con un volo plastico, da Galatone. E’ il preludio al goal. Al quarto d’ora il centrale rutiglianese impegna, ancora, l’estremo difensore ospite che, non bloccando la sfera, serve un assist involontario a capitan Dioguardi che, da pochi passi, fa 1-0. Esplode il Centro Sportivo Azetium. Passa un solo minuto e gli azetino raddoppiano: Dioguardi si veste da “assist-man” e, da corner, imbecca sul secondo palo Michele Creatore, lesto a siglare il 2-0 con un comodo “piattone”. Uno – due letale dei rutiglianesi e Castellaneta annichilito.

Mister Bongermino chiama time-out per riorganizzare le idee e, a partire dal 47’, fa accomodare in panchina Galatone – tra i migliori nelle file ospiti – per schierare il quinto di movimento. Nonostante il full power, che inizialmente non frutta alcun tiro nello specchio causa frettolosità, è l’Azetium Rutigliano ad andare vicino al tris. Creatore, al 51’, ci prova da “casa sua” approfittando della porta sguarnita ma la sua conclusione si spegne sul fondo. Ancor più ghiotta è la chance capitata sui piedi di Giannone- al 57’ per la cronaca- che, involatosi nella metà campo tarantina, si fa ipnotizzare dal portiere di movimento. Favale, a due dal termine, sciupa da pochi passi e, un minuto più tardi, si arrenda al palo che “salva” Palumbo. In zona Cesarini il Castellaneta, però, riesce a riaprirla: Bongermino, da banda sinistra, imbecca sul secondo palo Favale che, in tap-in, fa 2-1. Siamo agli sgoccioli. Nell’ultimo possesso disponibile, gli jonici accarezzano il sogno pari ma Bongermino, ben appostato sul secondo palo, non inquadra la porta e così il direttore di gara può fischiare la fine delle ostilità, accolta dall’urlo liberatorio dei giocatori azetini, rinfrancati dagli applausi dei propri, giovanissimi, sostenitori.

Sulla strada dell’Azetium Rutigliano verso la Serie C1 ci sarà, ora, l’ostacolo Trulli & Grotte, vittorioso in semifinale sul CUS Bari. Il regolamento prevede la disputa della finale della prima fase PlayOff -  o del girone di appartenenza, qualsivoglia dire – in gara unica, tra le mura amiche della miglior classificata al termine della stagione regolare. Vantaggio che, di diritto, spetta alla compagine del comprensorio Castellana-Putignano-Alberobello, giunta seconda in graduatoria. I precedenti stagionali, però, sorridono ai rutiglianesi, vittoriosi nella Città delle Grotte 2-4 ed al ritorno 4-3. Uno sguardo, in chiusura, agli altri gironi: Futsal Monte Sant’Angelo – Nettuno Bisceglie sarà la finale del girone A, mentre, nel girone C, l’atto conclusivo sarà Futsal Alberto – Gioco Calcio Tra Amici Taranto.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna