Dom19082018

Last update11:55:31 AM

banner conad 2016    banner arborea corretto  
banner madel nuovo  fal banner 456x52

 

 

 

 

 

banner comune estate 2018

 

Back Sei qui: Home Notizie Sport L’Azetium Rutigliano riacciuffa il Castellaneta nel finale (3-3)

L’Azetium Rutigliano riacciuffa il Castellaneta nel finale (3-3)

Condividi

azetium-4 2 18

 
Rutiglianesi fermati dai legni ma bravi a rimontare,
con due reti in un minuto, in zona Cesarini


di Michele Rubino

Una partita a tratti dominata, compromessasi nella parte conclusiva della seconda frazione e riacciuffata, incredibilmente, nel finale. Il big match della quindicesima giornata del campionato di Serie C2 girone B tra Azetium Rutigliano e Real Castellaneta C5 si conclude 3-3. Non mancano, però, i rimpianti in casa rutiglianese: i tre legni colpiti da Giannone e le ghiotte opportunità create, infatti, pesano sull’economia di una gara che gli jonici hanno giocato sulla difensiva capitalizzando, al massimo, le poche chance avute. E’ così che, nel finale, i ragazzi di mister Belviso – sotto 1-3 al 55’ – hanno dovuto addirittura inseguire gli avversari sventando il rischio beffa nel recupero con un tiro libero di Dioguardi. Un finale pressoché identico – considerando anche il punteggio (anche a Castellaneta finì 3-3, ndr) – a quello della gara d’andata che, per la cronaca, registrò il pareggio dei tarantini in extremis.

Mister Belviso schiera Palumbo, Dioguardi, Mineccia, Giannone e Creatore. I primi sussulti azetini portano la firma di Giannone, fermato al 4’ dall’estremo difensore ospite Galatone e, cinque minuti più tardi, dalla traversa. Il tutto intervallato da un intervento, col piede, di Palumbo sul tentativo, da banda sinistra, di Sorino. A cavallo tra l’11’ e il 13’, l’Azetium va vicinissimo al vantaggio per ben due volte. Protagonista, ancora una volta, il laterale Giuseppe Giannone. Quest’ultimo prima chiama al miracolo Galatone e poi, sugli sviluppi di una rapida ripartenza, coglie il secondo legno di giornata colpendo la parte bassa del palo. Al quarto d’ora un diagonale di Dioguardi termina di poco fuori.

Quattro giri d’orologio più tardi, il Castellaneta passa in vantaggio: la “spizzata” di Favale, imbeccato dalle retrovie, diviene un assist per Sorino che, con un tiro di controbalzo, batte Palumbo per lo 0-1. Immediata è la risposta dei padroni di casa: Cassano, da rimessa laterale, arma la conclusione di Farella ma Galatone para. Il portiere del Castellaneta è poi decisivo, tra il 28’ e il 29’, per ben due volte su Creatore. Si torna negli spogliatoi con gli ospiti avanti di una sola rete.

La ripresa è vibrante sin dalle battute iniziali. Farella sporca i guantoni di Galatone, Palumbo risponde presente sulla punizione calciata da Bongermino. Al 40’ Giannone colpisce, tra l’incredulità dei presenti al centro sportivo Azetium, il terzo legno della sua serata. Cinque minuti più tardi Favale pecca di precisione da posizione ottimale graziando i rutiglianesi. Castellaneta vicina al raddoppio anche al 52’ quando una conclusione di Bongermino, ben smarcato da un tocco in profondità nella circostanza, si stampa sulla traversa. Goal sbagliato, goal subito.

Al 53’, infatti, l’Azetium pareggia con il tap-in vincente di Creatore- ben servito da capitan Dioguardi - da distanza ravvicinata. Sembra la svolta nella gara – in favore dell’Azetium, chiaramente – ma non è così. Al 54’ un filtrante di Bongermino premia il taglio di Sperti che, dimenticato dalla retroguardia locale, riporta la compagine tarantina avanti (1-2). Non è tutto. A cinque dal termine, il Castellaneta trova anche il tris grazie ad un contropiede fulmineo ben finalizzato da Sorino. Jonici in vantaggio 3-1 e mister Belviso costretto a schierare Farella come quinto di movimento. Il full power suona tanto come mossa disperata in una partita che, a due minuti dal suo epilogo, sembra aver dato già il suo verdetto.

Un verdetto che, però, la grinta e la tenacia dell’Azetium Rutigliano, col senno di poi, cambierà. Al 59’ Giannone vince un flipper con Galatone siglando la cosiddetta “rete della speranza”. Nell’ultimo minuto regolamentare, poi, il calcettista molese conquista un tiro libero – il Castellaneta era in bonus dal 49’ – che, con freddezza e un pizzico di fortuna, Dioguardi trasforma per il 3-3 finale.

Il “punticino” conquistato fa scivolare l’Azetium Rutigliano al quarto posto- a quota 26 punti, per esattezza-, alle spalle del tandem Trulli & Grotte – Castellaneta, entrambe appaiate a 27. Leadership del campionato sempre più nelle mani dell’Audace Monopoli (38), capolista indiscussa del girone. Nel prossimo turno, sabato 10 Febbraio, la compagine del pres. Lasorsa farà visita all’Atletico Bitonto C5, sesto a quota 24 punti.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna