Gio20072017

Last update03:57:52 PM

arborea banner 2  banner-trifoglio
Back Sei qui: Home Notizie Sport L’Azetium Rutigliano cala il “pokerissimo” allo Sp. Bari (5-2)

L’Azetium Rutigliano cala il “pokerissimo” allo Sp. Bari (5-2)

Condividi

azetium-rut cronaca


Terza vittoria consecutiva per i ragazzi di
mister Belviso che vedono, nuovamente, i playoff vicini

di Michele Rubino

Nel ventesimo atto del campionato di Serie C2 Girone B, l’Azetium Rutigliano mette a referto la terza vittoria consecutiva superando per 5-2 lo Sporting Bari. Una pratica, quella di sabato scorso, che capitan Dioguardi e compagni sono riusciti a sbrogliare nella ripresa dopo l’1-1 con il quale si erano chiusi i primi trenta minuti di gioco.

Ad inizio secondo tempo, poi, Gigante- con il trentaseiesimo centro stagionale- ha siglato il momentaneo sorpasso, a metà frazione il veterano- nonché ex di turno- Sassanelli, invece, ha riportato la gara in equilibrio. Gli enormi sforzi offensivi rutiglianesi, però, hanno avuto la meglio nel lungo periodo contro la serrata difesa barese. Gigante, a dieci dal termine, ha dato il là all’allungo buono, proseguito e concluso- nelle battute finali- da Dioguardi e Luceazetium-rut cronaca-1ri, lesto ad approfittare del “full power” barese con il quinto di movimento.

La partita ha seguito un dettame tattico ben preciso sin dalle battute iniziali: Azetium Rutigliano riversato nella metà campo avversaria a collezionare occasioni, Sporting Bari “schiacciato” e incapace di affacciarsi dalle parti di Palumbo nei primi quindici minuti.  Nel dominio totale dei rutiglianesi di inizio gara, le migliori chance portano la firma di Mineccia- “puntata” da fuori- e di Gigante; impreciso il tocco di quest’ultimo da posizione ottimale.

Al 18’ gli ospiti provano a scrollarsi un po’ di pressione di dosso ma Palumbo è scaltro a sventare un comodo appoggio sul secondo palo in azione di rimessa. Gigante, al 21’, mira e scocca ma la sua botta termina a lato. Cinque minuti più tardi ci prova anche il neo-entrato Marco Ciavarella: sulla sua strada, però, trova un buon disimpegno dell’estremo difensore barese che devia in angolo la conclusione.

Passa un solo giro di lancette e l’Azetium subisce la “beffa”: il direttore di gara assegna un calcio di rigore allo Sporting Bari, che Amoruso trasforma con freddezza (0-1). Tra le file dei padroni di casa è sicuramente Ciavarella il più pericoloso. Sfumato in un primo momento(28’) per un mancato tap-in sul secondo palo, il pareggio arriva proprio grazie ad una sua azione personale: dribbling secco rifilato al diretto avversario e sinistro preciso all’angolino basso (1-1).

Nel finale c’è tempo per un ultimo sussulto dell’Azetium con Mineccia che, da banda destra, prova una volèè su cross di Gigante: neutralizza il portiere. azetium-rut cronaca-2
La ripresa si apre con gli stessi (o quasi) protagonisti del finire di prima frazione: dopo un flipper furibondo in area ospite, è ancora Mineccia a “battere” a rete trovando, stavolta, l’opposizione del palo. Preludio al goal. Al 34’ fa tutto Gigante: parte da banda sinistra, punta il centro e di destro “buca” la rete per il 2-1. Bari in bambola e Azetium che prova a chiuderla cinque minuti più tardi ma il rasoterra, ancora, di Gigante termina di poco a lato.

Un lampo dei biancorossi ospiti rimette la partita sui binari dell’equilibrio: il veterano- per lui sono 46 primavere- Sassanelli sigla, in tap-in, il più classico dei goal dell’ex (2-2). Al 50’ Dioguardi manca l’appuntamento, sul secondo palo, dopo l’ invito a nozze di Creatore. A metà frazione esatta, intanto, l’Azetium raggiunge il bonus dei falli, alcuni dei quali fischiati troppo severamente dal direttore di gara.

Eventuali paure e complicazioni, però, sono letteralmente spazzate via dalla “puntata” di Gigante (52’) che passa, beffarda, sotto le gambe dell’estremo difensore dello Sporting e si infila nel sette(3-2). I padroni di casa, memori dei “lampi” degli avversari durante il corso della partita, sono consapevoli che urge la rete della sicurezza. Il sigillo definitivo sul discorso “tre punti” lo pone, con una prodezza da fuori area, il capitano Beppe Dioguardi: sinistro potente e preciso che toglie, come si suol dire, la ragnatela dall’angolino.

Con uno “più” recupero da giocare, lo Sporting Bari opta per il quinto di movimento non riuscendo però a recare grattacapi al sempre attento Palumbo, costretto a “sporcare” i guantoni solo su una conclusione centrale. Punto esclamativo sulla partita nel primo minuto di recupero(61’): Luceri recupera palla, si libera di un paio di avversari con una doppia “suolata” e depone in rete il pokerissimo (5-2). Il fischio finale fa calare il sipario su una gara che ha visto l’ennesima prestazione da trascinatore di Gigante- 37 centri stagionali per lui- e che, soprattutto, issa l’Azetium a quota 32 punti in una serrata lotta per le ultime posizioni play-off.

Cinque, infatti, sono le squadre in soli sei punti: dalla 4^ all’8^ piazza, in ordine, Pellegrino Sport (37), Noci Azzurri (35), Bitonto (34), Azetium Rutigliano(32, appunto) e Noci C5 (31). Sei sono anche le giornate ancora da disputare per regalarsi un posto nella post-season. Subito uno scontro cruciale per i ragazzi di Mister Belviso nel prossimo turno: i rutiglianesi, infatti, saranno di scena- Sabato 11 Marzo ore 16.00-  al “PalaIntini” di Noci per affrontare gli Azzurri in un match che si preannuncia scoppiettante.


Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna