Ven15122017

Last update10:53:01 AM


autolavaggio banner studio 
   
banner conad 2016 grafica guarnieri banner banner bernardino
 banner babbo natale shoppine 2017
banner tesori del forno  banner pagliarulo   banner la cicogna
banner cas dalba  banner la coccinella  banner giocollection
banner perniola alimenti  banner mertoli iaffaldano verna banner  nuovo
banner-castiglione  banner mediaphone  banner pascalone
Back Sei qui: Home Notizie Sport L’Olympia Rutigliano chiude in “quarta” 90-73 all’Angiulli Bari

L’Olympia Rutigliano chiude in “quarta” 90-73 all’Angiulli Bari

Condividi

olympia-5

di Michele Rubino

Nell’ultimo turno della stagione regolare del campionato di Serie D Nord, l’Olympia Rutigliano batte- anche grazie ad un 4Q perfetto- l’Angiulli Bari per 90-73. Una vittoria che vale doppio se si considera il contemporaneo stop della Pallacanestro Molfetta a Corato(59-52) che regala proprio ai ragazzi di coach Labarile- già sicuri da una settimana di prender parte alla Poule Promozione- la quarta posizione in classifica.

Non è casuale quindi il nostro gioco di parole chiusura in “quarta”: accanto al piazzamento in graduatoria, infatti, c’è da prender atto dell’importante cambio di marcia che l’Olympia ha fatto registrare nel momento topico dell’anno. Uno sprint coinciso- dal 26 Gennaio a ieri- con quattro vittorie nelle ultime cinque gare disputate.

Ultima in ordine cronologico, come anticipato, quella casalinga nell’ultima domenica di campionato contro un volenteroso Angiulli Bari, fuori già alla vigilia da qualsiasi discorso play-off. Nonostante ciò, però, i biancoazzurri di coach Zotti hanno retto il confronto sino a sei minuti dal termine della gara onde poi crollare sotto i colpi di Mina- top scorer rutiglianese con 33 punti- e i canestri di Zella( 8 punti negli ultimi 4 minuti).
olympia-5-1
In un gremito e festante Tensostatico, l’Olympia ha il compito di blindare i due punti sperando in notizie positive dal Pala Losito di Corato. Il primo vero allungo della gara i grifoni lo fanno registrare nei minuti antecedenti all’intervallo lungo: una tripla di J.J. Mina e un gioco da tre punti di Fleming mandano le squadre al riposo sul 39-30.

Il terzo periodo “vede” l’ Olympia in fuga con il vantaggio sugli avversari che, grazie alla tripla di Fleming, tocca la doppia cifra (42-30). Un paio di  viaggi in lunetta per entrambe le contendenti, a questo  punto, tengono invariato il margine nel punteggio. Un canestro dall’arco dei tre punti- ancora- di Fleming fa già pregustare al pubblico rutiglianese il definitivo crollo dell’Angiulli (53-39) che, però, si rivela osso duro e- grazie ai canestri di Goran Vukovic- si rifà sotto sul 59-53. Nei secondi finali di 3Q, il barese Bozzi risponde a Mina per il 61-55 con il quale si chiude il periodo.

L’ultimo quarto vede gli ospiti partire con il piede sull’acceleratore: un gioco da quattro punti di Vukovic e una tripla di Bozzi- a fine gara saranno 23 i punti per quest’ultimo- riscrivono il punteggio sul 63-61. Un solo possesso di vantaggio per i padroni di casa. Suona, a questo punto, la “sveglia” nella testa dei ragazzi di coach Labarile: in fila Marti- con un tentato alley-oop trasformatosi in canestro- Zella ed Angelilli ristabiliscono la doppia cifra di vantaggio (73-63). L’Angiulli pare aver esaurito la benzina nel serbatoio mentre l’Olympia sale in cattedra dall’arco dei tre punti: J.J. Mina, prima, e Zella- per ben due volte, poi- fanno dilatare il punteggio sino all’88-72 ad un minuto scarso dal termine.

A vittoria ormai acquisita, il tecnico rutiglianese Labarile concede la meritatissima standing ovation a Fleming- causa fastidio alla caviglia- e Mina, concedendo secondi preziosi all’esordiente Alessio Torres ( classe 2000). I due punti di Maurizio Dell’Edera, poco prima della sirena finale, fissano il punteggio sul definitivo 90-73. Accanto ai 35 di Mina, chiudono in doppia cifra anche Angelilli (12), Marti (13) e Fleming(17). Nel tabellino Olympia “presenti” anche Dell’Edera(5) e Zella(8). Non bastano agli ospiti i 23 di Bozzi e i 17 di Vukovic.

Onorare la maglia e continuare a stupire sono i “must” in casa Olympia Rutigliano per la Poule Promozione, il cui calendario sarà varato in settimana. Tuttavia, classifica alla mano, l’Olympia ha già conosciuto i propri avversari: Anspi Santa Rita Taranto, Ap. Monopoli e New Basket Lecce- rispettivamente 1^, 3^ e 5^ del girone Sud- oltre che Murgia Basket Santeramo, classificatasi seconda nel girone Nord.


Commenti  

 
-1 # massimo 2017-03-15 12:56
A questo commento non seguirà nessun altra risposta su questa piattaforma da parte della Menssana Rutigliano 2014, ma se si vorranno spiegazioni o curiosità da chiedere siamo pronti a rispondere davanti a un caffè (come dice qualcuno) o presso la scuola Aldo Moro nei giorni in cui i nostri piccoli cestisti si allenano per diventare “Grandi”.
#IOSTOCONLAMENSSANA
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-1 # massimo 2017-03-15 12:56
Dico solo che bisognerebbe allargare un po la mente e pensare che la Menssana sta dando un valore aggiunto a Rutigliano , basta pensare a tutte le realtà in cui convivono più associazioni che praticano lo stesso sport a cui non credo che abbiano lo scopo di comandare, ma di creare una sana competizione e sano agonismo, vedi cosa creano a livello di evento i vari derby a Bologna nel campo cestistico e a Milano nel campo calcistico ecc.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-1 # massimo 2017-03-15 12:55
Come prima osservazione dico che la Menssana Rutigliano 2014, che comprende la dirigenza, giocatori e sostenitori, si dissocia da chi scrive a nome della stessa, in quanto non è nostro uso giudicare scelte, comportamenti e fatti che non ci riguardano.
Per quanto riguarda i commenti su chi scrive di persone che hanno militato nell’Olympia , che non sono solo defilippis e dilorenzo, ma sarebbero molti ma molti di più, dico solo che per parlare si dovrebbero sapere un po di più di cose, che non spiegherò qui ovviamente, ma riflettendoci bene, guardando le persone che hanno sposato il progetto Menssana, una “piccola” risposta si potrebbe avere e che il nostro non è stato un atto di forza per conquistare nessuno ne tantomeno comandare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+6 # Nemesi 2017-03-05 10:17
Citazione Mensana ruti:
bisogna dare spazio agli italiani e ai rutiglianesi, colonne come di lorenzo defilippis ve le scordate!

I Di Lorenzo e i Defilippis potevano pure rimanere all'Olympia. Il vero discorso è che si vuole comandare sempre e non si vuole MAI sottostare alle regole di civile convivenza. Ecco perchè a Rutigliano ci sono tante "Associazioni Fotocopia" l'una dell'altra.
Chi ha fondato la Mens-Sana è solo gente che non ha potuto "comandare" nell'Olympia e quindi si è fatta l'Associazione per conto suo. L'Olympia, invece, è stata fondata con l'aiuto di Don Vito Suglia e con l'impegno di tante persone, che ancora oggi, mettono a disposizione il loro tempo libero per la crescita di questi ragazzi. Bravo Marco, Gino, Giuseppe e tutti quelli che portano alto il nome e gli ideali dell'Olympia di Rutigliano. E grazie, perchè i nostri cuori palpitano ad ogni minuto della partita. Grandi!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-12 # Mensana ruti 2017-02-28 15:37
Facile vincere con 2 neri!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+7 # Vengo anche io 2017-03-01 09:36
mente sana ma letteralmente chiusa! Anzichè criticare o fare osservazioni di bassa classifica unite le forze e "lottate" per un palazzetto all'altezza della squadra.
Il livello è alto, è bello vedere giocare una squadra ma la cosa più bella è vedere la tanta gente che segue l'Olympia. Io vengo da triggiano a vedere questa squadra o vado a Bari per il CUS.
Ringraziate di averla.
Anche Eva è nata da una costola di Adamo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-8 # Mensana ruti 2017-03-03 18:23
bisogna dare spazio agli italiani e ai rutiglianesi, colonne come di lorenzo defilippis ve le scordate!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+1 # Ringo boys 2017-03-04 16:44
Ma andrebbero a giocare a Rutigliano? Di dove sono? Se vogliono dare il loro contributo alla squadra perché non li mandate ad allenarsi insieme ai "neri", così i "neri" potranno imparare da loro e mettere a disposizione il loro sapere. Insieme si cresce.
Ringo boys bianco nero
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+6 # giuseppe 73 2017-02-25 18:03
Non andavo a vedere l'olympia da tanto! i tempi d'oro con Pavone che uccideva dalla lunetta dei tre punti! incuriosito da questi americani e dai risultati sono venuto a vedere la gara, mi ha spaventato il livello elevato della serie D di oggi sopratutto fisico ed atletico.
quindi brava Olympia che sei sempre al passo!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+4 # Palumbo.g 2017-02-24 09:58
Bravi ragazzi! Bravi tutti ! Non voglio animare stupide discussioni ma la pallacanestro a rutigliano la fa solo l'Olympia!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna