Ven30092022

Last update06:15:15 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel 2022

   

 

Back Sei qui: Home Notizie Sport Ciclismo, il corridore rutiglianese Gino Daddabbo parteciperà al Giro-E 2022

Ciclismo, il corridore rutiglianese Gino Daddabbo parteciperà al Giro-E 2022

Condividi

ciclismo-daddabbo


Venerdì 13 il nostro concittadino correrà la quarta tappa della corsa parallela al Giro d’Italia

di Michele Rubino

Dal 2018, il Giro d’Italia è affiancato – nel suo svolgimento - da una corsa parallela all’insegna della tecnologia, dell’ecologia e della mobilità sostenibile: parliamo del Giro-E, unico evento a tappe al mondo riservato alle bici a pedalata assistita. Costola della Corsa Rosa, quest’ultimo, dopo aver saltato le tappe estere (in Ungheria), prenderà il via, dalla Sicilia, nella mattinata di martedì, e si concluderà, in Veneto, il prossimo 29 maggio. Nella quarta edizione del Giro-E, e più precisamente nella quarta tappa del percorso (Viggiano-Potenza, 69 km), sarà protagonista anche Rutigliano grazie alla partecipazione, nelle file della FLY Cycling Team-CDI, del corridore nostrano Gino Daddabbo, attualmente in forza al Parkpre Racing Team.

«Ho colto al volo questa opportunità e non posso che essere naturalmente felice» dice, ai nostri microfoni, lo stesso Daddabbo che, nel Giro-E, vede una «vetrina importante che, senz’ombra di dubbio, gratifica i tanti sacrifici da me compiuti». Il corridore rutiglianese avrà, dunque, la possibilità di conoscere, da vicino, il fascino e la magia della storica corsa ciclistica italiana giunta, ormai, alla sua edizione numero 105. «Le e-road bike sono il futuro – prosegue lo stesso – e non nascondo che, da parte mia, c’è tanta voglia di misurarmi anche in questa specialità». La preparazione in vista del prestigioso appuntamento, assicura Daddabbo, prosegue a ritmi sostenuti: «mi sto allenando in mountain-bike e sto cercando di fare tesoro dei consigli di alcuni colleghi che corrono su bici a pedalata assistita».

Doverosa, in chiusura, una riflessione su un aspetto legato al percorso: stando alle aspettative della vigilia, infatti, la tappa con approdo in terra lucana – da Diamante (Cosenza) a Potenza per la Corsa Rosa – è stata, sino all’ultimo, in ballottaggio con una che fissava, proprio a Rutigliano, il suo approdo. Sarebbe stato il medesimo, ovviamente, anche per il Giro-E. Così non è stato, vero, ma la Città dell’Uva ci sarà ugualmente con Gino Daddabbo: «sarebbe stato meraviglioso correre qui a Rutigliano ma per me sarà, comunque, un’emozione fortissima partecipare al Giro-E e confrontarmi con i corridori più forti del panorama nazionale».

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna