Mer18052022

Last update02:18:17 AM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel 2022

   

 

banner verna rifatto 

                banner-meraviglie-pulito-studio2

 

Back Sei qui: Home Notizie Sport Riparte lo sport: Rinascita, Olympia ed Audax pronte al ritorno in campo

Riparte lo sport: Rinascita, Olympia ed Audax pronte al ritorno in campo

Condividi

riparte-sport-a-rutigliano

 
Ripartono i campionati dilettantistici dopo
l’interruzione dovuta all’aumento dei contagi Covid

di Michele Rubino

Sarà la Polisportiva Olympia Club Rutigliano, questo sabato, a rompere il ghiaccio. Seguiranno a ruota, nel prossimo week-end, Audax Rutigliano e Rinascita Rutiglianese. Dopo l’interruzione forzata e sancita, dagli organi competenti, a causa del peggioramento del quadro epidemiologico post-natalizio, riparte lo sport regionale e, soprattutto, ripartono i campionati dilettantistici che, da vicino, vedono impegnate le compagini sportive cittadine.

La FIP (Federazione Italiana Pallacanestro) Puglia, a dire il vero, non si era limitata, il 31 dicembre scorso, a sospendere provvisoriamente i campionati cestistici regionali ma, al contempo, aveva individuato le date utili per la ripartenza di questi ultimi nei giorni 22 e 23 gennaio precisando che si sarebbe dato seguito al calendario così come formulato. L’Olympia Rutigliano, dunque, inaugurerà il girone di ritorno sabato a Maglie a distanza di un mese, e poco più, dall’ultimo impegno ufficiale (il successo esterno di Monopoli, datato 19 dicembre). Nessuna disposizione, invece, è pervenuta, dagli organi federali, in merito ai recuperi delle gare rinviate: la formazione di coach Morè, infatti, dovrà recuperare le sfide contro Francavilla e Mesagne – ovvero le ultime due del girone di andata inizialmente previste nel lasso di tempo interessato dal “blocco” dei campionati -, oltre al match contro Fasano rinviato il 5 dicembre scorso causa casi Covid nelle file dei brindisini.
riparte-sport-a-rutigliano-1
Discorso leggermente diverso va fatto per il campionato di calcio di Promozione – categoria in cui, come sappiamo, milita la Rinascita Rutiglianese – e per quello di Serie C2 di calcio a 5, in cui protagonista è l’Audax Rutigliano, che pendono dall’autorità del Comitato Regionale Puglia LND. Quest’ultimo, nella giornata di lunedì, ha disposto la ripartenza dell’attività agonistica regionale di calcio a 11 e calcio a 5 maschile e femminile nel weekend del 29 e 30 gennaio 2022. Si riparte, a differenza della pallacanestro, dalle gare previste nel turno “inaugurale” del nuovo anno – poi saltate in virtù della sospensione di tre settimane stabilita il 4 gennaio – senza rinvio alcuno. La LND Puglia, insomma, ha propeso, per il riallineamento dei calendari di tutte le categorie.

In virtù di quanto detto poc’anzi, l’Audax Rutigliano, che a partire dall’imminente fine settimana riprenderà le consuete sedute d’allenamento, tornerà in campo, sabato 29 gennaio, a Terlizzi contro la prima della classe (Futsal Terlizzi, appunto). Subito un impegno di cartello per la società del presidente Moccia che, ricordiamo, ha anche la gara casalinga contro l’Audax San Severo (rinviata il 18 dicembre scorso) da recuperare. La Rinascita Rutiglianese, invece, ha ripreso ad allenarsi ad inizio settimana per preparare al meglio la delicata trasferta contro la Football Acquaviva in programma domenica 30 gennaio. Una sfida cruciale nella bagarre salvezza che vede invischiati proprio i granata.

Doverosa, in chiusura, una menzione circa l’aggiornamento del “Protocollo FIGC 2021-2022 Dilettanti” pubblicato il 10 gennaio. Considerato quanto stabilito dalla recente revisione, dal momento dell’entrata in vigore del rinnovato Protocollo “la partecipazione a competizioni, gare, tornei ed eventi agonistici, gare amichevoli e sedute d’allenamento di gruppo, dilettantistici, giovanili e di base, di livello nazionale, regionale e provinciale, all’aperto o al chiuso (qualora permesse in relazione al colore della Regione di riferimento), è consentito esclusivamente ai soggetti in possesso di Green Pass Rafforzato”. Molto importante, inoltre, è il rimando del Protocollo alla Circolare del Ministero della Salute “Indicazioni per garantire il corretto svolgimento delle competizioni sportive” del 18 gennaio nell’ambito di tematiche sensibili quali “gestione dei casi di accertata positività; isolamento e quarantena; ripresa per i soggetti Covid positivi”.

“In presenza di un caso positivo all’interno del gruppo squadra – recita la citata Circolare – i soggetti positivi vengono messi in isolamento, monitoranti e controllati nei termini e con le modalità previste dalla normativa vigente; contatti ad alto rischio: test antigienico ogni giorno per almeno 5 giorni e obbligo di indossare la mascherina FFP2 (..) Il protocollo si applica indipendentemente dallo stato vaccinale. Deve, comunque, essere effettuato almeno un test antigienico con esito negativo 4 ore prima della gara; contatti a basso rischio: si applicano le misure previste dalle indicazioni ministeriali, anche in relazione allo stato vaccinale”. Alquanto chiara, infine, la previsione secondo cui, con il raggiungimento di un numero di positivi superiori al 35% del Gruppo Atleti, “venga bloccato l’intero Gruppo Squadra”. Le disposizioni esplicate, in quanto governative, devono ritenersi applicabili ad ogni disciplina sportiva.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna