Ven24092021

Last update05:27:48 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner2 nuovo madel

  banner giardini 900 2  

 

banner verna rifatto 

                banner-meraviglie-pulito-studio2
Back Sei qui: Home Notizie Sport Calcio, la Rutiglianese riparte da mister Valentini e da una rosa rinnovata

Calcio, la Rutiglianese riparte da mister Valentini e da una rosa rinnovata

Condividi

rinascita-rut -6-8-2021

 


In panchina, dunque, un ritorno. Ieri l’inizio
della nuova stagione con la preparazione atletica

di Michele Rubino

La Rinascita Rutiglianese è pronta a tornare, finalmente, in campo: giovedì 5 agosto, i granata sono attesi, dal primo giorno di preparazione atletica in vista della stagione sportiva 2021/2022. Annata che, come comunicato nelle settimane scorse dal Comitato Regionale Puglia LND, prenderà il via il 5 settembre con l’andata del primo turno di Coppa Italia Promozione; una sorta di antipasto del campionato che, invece, inizierà una settimana più tardi (12 settembre), ad oltre nove mesi di distanza dall’ultima gara disputata. Era il 25 ottobre, la Rutiglianese perdeva 2-1, in trasferta, contro l’Atletico Acquaviva e, senza saperlo, si congedava definitivamente da una stagione durata esattamente quattro turni di campionato a causa dell’aggravarsi della situazione pandemica.

Rispetto alla sua ultima versione, la Rutiglianese ha cambiato e non poco. Cominciando dalla panchina ove, per la cronaca, non siederà più Gino Monteleone: il presidente Saffi, infatti, ha affidato la guida tecnica della prima squadra a Michele Valentini che, partito proprio da Rutigliano, ha arricchito il proprio curriculum calcistico con una proficua parentesi nel settore giovanile del Monopoli Calcio. Ed ora, complici nuovi stimoli ed ambizioni, ha scelto nuovamente la Città dell’Uva, salutata con un semplice arrivederci nel gennaio del 2016 dopo tre stagioni e mezzo alquanto positive. Nella nuova esperienza con la Rutiglianese, mister Valentini sarà affiancato da Domenico Borrelli, preparatore dei portieri, Gaetano Rosa, collaboratore ed allenatore della juniores under 19, oltre che dal dott. Donatello Digiglio nel ruolo di osteopata.

Allestimento dello staff tecnico che, come intuibile, è stata priorità sull’agenda del direttore sportivo Sanapo assieme alla costruzione dell’organico. Sul fronte innesti, plurimi i colpi messi a segno dal diesse: dall’esperto portiere Rocco Colagrande al centravanti Francesco Mongiello, passando per il ritorno del centrocampista Giuseppe Palasciano e per l’arrivo di tre under  (Narducci, Cippone e De Florio) dalla Nick Calcio Bari. In attesa di ulteriori movimenti in entrata, la società ha provveduto anche ad operare una serie di riconferme che possano fungere, come solitamente si dice in questi casi, da zoccolo duro della squadra: Addante, Valenzano, Gernone, Renna, Tanzella, Ferro G., Dipierro, Ferro M. e, soprattutto, capitan Gentile, giunto alla tredicesima stagione consecutiva all’ombra della Torre Normanna.

Dopo due annate sportive interrotte bruscamente, la voglia di vedere nuovamente il pallone rotolare sul manto erboso del “Comunale” di via Gorizia è inevitabilmente tanta. E’ quasi pura ovvietà etichettare, quale auspicio principale, il desiderio di affrontare la stagione nella sua interezza e in condizioni di totale sicurezza per tutti. Ciò dipenderà essenzialmente dall’evoluzione del quadro epidemiologico ma, ai nastri di partenza, le società, Rutiglianese compresa chiaramente, si presenteranno quanto meno con un quadro normativo chiaro: nel pomeriggio odierno, infatti, la FIGC ha diffuso un apposito protocollo per la pianificazione, organizzazione e gestione della stagione sportiva 2021/2022.

Tra le prescrizioni più importanti, figura anzitutto l’attività di screening iniziale, la quale deve mirare all’identificazioni di tutti i componenti del gruppo squadra e annessa suddivisione in tre categorie: soggetti vaccinati, soggetti guariti (da non più di 6 mesi) e soggetti suscettibili di contagio (non vaccinati e non guariti). Entro le 48-72 ore prima del giorno d’inizio del raduno e degli allenamenti – si legge inoltre nel Protocollo -, “tutti i componenti del gruppo dovranno essere sottoposti a (..) test molecolare (tampone) RT-PCR o antigienico rapido ad elevata sensibilità”.

Monitoraggio che coloro i quali appartenenti alla categoria soggetti suscettibili dovranno obbligatoriamente ripetere ogni 6-7 giorni dal primo test. Disputando un campionato regionale, la Rutiglianese non rientra nell’ambito applicativo dell’obbligo legato al possesso della certificazione verde quale requisito per la partecipazione alle gare: disposizione – che, di per sé, costituisce la maggiore novità introdotta – si applica alle “attività di livello nazionale, o comunque riconosciute di prevalente interesse nazionale”.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna