Sab14122019

Last update10:04:26 AM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel nuovo

   banner odusia libreria  

banner sagra pettola
 
     
            banner comune natale 2019



banner babbo natale shoppine 2017

 
banner cas dalba
    banner bella e naturale  
  banner-verna modif

 banner gio collection
    banner pagliarulo
   banner valentina boutique-corretto

 banner mediaphone

   banner overkids RUTIGLIANO
 
  banner tesori del forno

 banner fratelli settanni
 
  banner bistrot 06

   banner hakuna matata

banner-punto-luce2

   banner la coccinella
 
  banner la casa di carta cartolibr

banner madre-terra-nuovo

  banner dioguardi fotografia

  banner pronto ufficio
banner perniola 400px   banner-castiglione
  banner la cicogna
 
Back Sei qui: Home Notizie Sport Progetto Sport a scuola di Judo “Cinture Bianche”, saggio finale lunedì scorso

Progetto Sport a scuola di Judo “Cinture Bianche”, saggio finale lunedì scorso

Condividi

kimuki-bambini


Lunedì primo Aprile, presso la palestra della Scuola primaria Aldo Moro di Rutigliano,  si è svolto il saggio finale del progetto Sport a scuola di Judo “Cinture Bianche”, promosso dalla Fijlkam.

L’associazione sportiva dilettantistica Kimuchi, rappresentata dal suo presidente M° Graziano Gassi e dal tecnico federale, nonché, responsabile dell’area scuola del progetto judolab Puglia dott.ssa Rosa Gassi, alla presenza del Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “A. Moro Don Tonino Bello” Prof. Luciano De Chirico e dell’assessore allo sport e cultura di Rutigliano Avv. Giuseppe Rocco Poli, ha messo in scena un saggio che ha visto come protagonisti tutti i bambini delle classi terze.

Gli alunni sono stati  accompagnati dalle maestre Pavone Teresa, Scisci Antonella e dalla promotrice del progetto M^ Rosalba Romanazzi, che durante gli incontri settimanali dell’attività dello Judo, hanno constatato personalmente, che praticare arti marziali, produce negli studenti numerosi benefici ; rende armonioso lo sviluppo di crescita del corpo e della mente, aumenta la capacità di concentrazione, il livello di attenzione e quello di autocontrollo, permette di ottenere a livello scolastico migliori risultati di apprendimento.

Per gli alunni è stato un giorno di festa e di divertimento condiviso dai loro genitori, accorsi alla cerimonia, numerosi ed entusiasti. Da quanto appreso dai resoconti delle famiglie, il progetto ha contribuito ad una maggiore acquisizione di schemi motori, e soprattutto, ha mirato a fortificare il senso della disciplina e del rispetto delle regole di convivenza democratica. La manifestazione, apprezzata dal dirigente, è iniziata e si è conclusa con il saluto corale del judoka: “REI”.

Molto emozionante l’ingresso dei piccoli atleti che, accompagnati dall’Inno Nazionale Italiano, hanno percorso la palestra sventolando bandierine del tricolore italiano.  Subito dopo  si sono susseguiti diversi esercizi di precisi schemi motori, esercizi propedeutici alle arti marziali e per terminare, una piccola dimostrazione di tecniche di Judo applicate alla difesa personale.

Suggestiva la manifestazione teatrale dal titolo, “Stop al bullismo: noi ci difendiamo e lottiamo”, che ha visto come attori tutti i bambini presenti. A chiudere il saggio l’intervento del Tecnico Rosa Gassi che, dopo aver ribadito l’importanza dello Judo nelle scuole, ringraziando il dirigente Prof. De Chirico per aver aderito al Progetto, ha condiviso con tutta la platea, un momento personale gioioso e  significativo, la presenza tra i protagonisti in scena, di suo figlio Graziano, alunno della M^ Rosalba.

ASD Kimuchi

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna