Gio18042019

Last update05:59:57 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  
banner madel nuovo                  banner fast2  



Per gli spazi di pubblicità elettorale e le interviste ai candidati sindaco in campo, contattare la redazione: redazione@rutiglianoonline.it

Back Sei qui: Home Notizie Sport Basket, la Fortitudo Trani batte a domicilio l’Olympia Rutigliano (66-81)

Basket, la Fortitudo Trani batte a domicilio l’Olympia Rutigliano (66-81)

Condividi

olympia-12-3-2019


I ragazzi di Labarile rimangono a galla sino
alla parte finale del 3Q, poi l’allungo tranese


di Michele Rubino

Il terzo confronto stagionale – dopo quelli in regular season – tra Polisportiva Olympia Club Rutigliano e Fortitudo Trani sorride, ancora una volta, ai biancoazzurri di coach Totaro che, nel secondo atto della Poule Promozione, sbancano il Tensostatico con un netto 66 a 81. Triglione e soci, così, si issano in prima piazza nel mini girone staccando tutte le concorrenti; rimandato nuovamente, invece, l’appuntamento con il primo acuto nella post-season per i ragazzi di coach Labarile, bravi a rimanere a galla, al cospetto di un avversario dal valore indiscutibile, sino alla prima parte del terzo quarto. Di lì in poi infatti monologo tranese e, come detto, vittoria in scioltezza.

Sin dai primi minuti di gioco, il copione dell’incontro ha registrato mini-allunghi della compagine della sesta provincia pugliese e pronte repliche dei padroni di casa, apparsi in palla soprattutto nel primo tempo. Se da un lato, infatti, lo strapotere fisico di Rafael Santos nel pitturato e le ottime percentuali dall’arco – con Triglione e Di Lauro subito a segno – hanno, quanto meno inizialmente, rappresentato le armi in più a disposizione del quintetto tranese, dall’altro ci ha pensato la premiata ditta Pavone – Difonzo a tener testa agli avversari nel serrato botta e risposta. Quest’ultimo ha conosciuto la sua prima cesura sul 18-22 in favore degli ospiti: merito, ancora, di Santos – 8 i punti per lui nel 1Q -, abile a replicare alla tripla di Martellotta.

Nel secondo quarto, l’Olympia impatta sulla parità (22-22) ma è una gioia destinata a durare poco perché Trani tenta di premere, prontamente, sull’acceleratore. Logoluso – top scorer di serata con 22 punti – e Barbera fanno male alla difesa rutiglianese ma, nel primo vero momento di difficoltà della serata, è capitan Pavone – 15 punti per lui nel solo primo tempo -a riportare i suoi a contatto (35-37) sfoggiando tutto il repertorio della casa e mantenendo, al contempo , buone percentuali dalla lunetta dei liberi. Il buzzer-beater di Mennuni – splendido step-back con soli 2” prima della sirena -, tuttavia, permette alla Fortitudo di tenere, ad ogni modo, la testa avanti nel punteggio prima dell’intervallo lungo (36-41).

Il terzo periodo si apre con un tentativo d’allungo degli ospiti che, grazie alla tripla di Barbera, si portano sul +8 (40-48). L’Olympia Rutigliano, a questo punto, trova linfa nel britannico Curtly Ferguson che, con quattro punti in fila intervallati da un canestro di Giovinazzi, permette ai suoi di riportarsi a contatto sul -2 (46-48). Trani replica con Triglione, dai 6.75m, e con plurime chance dalla linea della carità per effetto di ripetuti, e se vogliamo sospetti, fischi arbitrali. I liberi di Santos – tre mandati a bersaglio su quattro – portano gli ospiti sul +9 (46-55); nonostante la replica di Ferguson, il quintetto tranese piazza un ulteriore break di 0-8 nella parte conclusiva del 3Q: Logoluso, Mennuni e Triglione colpiscono in rapida successione per il momentaneo 48-63. “Parzialone” ammorbidito, in piccola parte, dalla bomba di Difonzo che vale il 51-63 all’alba del 4Q.

L’ultimo periodo conferma le difficoltà manifestate dai locali nel quarto precedente: l’iniziale 0/3 dall’arco dei tre punti, cui si somma un possesso sfumato per un passi in partenza fischiato a Pavone, è un campanello d’allarme che, inevitabilmente, non lascia trapelare alcun segnale di speranza per un eventuale rimonta. La Fortitudo, guardinga, riesce a mantenere il suo vantaggio stabile oltre la decina e, a quattro minuti dal termine, Santos e Logoluso – entrambi in contropiede-  mettono la partita in ghiaccio (56-73). Nel finale sono le triple di Ferguson – che chiuderà con 21 punti a referto – e Martellotta ad evitare una debacle di entità superiore: il punteggio finale sorride, per 66 a 81, alla Fortitudo.

OLYMPIA RUTIGLIANO – FORTITUDO TRANI 66-81 (18-22; 36-41; 51-63)
OLYMPIA RUTIGLIANO: Pavone 20, Palumbo L., Stano 2, Martellotta 7, Difonzo 11, Giovinazzi 2, Ferguson 21, Silletti 2, Avella 1, Palumbo V. – Coach Labarile; ass. Masotti
FORTITUDO TRANI: Triglione 15, Piemontese, Ciciriello, D’Alfonso, Mennuni 8, Di Lauro 8, Santos 14, Logoluso 22, Alella, Barbera 14 – Coach Totaro; ass. Rasoli
ARBITRI: Desposati; Monopoli.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna