Dom21042019

Last update01:53:32 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  
banner madel nuovo                  banner fast2  




EMO…ZIONATI

Il tuo sangue può ridare la vita. Volontariato e Sport insieme per vincere 
12 maggio 2019 Kartodromo 90 Turi

 


Back Sei qui: Home Notizie Sport Calcio a 5, Virtus Rutigliano k.o. nella tana della capolista CMB (8-3)

Calcio a 5, Virtus Rutigliano k.o. nella tana della capolista CMB (8-3)

Condividi

virtus-cmb

 
Al Pala “Saponara” i granata crollano nella ripresa.
Non basta la doppietta del solito Rotondo


di Michele Rubino

Una Virtus Rutigliano ridimensionata a causa delle assenze cade, nel diciassettesimo turno del campionato di Serie A2 girone C, in quel del Pala “Saponara” di Salandra, tana della capolista Signor Prestito CMB Grassano. Al cospetto dei lucani, gli uomini di Chiaffarato reggono il confronto per più di metà gara – chiudendo, difatti, il primo tempo sotto per 3 a 2-, onde cedere il passo ad inizio ripresa, allorquando Zancanaro e soci – avvantaggiati, anche e soprattutto, dalle ampie rotazioni - hanno premuto sull’acceleratore. Appunti che si traducono nell’8-3 finale con cui la compagine allenata da mister Scarpitti (il CMB, appunto) ha inanellato il terzo successo stagionale su altrettanti confronti con i rutiglianesi – dopo sfida di andata e incrocio in Coppa Serie A2 – e, soprattutto, confermato la propria leadership in graduatoria.

Maggiolini e capitan Ferdinelli – pedine inamovibili del quintetto virtussino – sono le defezioni con cui deve fare i conti mister Chiaffarato che, per l’occasione, sceglie Catalano, tra i pali, Leggiero, Paz, Pozzi e Rotondo. Scarpitti replica con Weber, Zancanaro, Sanchez Tienda, Vega e Vizonan Ferreira. Il CMB preme, sin da subito, alla ricerca del vantaggio ma i primi tentativi, a firma di Vizonan, si infrangono sull’attento Catalano. Al 4’, ad ogni modo, il punteggio si sblocca: Sanchez scappa via in banda sinistra e suggerisce per Vega che, col tacco, infila la porta virtussina per l’1-0. La reazione dagli ospiti giunge sull’asse Rotondo – Paz: sciabolata illuminante del primo per il secondo che, dopo uno splendido aggancio, “spara” addosso a Weber. Quella rutiglianese, tuttavia, è una fiammata sporadica in un avvio a forti tinte grassanesi. Al 9’, in tal senso, giunge puntuale il raddoppio: Caruso orchestra, alla perfezione, una ripartenza e apparecchia per Pulvirenti, lesto ad insaccare, da distanza ravvicinata, il 2-0.

Virtus letteralmente stordita ma scaltra, quando il cronometro segna il minuto 13’49”, ad approfittare della prima amnesia del pomeriggio dei padroni di casa: Leggiero intercetta la sfera in banda destra e illumina per Paz che, stavolta, batte Weber a tu per tu e riapre i giochi (2-1). Passano soli quattro minuti e l’esperto portiere brasiliano, nel tentativo di disinnescare uno scavetto del furetto spagnolo, tocca con le mani fuori area: punizione da posizione ghiotta per i granata. Sul pallone si presenta Rotondo che, con una botta tanto potente quanto precisa, toglie la ragnatela dall’angolino e fa 2-2. La girandola di emozioni non si esaurisce qui: a due secondi dall’intervallo, un tiro-cross di Calderolli – proveniente dalla corsia di destra- trova la deviazione vincente, con l’esterno del piede, di Sanchez per il 3 a 2 con cui si chiude uno scoppiettante primo tempo.

I fuochi d’artificio proseguono nella ripresa. Zancanaro, a 1’48”, prova a ristabilire la doppia lunghezza di vantaggio ma, a distanza di sessanta secondi, Paolo Rotondo pesca letteralmente il jolly dal mazzo: da posizione defilata, il calcettista conversanese disegna una traiettoria strepitosa che “bacia” il palo e trafigge l’immobile Weber per il 4-3. La verve virtussina, tuttavia, è destinata, ben presto, a spegnersi complice il letale uno-due con cui, a cavallo tra il 5’ ed il 7’, il CMB getta le fondamenta per la vittoria.

Catalano capitola, prima, sul missile da fuori area di Zancanaro e poi sul tap-in, comodo, di Vizonan su invito a nozze di Sanchez. Il margine di vantaggio dei locali diviene ancor più rassicurante a metà frazione esatta, ovvero quando Castrogiovanni sigla la rete del 7-3. Chiaffarato, a questo punto, si gioca la carta del quinto di movimento inserendo Pozzi con la maglia “buco”. A 13’52”, però, Vizonan irrompe nel possesso virtussino e, ad epilogo di un batti e ribatti, realizza l’8-3. La Virtus Rutigliano cerca, sino all’ultimo, di ammorbidire il passivo ma Weber chiude la saracinesca sulle conclusioni di Leggiero e Rotondo congelando, così, l’8-3 sino alla sirena.
SIGNOR PRESTITO CMB GRASSANO – VIRTUS RUTIGLIANO 8-3 (3-2 p.t.).

CMB GRASSANO : Weber, Zancanaro, Sanchez, Vizonan Ferreira, Vega; Calderolli, Pulvirenti, Nardolillo, Caruso, Castrogiovanni, Giannace; all. Scarpitti.
VIRTUS RUTIGLIANO: Catalano, Leggiero, Paz, Pozzi e Rotondo; Lauro, Di Benedetto, Loiotine, Pisanti, Primavera; all. Chiaffarato.
ARBITRI: Petrillo (Catanzaro), Cozza (Cosenza)
RETI: 4’01” p.t. Vega (C), 8’51” Pulvirenti (C), 13’ 49” Paz (V), 17’53” Rotondo (V), 1’48” s.t. Zancanaro (C), 2’37” Rotondo (V), 5’33” Zancanaro (C), 7’05” Vizonan (C), 10’00” Castrogiovanni (C), 14’52” Vizonan (C)
AMMONITI: Weber, Vega, Caruso (C) – Paz, Rotondo, Primavera (V)

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna