Lun25092017

Last update04:33:16 PM

banner conad 2016 grafica guarnieri banner banner florio service
banner comune estate 2017            banner sagra uva 2017

 

 

 

 

 


rutiglianonline  uvitaly banner 03                                                                                     Sostieni rutiglianoonline
arborea banner 2    banner orto ritrovato
Back Sei qui: Home Notizie Politica A Rutigliano vince Renzi, ma di poco avanti ad Emiliano

A Rutigliano vince Renzi, ma di poco avanti ad Emiliano

Condividi

priarie-pd-2017


Che sarebbe stato Renzi a vincere, anzi, a stravincere a livello nazionale, era scontatissimo; l’incertezza di queste primarie era sul dato dell’affluenza alle urne dopo la sconfitta del referendum e alle amministrative, la fuoriuscita dal governo del segretario riconfermato e la scissione. Quindi, cominciamo da qui, dall’affluenza.

A Rutigliano hanno votato 457 elettori, 315 sono stati nelle omologhe primarie del dicembre 2013. La consultazione si è svolta nella sala consiliare dalle 8:00 alle 20:00. Schede valide 433, nulle 14 (12 delle quali votate Emiliano). Voti candidati: Renzi 215 48,5% (percentuale calcolata sui voti validi), Emiliano 193 43,5 %, Orlando 35 7,9%. priarie-pd-2017-1

Michele Emiliano era appoggiato da tre liste: Emiliano per l’Italia (40 voti), Noi per Emiliano (8), La Puglia per Emiliano (145). Le tre liste hanno penalizzato il candidato pugliese perché l’elettore doveva votare soprattutto la lista per i delegati all’Assemblea Nazionale. Emiliano è stato l’unico a presentare più liste, il voto solo sul suo nome, senza l’indicazione di lista ha annullato la scheda per l’impossibilità di attribuire il voto a una delle tre liste; il voto a una delle tre liste, invece, si trascinava quello al presidente.

Gli altri due candidati questo problema non l’hanno avuto avendo presentato una sola lista, per cui il voto al solo candidato valeva automaticamente anche per la lista. Senza questo problema Emiliano avrebbe preso 12 voti in più stringendo Renzi col 45%. Nonostante tutto, Emiliano ha ottenuto uno straordinario risultato a Rutigliano e soprattutto in provincia di Bari, 64%, 28 Renzi, 8 Orlando.

Il dato della Puglia, per Emiliano è poco sopra il 50%, Renzi 35, Orlando 15. E’ la città di Bari, guidata da Antonio Decaro, che lo ha deluso un po’, qui Emiliano non supera il 50%, si ferma al 49,7%, Renzi ottiene un 44,7%, Orlando il 5,6. Sul piano dell’affluenza, però, la Puglpriarie-pd-2017-2ia è in controtendenza rispetto a quella nazionale, con 140mila votanti ha superato il dato del 2013 (123mila) quando, a livello nazionale, si è registrata una partecipazione al voto che ha sfiorato i 3 milioni di elettori.

Tornando a Rutigliano c’è da dire ancora che 142 elettori in più rispetto al 2013 non è un grande risultato sul piano dell’affluenza se si considera che allora gli iscritti al partito erano 78, oggi sono 109. Se pure si tiene presente che decine di elettori sono stati “portati” al seggio da un consigliere di maggioranza, quel 45% di votanti in più sul 2013 perde di qualche significato circa l’appeal in sé delle primarie PD 2017 a Rutigliano.

Tutto sommato, le primarie non decollano a Rutigliano. «Le primarie a Rutigliano, indipendentemente dal voto del 2013, si sono sempre attestate su votanti cha andavano dai 450 ai 550» ci ha risposto Francesco Tarulli, segretario della locale sezione del PD. «Queste del segretario nazionale hanno avuto un incremento; tu dici che, ovviamente, ci sono stati degli apporti esterni e questo, secondo me, a causa della velocità con la quale queste primarie sono state convocate se pensiamo che si sono fatte appena tre settimane di campagna elettorale» ha detto ancora il segretario.

«Bisogna forse tenere presente -ha aggiunto Tarulli-  che il popolo del Partito democratico è chiamato anche a distanza di pochi mesi a rinnovare questo esperimento democratico importantissimo che, ovviamente, a mio modo di vedere, va in qualche modo rivisto». Il metodo delle primarie? «Il metodo delle primarie, va regolato in una maniera molto più precisa». «Ovviamente siamo soddisfatti di quello che è stato fatto -ha concluso il segretario- perché, quanto meno si è mantenuto il numero degli elettori in linea con le primarie degli altri anni».


priarie-pd-2017-3



Commenti  

 
+3 # Backman 2017-05-04 15:24
Quello che non capisco è come si possa dire che sia democrazia!
Esempio: Io, uomo di destra e prossimo candidato della dx, non posso votare alle primarie del PD, perchè ho una tessera di partito. Tra i candidati alle primarie del PD c'è Pippo e Pluto. Pluto è in gamba e in un confronto con lui, perderei...ment re con Pippo vincerei facile! Allora prendo il mio elettorato di dx, che non è iscritto a nessun partito e può votare alle primarie del PD e lo faccio votare in blocco alle primarie del PD, in modo che vinca Pippo. Alla fine il candidato del PD sarà Pippo...quello con cui si vince facile!
Io questa democrazia non la capisco...
Chi è il consigliere che ha organizzato tutto questo....bo!
Che dire..."il sole è salute" ma alle volte provoca l'insolazione.. .a quelli del PD! GRANDI!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+11 # Linda Lovelace 2017-05-04 10:05
"Se pure si tiene presente che decine di elettori sono stati “portati” al seggio da un consigliere di maggioranza" (citazione)
Chi è questo consigliere di maggioranza ? Difronte a questa grave affermazione cosa hanno da dire il segretario del PD e la maggioranza politica di Romagno ?
Immigrati portatai ai seggi, truppe cammellate di destra...
Queste primarie non sono un'esercizio di "democrazia", sono una farsa.
Scandalosi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+5 # cittadino 2017-05-03 15:35
Quando in una corsia di ospedale ,parlando, ho incontrato un ragazzo che,sfogandosi non vedeva l'ora non di andarsene ma di scappare dall'italia ho capito che tutti noi abbiamo fallito (altro che primarie ) e chi ha fallito in primis è il capo famiglia, il buon padre di famiglia di una società ovvero lo stato : non riusciamo a cambiare mentalità o, forse, non vogliamo per interesse.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+8 # trifone 2017-05-03 12:39
Renzi chi??? Quello che se perdeva il referendum lasciava la politica? certo un tipo affidabile.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+8 # strano 2017-05-02 16:49
numero degli elettori mantenuto dai numerosi simpatizzanti di dx che hanno partecipato al voto.
Strano che l'esercito messo in campo da Emiliano...non ha dato i suoi frutti a Rutigliano....f orse è arrivato il momento per loro di rimettere le armi e darsi ad altro...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+1 # tipiacevincerefacile 2017-05-02 16:03
«Ovviamente siamo soddisfatti di quello che è stato fatto -ha concluso il segretario- perché, quanto meno si è mantenuto il numero degli elettori in linea con le primarie degli altri anni»

Certo dopo tutti i danni fatti a livello nazionale, ottenere gli stessi voti è un grande successo. Forse, però, è anche segno che gli italiani, e i rutiglianesi nello specifico, hanno quantomeno poco senso critico
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # cittadino 2017-05-02 15:29
esperimento democratico importantissimo è quello di andare tutti al voto nazionale dopo il referendum che ha sancito il fallimento politico , il resto è noia e voglia di non cambiare.......
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+1 # DP 2017-05-02 14:53
continuo a non capire il PD soprattutto a Rutigliano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # Gjoka Jouer 2017-05-02 08:52
Grazi pd rutigliano e bello renzi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna