Ven17112017

Last update05:32:29 PM

banner conad 2016 grafica guarnieri banner banner bernardino
banner franco larizza  banner fast2  
 
Back Sei qui: Home Notizie Politica Il consigliere Vincenzo Damato chiede scusa per le dichiarazioni rilasciate a LA7

Il consigliere Vincenzo Damato chiede scusa per le dichiarazioni rilasciate a LA7

Condividi

vincenzo-damato


In relazione all'intervista da lui rilasciata a LA7 il 3 aprile scorso, il consigliere comunale Vincenzo Damato ieri pomeriggio, in apertura del consiglio comunale, ha letto una dichiarazione -che qui sotto pubblichiamo- con la quale ha chiesto scusa alla famiglia della bracciante Paola Clemente, morta mentre lavorava in un impianto di uva da tavola ad Andria due anni fa, e ha precisato le sue parole sul lavoro in campagna, il caldo e la "sauna".



Dichiarazione del consigliere Vincenzo Damato

«Ho chiesto la parola, per poter chiarire la mia posizione riguardo l'intervista andata in onda il 5 aprile su La7.
Chiedo scusa se le mie parole possono aver offeso la sensibilità di alcuni, soprattutto chiedo scusa ai familiari della Signora Paola Clemente.
Il frammento andato in onda il 5 aprile nella trasmissione "La Gabbia" trasmesso su La7 è stato tagliato, e da qui deriva il fatto che le mie parole siano potute essere fraintese e non ben capite.

Ho già fatto richiesta alla trasmissione per poter avere la trascrizione integrale dell'intervista rilasciata al Dott. Lupo anche al fine di valutare l'opportunità di intraprendere eventuali azioni. Qui con me ho gli atti che testimoniano la mia richiesta.
Non era mia intenzione offendere nessuno, sulla morte della Signora Clemente c'è una indagine della Magistratura a far luce sulle cause del decesso e non è mia intenzione entrare nel merito.

La mia ironia sulle saune era data dalla concitazione del momento e volevo solo sottolineare che in estate chi lavora in campagna sa bene che le temperature si aggirano tra i 30 e i 40 gradi e questo credo sia risaputo e sotto gli occhi di tutti.
Detto ciò, rinnovo le scuse alla famiglia e a chi si è sentito offeso per le mie dichiarazioni, ribadendo che non erano assolutamente volte ad offendere nessuno e sarò più attento e moderato nei prossimi interventi, precisando che ogni dichiarazione fatta è stata rilasciata a titolo personale e non in veste istituzionale».


Commenti  

 
+2 # cittadino2 2017-04-25 11:56
caro cittadino,hai sottolineato una semplificazione dell'aria politica di questa nazione che mi piace molto; siamo in un circo dove le regole sono date dai circensi e noi , poveri animali , dobbiamo sottostare alle loro regole per far divertire o gioire il pubblico che ci " governa "che , "mangiando e bevendo" non pensano a darci la serenità della vita che ci spetta , * , E' una disamina triste perchè l'unica via di uscita è il cambiamento di mentalità della generazione che potrà avvenire ,se avverrà , fra decenni. grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+4 # Backman 2017-04-24 10:25
Caro kkkk, non è che metterci la faccia dia più valore alle cose che si dicono o si fanno. Pensa un pò che il "voto", massima espressione della democrazia, è segreto: non è richiesto metterci la faccia. Chi invece si fa votare, ci DEVE mettere la faccia e deve essere più che consapevole di quale ruolo andrà a svolgere. Quando si diventa un personaggio pubblico, cambiano le regole del gioco. In questo caso, non ho condannato nè giudicato il tuo amico Vincenzo in quanto "privato cittadino", ma come consigliere comunale, e ritengo che debba necessariamente lasciare il ruolo che svolge. Come, sempre per l'operato Di uomo pubblico" l'ho chiesto le dimissioni del sindaco, ma sarebbe anche il caso di tutta la nostra amministrazione . Infine una piccola domanda: kk è il Tuo nome e kk il Tuo cognome? Oppure il contrario? Dato che anche Tu vedo che esprimi le Tue idee mettendoci la faccia!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-5 # kkkk 2017-04-23 12:19
per Backman....anch e tu sei di quelli che GIUDICANO E CONDANNANO senza farti vedere e senza operare......al meno l'amico VINCENZO ha il coraggio di dirle le cose...forse in modo sbagliato...... ma senza malizia e falsita'....... ..e poi ha anche il coraggio e l'umilta' di chiedere SCUSA
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+8 # Cittadino 2017-04-22 11:54
Ormai siamo al colmo della confusione in questo cosiglio comunale . Dopo una crisi durata mesi la crisi continua e non si capisce perche si e'risolta . Chi non era d'accordo ora difende chi era d'accordo ora non parla . Le solite risse personali che non sevono a nulla . I problemi seri non vengono affrontati e capiti . Sembra di stare ad assistere ad uno spettacolo di circo equestre
Molta c onfusione , poca competenza e responsabilita e sopratutto nessuna voglia di pensare al nostro paese . Il paese ringrazia per l'impegno.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+1 # obbiettivo 2017-04-22 10:47
Siamo obbiettivi. La politica è fatta di numeri e ce lo stanno insegnando in questo periodo i consiglieri comunali, l'importante è alzare la mano ed approvare i punti all'odg senza che ci sia una motivata e costruttiva discussione politica. Su nove consiglieri di maggioranza a prendere la parola e a comporre frasi di senso compiuto sono sempre gli stessi. In consiglio comunale, abbiamo assistito all’ ennesima dimostrazione di come i consiglieri di maggioranza siano dietro gli scranni di palazzo civico solo per dovere di presenza.La seduta passata ha visto il continuo e pesante attacco dell'opposizion e verso i consiglieri di maggioranza che silenziosamente hanno incassato. A salvarli la voce della consigliera comunale Donatella Lamparelli che funge da un pò di tempo da contraccolpo agli attacchi ed insulti. Un richiamo ai consiglieri è d'obbligo perchè sovente si assiste ai consigli comunalì la cui buona parte è dedita più alle risse verbali che alla concretezza dei fatti e soluzioni
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+1 # Rivotatelo 2017-04-22 10:05
Ascoltavo una mamma parlare a suo figlio e spiegare, a un bimbo di 7 anni, che non esiste la colpa, ma la responsabilità. Mamma ho rotto il bicchiere, è colpa mia.no, è una tua responsabilità. Mi aspettavo, ma chi prendo in giro, nn me lo aspettavo per nulla, una presa di responsabilità, sua come del consiglio comunale. Ma che ci vuoi fare, meglio restare piccoli, e cercare la colpa che prendersi una sana responsabilità. Buona sauna a tutti che tra un po arrivano i sanificanti suffumigi rutiglianesi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+6 # Che figura di... 2017-04-21 15:17
* io,ma credo anche tanti altri della categoria, non mi sento x niente rappresentanto dai soggetti visti nel video...Le battaglie si fanno con i contenuti,non solo per sbandierare i colori politici...In particolare l'illustrussimo onorevole Altieri,non aveva nulla da dire?Non gli avevano preparato alcun discorso!!!
P.s. sono curioso di conoscere i componenti ed i fondatori di questo movimento degli agricoltori.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+5 # cirisiamo 2017-04-21 13:34
Doverosa la dichiarazione esposta dal consigliere Damato dopo il putiferio che è successo. Il consiglio comunale di ieri ha visto nuovamente la maggioranza barcollare sui punti discussi.Tra i banchi della minoranza i consiglieri hanno denunciato i consiglieri della maggioranza di poca propensione al dialogo ed al confronto politico (come non dargli torto). Sulla mozione presentata dal partito democratico sul piano urbano della mobilità sostenibile silenzi assordanti, nessuna dichiarazione, qualche sbadiglio teste penzolanti, l'unica a prendere la parola la "coraggiosa" (nomignolo affibbiatole dalla minoranza) consigliera Lamparelli. Forse sarebbe meglio, al fine di evitare queste pessime figure che gli attuali amministratori comincino a pensare ad una dignitosa via di fuga per manifesta insoddisfazione al ruolo conferitogli. Non me ne vogliate ma questo è lo scenario che con assiduità, vediamo in consiglio comunale.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+8 # Backman 2017-04-21 08:17
* TI DEVI DIMETTERE! Senza "se" e senza "ma". Chi sbaglia paga! Hai sbagliato e ti devi dimettere.
Al momento invece, stiamo parlando di "parole fraintese" e pezzi di intervista "tagliati". Ma pensi che i rutiglianesi siano idioti?
*
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna