Lun05122022

Last update03:59:21 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel 2022

   

 

Back Sei qui: Home Notizie Politica La destra a Rutigliano vince ma non sfonda, la sinistra aumenta i voti ma perde

La destra a Rutigliano vince ma non sfonda, la sinistra aumenta i voti ma perde

Condividi

analisi-voto-politiche-2022

 

di Gianni Nicastro

Dov’è il problema? Qual è l’elemento cruciale che ha fatto vincere Giorgia Meloni e la destra-centro a Rutigliano e a livello nazionale? Il problema è quello di sempre, quello storicamente sclerotizzato: la divisione, la mancanza di unità tra le forze politiche che si oppongono alla destra, oggi sempre più nera e, addirittura, al governo nazionale. Se Sergio Mattarella avesse saputo che gli sarebbe capitato di incaricare una postfascista alla formazione del governo nazionale, il secondo mandato alla presidenza della repubblica forse non lo avrebbe accettato.

Al di là della straordinaria performance elettorale di FDI, che dal 4,35% del 2018 arriva al 26% del 2022, in realtà la destra-centro è minoritaria rispetto a tutta l’area politica che gli si poteva potenzialmente opporre, questo sia a livello nazionale che locale. A portare la destra-centro della Meloni al governo non sono stati gli elettori, è stata un’inguardabile, indifendibile, legge elettorale, il “rosatellum”, escogitato dalle menti eccelse del Partito Democratico, una legge che avrebbe dovuto favorire lo stesso PD (come il “porcellum” ha favorito il centrodestra), ma che si è ritorta contro il PD per la seconda volta. Ritengo non ci sia nulla di più politicamente idiota che un partito posa fare.

Con una legge elettorale proporzionale, su cui pure si è cominciato a discutere qualche tempo fa, oggi l’incarico Mattarella glielo avrebbe dato a Enrico Letta, perché la maggioranza si sarebbe formata in parlamento dove centrosinistra, M5S e Calenda avrebbero predominato col loro 49,32% di fronte al 43,32% imbarcato ieri dalla destra-centro meloniana. Altrettanto idiota, sempre politicamente parlando (“agenda Draghi”, caduta del governo Draghi…), è stata la chiusura del PD, e di Letta in modo particolare, ad una alleanza con i 5Stelle.

Qualche settimana prima delle elezioni, una società demoscopica aveva sondato, presso gli elettori, l’appeal elettorale del “campo largo” sul quale il PD stava lavorando durante il governo Conte2; il risultato è stato 49% al campo largo, 45% al centrodestra, più o meno i risultati che le elezioni di ieri hanno prodotto. Ci sarebbe da aspettarsi che non solo Letta, ma l’intero PD chieda scusa agli italiani, ai sinceri democratici, ai tanti antifascisti ed elettori di sinistra che meritavano ben altro e ora stanno per ritrovarsi governati da chi ha sbraitato a favore di VOX, partito di estrema destra spagnolo, reazionario e filo franchista, da una che condivide le idee liberticide di Viktor Orbán, presidente dell’Ungheria, nazione ultimamente dichiarata non democratica dal parlamento europeo; da una che vuole il presidenzialismo alla Donald Trump e per questo metterà mano alla Costituzione, come ha minaciato di fare durante tutta la campagna elettorale.  Insomma, peggio di così non poteva finire e l’area mesta, da cane bastonato, di Enrico Letta che abbiamo visto -estremamente solo- in conferenza stampa stamattina è il tragico epilogo di queste elezioni per un Partito Democratico la cui unica, magra, consolazione, da ieri, è quella di essere il «maggior partito di opposizione».

A livello locale, la candidatura di Matteo Colamussi, al di là che sia eletto o no, non ha particolarmente brillato. E’ vero, FDI passa dai 155 voti del 2018 ai 2379 voti di ieri -il 30,37%- un salto straordinario; ma la coalizione di destra-centro ieri ha preso 3331 voti, solo 416 voti in più rispetto ai 2915 voti presi a Rutigliano dal centrodestra nel 2018. C’è da dire che FDI è andato bene in tutti i diciassette comuni del collegio uninominale/plurinominale Puglia 2, dove ha preso tra il 25 e il 30%. A Rutigliano ha preso il 30,37%, ma a Ruvo di Puglia il risultato è stato maggiore: 30,73%. Insomma, la candidatura di Matteo Colamussi ha, certo, trascinato, ma non ha sfondato. Chi ha sfondato senza vincere a Rutigliano, più che a livello nazionale, è il centrosinistra e il M5S che insieme sommano 4050 voti, cioè il 51,7%; se si aggiungono i voti di Calenda, l’area opposta alla destra-centro a Rutigliano arriva al 55,02%, oltre la maggioranza assoluta.

La performance elettorale del M5S è stata eccezionale anche questa volta, non tanto per il dato in sé, comunque buono ma molto meno del 2018, quanto per i vari bookmaker che nei mesi scorsi lo hanno insistentemente dato in caduta libera, defunto, sepolto. Così non è stato, e la tenuta del M5S ha fatto da argine all’onda nera dell’estrema destra. A Rutigliano, poi, il partito di Giuseppe Conte non solo ha superato abbondantemente il PD, ha da solo preso più voti dell’intero centrosinistra avendo un solo consigliere comunale e a fronte di una amministrazione monocolore PD.

L’altro dato interessante è il tracollo della Lega di Salvini e Nuccio Altieri che si riduce da 728 voti del 2018 ai 292 voti di ieri. Forza Italia resiste, ma ne esce malconcia anche lei a Rutigliano con i 633 voti presi ieri rispetto ai 1145 voti del 2018. Da cinque anni fa a ieri il PD a Rutigliano i voti li ha aumentati, passa da 1326 a 1508, 182 voti in più probabilmente arrivati dal soccorso elettorale del consigliere di maggioranza Diego Difino.

 

 

Commenti  

 
-11 # Gianni Nicastro 2022-09-29 15:25
Citazione direttore caro:
guardi che la sinistra, 5 Stelle e il Terzo Polo, sono partiti distaccati. Che razza di analisi fa?

PD, terzo polo e 5Stelle, questo è il "campo largo" su cui stava lavorando Letta a giugno scorso, dopo la vittoria del centrosinistra alle amministrative, vittora dovuta proprio alla politica delle alleanze nei comuni. Ecco, infatti, quello che ha detto Letta allora: «Il commento è che alla fine paga la linearità e la serietà: vinciamo perché la responsabilità è più importante di tutto, in questo momento difficile serve una politica che sia seria e lineare. Il campo largo è stato preso in giro ma questa strategia paga».
Il 25 settembre scorso gli elettori hanno dato al "campo largo" la maggioranza assoluta, il "rosatellum" ha dato, invece, la maggioranza dei seggi alla destra della Meloni. Con una legge elettorale proporzionale oggi avremmo potuto avere un governo che sarebbe andato dal PD alla sinistra, passando per 5Stelle e terzo polo... e la Meloni, con la sua guerra contro i poveri, all'opposizione.
Ti consiglio di essere meno saccente e, non dico di studiare di più, ma almeno di leggere qualche giornale, ogni tanto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+15 # direttore caro 2022-09-29 20:16
Non sono andati insieme il 25 e non possono essere considerati campo largo ne prima, ne ora, ne mai
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+15 # direttore caro 2022-09-29 14:32
guardi che la sinistra, 5 Stelle e il Terzo Polo, sono partiti distaccati. Che razza di analisi fa?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+18 # Spiderman 2022-09-28 21:21
Se invece difino ha ancora voti, per il PD è stato un vero disastro. Se così fosse, votare SUBITO
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+15 # Putin 2022-09-29 10:29
Spero che il sindaco un'assemblea pubblica per l'esame del voto. Non ne faranno mai una vera !!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+14 # Spiderman 2022-09-28 21:17
1500 voti al PD, o difino non ha più voti e quindi il PD ha stravinto
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+20 # Spiderman 2022-09-28 20:54
La peggiore figura di m... è stata la mancata pubblicazione sul sito del comune dei dati elettorali
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-22 # FAL 2022-09-28 11:17
Ma Matteo non ce l'ha fatta??? Nonostante l'appoggio dei sindaci degli ultimi 40 anni e l'armata cdx
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+18 # Ignorante 2022-09-28 13:32
Tu non capisci neanche la legge elettorale e neanche cosa significhi il M5S in Puglia.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+4 # Fal 2022-09-28 17:01
Spiegamela tu, che hai votato uno al 4 posto che non ce l'avrebbe mai fatta...chicken
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+14 # Garibaldi 2022-09-28 21:46
Ne devi attaccare ancora manifesti ai 5 stelle x capire le strategie politiche.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+15 # Ignorante 2022-09-28 17:35
Ripeto non capisci nulla neanche di politica e di cosa dovrebbe essere un candidato per il partito
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+27 # Putin 2022-09-27 18:11
Ma Difino ha ancora il suo rappresentante in giunta ? Gigante ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+29 # Ciccio 2022-09-27 13:22
Ma a Difino chi glielo fatto fare *...e non se ne rende conto. ASSURDO
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+33 # leggi bene 2022-09-27 17:42
DIFINIO ....mandali a casa..... liberaci ...... stacca la spina
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+29 # Vito P. 2022-09-27 13:20
Il Pd ha floppato alla grande e si è salvato grazie a Difino ancora una volta
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+18 # LETTierA 2022-09-28 20:07
Difino ha votato Lacarra non il PD. *
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+36 # leggi bene 2022-09-27 11:56
umiltà..... BAMBINI.... lodice anche Checco....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+31 # piripino 2022-09-27 11:38
ancora a rimuginare stanno.....ognu no ai paesi suoi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+30 # delusione 2022-09-27 10:11
flop del partito democratico locale .non può valere solo 182 voti il gruppo vicino a difino
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+39 # Cittadino 2022-09-27 08:48
In un sistema democratico, l'alternanza è nel suo DNA, piaccia o no. Altrimenti, vi è dittatura
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+18 # Grazie Matteo 2022-09-26 22:38
Un grazie a Matteo Colamussi che ha contrastato il centrodestra dall'interno
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-20 # Cittadino 2022-09-26 21:17
Analisi lucida direttore,a livello nazionale ,la destra ha preso gli stessi voti del 2018
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+22 # Putin 2022-09-26 20:57
Diego Difino vale 182 voti ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+12 # Putin 2022-09-26 22:19
Vale solo 182 voti ? Non credo !!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+26 # Leggi bene 2022-09-27 10:19
Difino vale almeno 300 voti , il direttivo (comitiva) del PD deve dimettersi ,
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+22 # Putin 2022-09-27 18:13
Non soltanto il direttivo, ma anche la inesistente giunta politicamente
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna