Mer08122021

Last update06:02:23 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner2 nuovo madel

  banner giardini 900 2  

 

banner verna rifatto 

                banner-meraviglie-pulito-studio2

 banner-compra-natale-2021

banner bella e naturale
banner angel-devils 2020
banner overkids 2021

banner glam 3


banner fantasie del corso
 banner gio collection2
banner mya store
 banner odusia libreria
 banner la cocinella 2021

 banner pagliarulo 2021
 banner caseificio dalba  banner mediaphone 2021
     
Back Sei qui: Home Notizie Politica Errata corrige su “Non sono la stampella del Partito Democratico...”

Errata corrige su “Non sono la stampella del Partito Democratico...”

Condividi

errata-corrige-su-dichiarazioni

 

Ieri mattina un’amica mi ha parlato di un post che il consigliere Francesco Tarulli ha scritto il 7 luglio scorso sulla sua pagina Facebook, giustamente polemico con “una testata locale”, cioè con Rutiglianoonline, in merito all’articolo da me scritto “Non sono la stampella del Partito democratico, parla il consigliere Diego Difino”.

Sono andato sulla sua pagina e ho letto il post del quale qui riporto l'incipit: «“Dal consigliere Francesco Tarulli Difino è stato accusato di complottare con l’opposizione.” Rimango davvero perplesso dalla superficialità con la quale una testata locale, in merito al consiglio comunale del 25 Maggio scorso, riporti una notizia totalmente inesatta».
La notizia non è “totalmente inesatta”, inesatto è stato attribuire quella “accusa” al consigliere Tarulli.

Non è stato, infatti, il consigliere Tarulli a dire quelle cose, è stato il consigliere che è intervenuto subito dopo di lui nel consiglio comunale del 25 maggio scorso, quello sul bilancio di previsione. Si tratta del consigliere Francesco Sorino, che ha detto: «Consigliere Difino, mentre lei era impegnato a tramare con l’opposizione, da mesi ormai, noi seguivamo il PEBA…».

La “notizia” che dalla maggioranza sia arrivata l’accusa di “tramare”, o “complottare”, con l’opposizione, dunque, era vera; l’errore è stato attribuire quella frase al consigliere Tarulli anziché al consigliere Sorino.
Mi scuso con il consigliere Tarulli per l’errore di attribuzione.

Gianni Nicastro

 

 

commenti temporaneamente sospesi