Lun30112020

Last update02:40:54 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner2 nuovo madel

  banner giardini 900 2  




banner verna rifatto                  banner meraviglie pulito
Back Sei qui: Home Notizie Politica Contributi all'editoria, l'amministrazione non coinvolge le librerie rutiglianesi

Contributi all'editoria, l'amministrazione non coinvolge le librerie rutiglianesi

Condividi

M5S-per-editoria

 

L’Amministrazione Valenzano ha ottenuto un finanziamento pari a 10.000 €, stanziato dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, per l’acquisto di nuovi libri per la biblioteca comunale.

L’iniziativa è finalizzata a sostenere l’intera filiera dell’editoria libraria con particolare riferimento alle attività del territorio, difatti il 70% delle risorse assegnate a ciascun Comune deve essere impegnato con acquisti di libri presso tre diverse librerie presenti nel territorio della città metropolitana, della provincia, nonché, in ultima istanza, della regione.

A tal fine è stato predisposto un avviso pubblico per la formazione di un elenco di operatori economici da cui provvedere all’acquisto dei libri. La nostra Amministrazione si è spinta oltre, chiedendo ai cittadini di suggerire titoli e argomenti per i testi da comprare.

Peccato si sia dimenticata di dare la giusta risonanza all’avviso più importante, quello relativo ai fornitori dei libri. Questo, infatti, non è stato pubblicato nella sezione degli avvisi del sito internet del Comune, né sui Social, dove il Sindaco è solito comunicare ogni iniziativa dell’Amministrazione.

Non a caso, delle quattro librerie rutiglianesi che avrebbero potuto proporsi, solo una risulta nell’elenco fornitori (accompagnata da attività di Bari, Mola di Bari, Martina Franca, Acquaviva delle Fonti). Le altre tre non erano neanche a conoscenza di quest’opportunità!

In un momento di crisi economica come quello che la nostra comunità sta vivendo per via dell’emergenza Covid-19, riteniamo sarebbe stato importante dare supporto a tutte le librerie del paese.

Il Sindaco e l’Assessore alla Cultura avrebbero potuto dimostrare una maggiore attenzione alle realtà rutiglianesi, avvisandole di questa occasione per farle partecipare all'avviso oppure, come fatto da altri Amministratori, utilizzando l'affidamento diretto, così come anche il Decreto ministeriale lasciava prevedere.

Una dinamica, questa, che ricorda quella dell’avviso pubblico per i contributi alle attività del centro storico, quando solo pochi eletti vennero a conoscenza della possibilità di ricevere un compenso dal Comune.

In quel caso, a seguito delle lamentele di commercianti ed artigiani, è stato possibile riaprire l’avviso a nuove richieste. Questa volta, invece, non ci sarà rimedio alla superficialità dei nostri Amministratori e, a pagarne le conseguenze, saranno, come sempre, i cittadini rutiglianesi.

Movimento 5 Stelle Rutigliano

M5S-per-editoria-1

 

 

Commenti  

 
-2 # Gigi 2020-11-19 02:42
Diego Difino sindaco, l'unico degno di questa manica di..
 
 
+9 # verità 2020-11-16 17:24
Però, basta scrivere sui social che l'amministrazio ne provvede: riaperti i termini per presentare le istanze.
Scusi sig sindaco, prima chieda ai social come compilare gli atti e poi fai preparare le determine, eviteresti inutili polemiche e avresti atti fatti bene :lol:
 
 
+6 # Il direttore 2020-11-13 14:25
Citazione Vitino 1:
Apprezzabile il gesto caro Palmino, ma è tutto di facciata... E' d'accordo Direttore?!?!


Io non so di quali incarichi lei stia parlando; nel caso, di sicuro si tratterebbe di incarichi politici. Ma, al di là di queste sue insinuazioni -che lasciano il tempo che trovano- un tentativo, da parte dell'amministra zione, di imbarcare Palmino in maggioiranza c'è stato. Io non so se Beppe, alla fine, vorrà portare in maggioranza il M5S. Nel caso dovesse succedere, non ci vedrei nulla di scandaloso alla luce del rapporto che c'è tra centrosinistra e 5S al governo e in alcune regioni. Potrei, personalmente, non essere d'accordo, ma ci sta, è nella dialettica politica. Il problema è che non c'è posto, i cinque assessori son saldamente incollati alle poltroncine assessorili; il pesidente del consiglio, poi, non solo è incollato, è pure inchiodato.
Quindi, non credo ci sia lo spazio per un ingresso di questo tipo; a meno che... uno, o due, consiglieri rompano con la maggioranza e allora, colla o non colla, qualcono la poltroncina sarà costretto a lasciarla.
 
 
-5 # amicodibeppe 2020-11-13 16:47
Egregio direttore io ho votato il M5S non per trovarmi a governare con il partito democratico.. beppe ha sempre detto che siamo diversi..per me come per altri elettorali sarebbe un tradimento..Bis ogna essere coerenti!!!
allora è vero che è a caccia di poltrone!!!
 
 
+5 # Il direttore 2020-11-13 17:29
"amicodibeppe", forse non ha letto bene il mio commento.
 
 
+1 # Cambianento 2 2020-11-13 15:06
Si riferisce all'avvocato???
 
 
-3 # Vitino 1 2020-11-13 13:36
Apprezzabile il gesto caro Palmino, ma è tutto di facciata in quanto cari pentastellati se ancora non lo avete capito ho saputo il nostro caro candidato sindaco si è oramai stabilizzato in comune per chissà quali incaricati e richieste fatte ho avute dall' amministrazione per reggerla quanto più a lungo possibile. E' allora se siamo scaltri a questo gioco politico personale dovremmo mettere un freno quanto prima. E' d'accordo Direttore?!?!
 
 
+2 # amicodibeppe 2020-11-13 09:53
Finalmente si ritorna a fare opposizione.. Cosi beppe ci piaci, in passato qualcuno vociferava che eri in cerca di poltrone in maggioranza..Pe rsonalmente non ho mai creduto alla falsità delle persone..Beppe dimostra a questa amministrazione tutte le lacune e mandali a casa quanto prima! W M5S
 

Per commentare è necessaria la registrazione (pulsante in alto a destra sotto la linea della testata)