Ven20052022

Last update06:55:48 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel 2022

   

 

banner verna rifatto 

                banner-meraviglie-pulito-studio2

 

Back Sei qui: Home Notizie Politica Regionali. PD primo partito a Rutigliano e la batosta del centrodestra

Regionali. PD primo partito a Rutigliano e la batosta del centrodestra

Condividi

elezioni-reg 2020-analisi



di Gianni Nicastro

Nessuno se lo aspettava, non certo a questo livello, né in loco né in Puglia. Lo stesso Michele Emiliano ieri, dopo la prima proiezione ha detto «ho temuto di perdere», perché i sondaggi dei mesi scorsi, e gli exit pool dell’immediato dopo-voto, davano testa a testa i due principali candidati presidente. Gli elettori, nell’urna, hanno dimostrato, ancora una volta, che un conto sono i sondaggi e i relativi pronostici preelettorali, un conto sono le elezioni vere, quelle che richiedono la croce a matita sulla scheda elettorale nel segreto dell’urna.

Anche a Rutigliano il risultato elettorale ha sorpreso nei numeri, del PD e del suo candidato principale, Francesco Paolicelli, “imposto” a tutta la maggioranza e all’amministrazione, una “imposizione” che -non c’è che dire- ha pagato in termini elettorali e anche bene. Il risultato del candidato marito dell’assessore all’urbanistica Antonella Berardi è straordinario; non è il record delle preferenze alle regionali a Rutigliano, quello lo detiene, credo, Franco Delliturri, ma è un risultato importante.
elezioni-reg 2020-analisi-1
Le preferenze di Paolicelli -1518- superano di 340 voti il risultato dell’intero PD (1178 voti) alle comunali dell’anno scorso, e superano di 537 voti il risultato delle regionali del 2015 dello stesso intero PD (981 voti). Paolicelli ha dato la volata al partito di Nicola Zingaretti a Rutigliano che si attesta, nelle regionali appena trascorse, a 2317 voti, quindi al 30,67%. Il PD, dunque, primo partito a Rutigliano dove governa quasi da solo; immagino i tappi di spumante che sono, giustamente, saltati ieri notte.

Chi, invece, non ha fatto saltare tappi di spumante, o di prosecco d’annata, sono i fitto-colamussiani, quelli sempre super organizzati in qualsiasi elezioni, insieme all’intero centrodestra. Un flop elettorale che non ha precedenti. Un centrodestra unito e sostanzialmente riorganizzato in FDI, FI e Lega che incassa un 42,28% (3194 voti) rispetto a un centrosinistra che arriva al 47,35% (3577 voti). Il centrosinistra a Rutigliano che supera di oltre cinque punti il centrodestra non si era mai visto in una competizione elettorale dal valore politico come le regionali. Cinque anni fa, infatti, qui ha vinto Fitto su Emiliano con -rispettivamente- 36,22% e 35,82%; il centrodestra, allora diviso e complessivamente considerato, ha ottenuto il 45,74%, dieci punti in più del 35,93% ottenuto dal centrosinistra.

Per quanto soggetti al vento del momento e agli umori degli elettori siano i risultati di una competizione elettorale, quelli ottenuti dal PD e dal centrosinistra a Rutigliano non erano per niente scontati. A maggior ragione se si considera che il centrodestra aveva riempito le sue liste di rutiglianesi. Teresa Diomede (694 voti), Vincenzo Damato (277 voti), Luciana Prosperi (336), Giacomo Sgobba (64 voti) e Vincenzo De Gregorio (34 voti), hanno preso insieme meno voti (1409) del singolo candidato del PD Francesco Paolicelli. Insomma, la performance elettorale dei rutiglianesi è stata complessivamente un disastro, si sono fatti superare da un giovane sconosciuto di Altamura, per quanto imparentato con una assessora della giunta Valenzano.

In realtà Lega, FDI e FI, fuori dalle logiche e dalle beghe paesane, un risultato elettorale lo hanno ottenuto, e anche straordinario, se si confrontano i voti delle regionali di ieri con quelli delle regionali del 2015. La Lega, che allora si è presentata con il simbolo “NOI CON SALVINI”, passa da 79 voti di cinque anni fa a 781 di oggi; FDI da 43 a 931; FI da 362 a 1004 voti. In termini assoluti l’aumento dei voti è significativo per quanto “drogato” da un apporto non organico che ha corroborato FDI con i voti dei fitto-colamussiani su Teresa Diomede e FI con i voti di Diego Difino e Roberto Romagno su Luigi Loperfido. Voti non organici, appunto, che possono venir meno alla prossima tornata elettorale.

I Cinque Stelle. Calano a Rutigliano così come a livello regionale. In loco passano dal 17,82% (1241 voti) del 2015 all’8,93 (675 voti) del 2020; in Puglia dal 17,19% (275.114 voti) di cinque anni fa al 9,86% (165.243 voti) di ieri. Il M5S paga tutta una serie di errori politici, dal governo con la Lega, che lo ha elettoralmente dissanguato, alla perdita della verginità movimentista con l’esperienza di due governi l’uno diametralmente opposto all’altro. In Puglia, poi, l’errore politico più importante, il rifiuto di Antonella Laricchia all’alleanza con il PD e il centrosinistra di Emiliano, che tutti i big cinque stelle nazionali volevano, lo volevano anche i grillini di Rousseau. Oggi in Puglia i cinque stelle starebbero a cantar due vittorie, il referendum e le regionali, con una maggiore capacità di influire nella politica della regione rispetto a quella che avrà nei prossimi cinque anni con qualche consigliere regionale in meno e all’opposizione.

 Qui tutti i risultati a Rutiglino, liste e preferenze

 

 

 

Commenti  

 
-2 #30 Giannino 2020-09-29 06:49
*
I numeri disegnano una nuova geografia politica a Rutigliano.
Ognuno si faccia le sue considerazioni
Citazione
 
 
+13 #29 Giovanna 2020-09-25 01:03
Emiliano deve solo vergognarsi...a h no.. La politica è questa..
3 anni fa ormai precaria da anni presso una azienda in house regionale, emiliano ha iniziato a mandar via tutti i precari *, tra cui la sottoscritta e altre donne che erano in gravidanza. Oggi quei pochi precari rimasti, in difficoltà lavorativa per carenza di personale qualificato che dava una grande mano al team di lavoro, si è visto assumere a poche settimane dal voto, con contratto a tempo indeterminato dopo quasi 15 anni di precariato. Emiliano si è anche presentato il giorno della sottoscrizione del contratto sottolineando che ognuno è libero di votare, c è anche una testa giornalistica che lo testimonia. Più spudorato di così non poteva esserci.
Ora ci penserà paolicelli a far riassumere tutti i precari mandati a casa :lol:
Citazione
 
 
0 #28 wof 2020-09-24 14:36
Commenti MEMORABILI ...subito!
Citazione
 
 
-4 #27 Ursus 2020-09-24 11:55
Tu invece dovresti toglierli i chiodi...che non fanno girare bene gli ingranaggi del cervellino...
Citazione
 
 
+6 #26 il direttore 2020-09-24 10:24
In Krakozhia qualche anno fa c'è stato un colpo di stato militare, quello che ti ha bloccato nell'aeroporto di New York. Tutto sommato, Viktor, forse è meglio l'Italia.
Citazione
 
 
+1 #25 Viktor Navorski 2020-09-24 10:13
Noi in Krakozhia non avere votazioni e non scrivere commenti su blog.

In Italia votazioni come giostra di luna park:
gira, gira, gira ferma uno sale e uno scende

poi ripartire

e stesso gira gira gira ferma uno sale e uno scende

e poi... sempre uguale.

Domando il direttore meglio Italia o meglio Krakozhia?
Citazione
 
 
+13 #24 cittadino di sx 2020-09-23 23:18
Scusate, solo un forte dubbio:
Il Sig. Degregorio Vincenzo con 34 voti patecipava alle elezioni amministrative? Se così fosse sarebbe in forte ritardo .. per cortesia potete informarlo che le amministrative sono passate da un pezzo?
Grazie
Saluti
Citazione
 
 
+7 #23 il direttore 2020-09-23 22:05
Viktor, in Krakozhia non esiste libertà di espressione grammatica o no?
Citazione
 
 
+3 #22 peppino u russ 2020-09-23 22:00
Citazione Ursus:
Direi che la Tua situazione è grammatica...Invece che parlare di politica, perché non Ti inizi ai piaceri della lingua italiana...
un apostrofo al punto giusto può dare infinite emozioni!!!

tu impara a mettere i chiodi che mi sa che non ci riesci ancora
Citazione
 
 
+3 #21 Viktor Navorski 2020-09-23 21:11
Io domandare direttore di questo giornale:

come fare lei a leggere commenti così male scritti.
Lei avere molto coraggio e molta forza di non vomitare.

Molti di Rutigliano deve andare a Perugia a fare esame di italiano con giocatore Suarez e chiedere aiuto da casa.
Citazione
 
 
+4 #20 elezioni2020 2020-09-23 20:33
Hanno consegnato il paese alla sinistra, per i capricci e la mediocrità di alcuni politicanti locali. Il passato lo conoscete, il presente catastrofico pure, il futuro va costruito e pianificato con volti innovativi. I leghisti Rutiglianesi, portano a casa risultati a dir poco miseri facendo fare una pessima figura alla candidata prescelta. Volti nuovi ma vecchi vizi, quelli di dividere invece che unire. Siete stati spianati e se non volete scomparire definitivamente come i 5 stelle avete bisogno di aperture e collaborazione con Difino ed il Pirata. :lol:
Citazione
 
 
-7 #19 gigi 2020-09-23 18:09
l'unico vero vincitore è difino , portare più di 600 voti a loperfido e farlo diventare il terzo più votato a rutigliano è un risultato super, gli altri sono solo degli asserviti a decaro. adesso potrà tranquillamente scegliere fra centro sinistra e centro destra al prossimo giro, mi sembra l'operazione più brillante considerato che da più votato dell'attuale maggioranza non ha avuto assessorati nè candidatura regionale perchè è libero *
Citazione
 
 
-2 #18 Ursus 2020-09-23 16:03
Direi che la Tua situazione è grammatica...In vece che parlare di politica, perché non Ti inizi ai piaceri della lingua italiana...
un apostrofo al punto giusto può dare infinite emozioni!!!
Citazione
 
 
+2 #17 La redazione 2020-09-23 15:50
Di quale articolo sta parlando?
Citazione
 
 
+2 #16 peppino u russ 2020-09-23 15:48
redazione! scusate ma l'articolo della ricciolona dei 5 stelle è sparito? Non potete negarci un informazione attenta e scupolosa .
Citazione
 
 
+10 #15 NY 2020-09-23 13:10
Ottimo risultato del PD anche se si era calcolato almeno dai 2000 voti in su per paolicelli..poi in provincia è stato fin troppo facile con Decaro...Invece chi ha floppato completamente dalla Lega a FDI dovrebbero nascondersi per almeno 10 anni vista l'incapacità e arroganza di cui sono padroni da anni... e fanno bene dopo ogni tornata elettorale a sparire da Rutigliano fino alla prossima,anzi spero sia l'ultima per loro perchè i danni che hanno fatto * sono incalcolabili.. Speriamo in un rinnovamento della classe politica sopratutto che sia moderata..
Citazione
 
 
+16 #14 Buongiorno 2020-09-23 13:02
Ci aspettano altri 5 anni di disastri e tagli alla sanità. Chissà come avranno votato i 200 precari che hanno avuto il posto fisso ad una settimana dal voto? Con la presenza di Emiliano alla firma del contratto...God bless us! Mi consolo con il SI
Citazione
 
 
-15 #13 Trimon 2020-09-23 11:49
Ribadisco: sei di una intelligenza fuori dal comune!
Citazione
 
 
+5 #12 cittadino 2020-09-23 11:48
Indipendentemen te dai risultati locali quelli regionali hanno confermato una continuità di Emiliano : stiamo in democrazia quindi per la maggio parte dei cittadini in Puglia và tutto bene , ottima sanità , l'agricoltura và alla grande e problemi seri non esistono.Ottimo .Poi il voto si' è stato il permesso del popolo di restringere la libertà fondata dai costituenti . ci piace vedere il dito ma non la luna questo ovviamente è un pensiero personale.
Citazione
 
 
+6 #11 Gianni Nicastro 2020-09-23 10:32
Citazione gabbiano:
Dare dello sconosciuto a paolicelli è come dire nn conosco decaro. Gianni sii più coerente nelle valutazioni...

Il fatto che lo conoscevi tu, o io, non significa che lo conoscevano tutti a Rutigliano e nell'analisi il confronto è con i rutiglianesissi mi candidati nel centrodestra. Certo, ora Paolicelli lo conoscono tutti. 23.000 preferenze -tantissime- le ha prese complessivament e e l'analisi è sul livello locale.
Citazione
 
 
+12 #10 Ursus 2020-09-23 10:05
La dignità e l'etica direbbero di buttarli fuori...ma la logica e le poltrone...figu rati...Hanno fatto finta di niente per tutta la campagna elettorale, fanno insieme i conticini con la calcolatrice (e non sono sicuri di farli bene ma si "coprono" tra loro)...e li buttano fuori...e a chi mettono? A Te?
Citazione
 
 
+14 #9 RUTIGLIANESEDOC 2020-09-23 09:42
Paolicelli era l'espressione dell'intera maggioranza (con l'eccezione dei consiglieri Sorino e Difino) e non solo del partito democratico. Era l'espressione di Decaro a Bari (il vero dinosauro della politica)..Otti mo il risultato di Difino, l'unico in maggioranza ad aver dimostrato indipendenza di pensiero e non allineamento con il volere del palazzo
Citazione
 
 
+22 #8 legatevi 2020-09-23 09:03
Spicca la performance del gruppo Fitto- colamussiano che porta 2190 preferenze alla candidata rutiglianese Teresa Diomede, mentre delude quella del gruppo Lega-Altieri che porta 535 preferenze alla candidata rutiglianese Luciana Prosperi ultima in classifica nonostante l'autorevole presenza dell' onorevole Altieri..
Mortificante risultato per la candidata Prosperi & C. dopo essersi tanto spesi per la Lega.
Persino il candidato Damato ha saputo fare di meglio.
Citazione
 
 
0 #7 Peppino u russ 2020-09-23 08:36
I cinque stelle sono stati puniti per non aver mantenuto le promesse di governo e per essersi dimostrati interessati solo a mantenere le poltrone, e da stupidi hanno abboccato all'alleanza con il PD dandogli l'opportunità di rialzarsi a livello nazionale a loro discapito. Oramai è il caso di dire che le stelle sono cadute! Meglio! Ci stiamo togliendo dalle scatole solo dei presuntuosi che pensano di capire di politica *.
Citazione
 
 
+26 #6 Vito1 2020-09-23 07:36
Citazione Trimon:
Gli elettori sono, comunque, rutiglianesi.
Intelligentone!!!

Tu tuo nick name dice tutto.
La forza di Paolicelli non è certamente politica o negli argomenti proposti. La forza sta nel passeggero seduto dietro alla sua auto.
Citazione
 
 
+26 #5 Vito1 2020-09-23 07:33
Senza i GROSSI appoggi esterni, Paolkcelli avrebbe preso gli stessi voti di sua moglie a Rutigliano delle scorse comunali.
Citazione
 
 
+2 #4 Gianni Nicastro 2020-09-23 00:43
Il M5S perde ovunque, perde anche a Conversano sia alle comunali che alle regionali rispetto alle amministrative del 2018 e alle regionali del 2015. Lo tsunami "giallo" delle politiche del 2018 è passato senza lasciare traccia, un'occasione relegata alla storia ormai, che non tornerà più.
Circa FDI e FI, senza l'apporto di voti esterni su Diomede e Loperfido il partito della Meloni avrebbe preso, più o meno, 242 voti, quello di Berlusconi avrebbe preso 381 voti, gli stessi voti di cinque anni fa.
Citazione
 
 
-20 #3 Trimon 2020-09-22 21:44
Gli elettori sono, comunque, rutiglianesi.
Intelligentone!!!
Citazione
 
 
+10 #2 Virna Aloisio Bonino 2020-09-22 21:32
Buonasera Rutigliano online, ho un quesito da porre all'attenzione del direttore : mi sa spiegare come mai il M5s di Rutigliano, pur con una presenza costante con gazebo in piazza, una sede politica, un consigliere comunale ( che a quanto mi risulta è l'unica opposizione, seria e preparata ,al governo locale targato Pd ) ha quasi dimezzato i voti, mentre FI o FdI ,senza una sede, un comizio, raddoppiano e oltre i voti a Rutigliano? Grazie
Citazione
 
 
+22 #1 Vito1 2020-09-22 19:39
Ma di cosa parliamo? Certamente non di una vittoria conquistata in campo ma da qualche altra parte.
Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna