Sab26092020

Last update08:33:17 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner2 nuovo madel

  banner giardini 900 2  
banner verna rifatto     
Back Sei qui: Home Notizie Politica Elezioni regionali 2020, il centrodestra fa il pieno di candidati a Rutigliano

Elezioni regionali 2020, il centrodestra fa il pieno di candidati a Rutigliano

Condividi

candidature-centro-destra-rutigliano


di Gianni Nicastro

Forse non è mai successo che Rutigliano abbia avuto, alle elezioni regionali, cinque candidati e tutti nello stesso schieramento politico. II centrodestra regionale, dunque, fa il pieno di candidati rutiglianesi o che vivono a Rutigliano: Teresa Diomede nella lista Fratelli d’Italia, Luciana Prosperi e Giacomo Sgobba nella lista Lega Salvini, Vincenzo De Gregorio nella lista Forza Italia e Vincenzo Damato nella lista UDC-Nuovo PSI. C’è un’altra candidatura rutiglianese d’adozione, si tratta di Avellis Giovanna -residente a Rutigliano da tanti anni- nella lista renziana Italia Viva che, come è noto, va per conto suo con la candidatura a presidente di Ivan Scalfarotto.

A fronte della nutrita pattuglia di candidati nel centrodestra, il locale centrosinistra (PD e Italia in Comune in modo particolare) non schiera nessuno; se qualcuno lo avessero candidato è probabile avrebbe raccolto su di sé parte dei voti dell’area democratico-progressista e di sinistra che a Rutigliano, malgrado tutto, esiste. Forse anche più voti dei singoli candidati rutiglianesi schierati nel centrodestra.

Il consigliere Diego Difino con FI
E’ davvero inspiegabile questo lasciare campo libero agli avversari politici in una competizione elettorale che potrebbe avere conseguenze politiche a Rutigliano nel caso la battaglia per la presidenza della regione la vincesse Raffaele Fitto. Anche perché, nella maggioranza che governa Rutigliano c’è un consigliere comunale, Diego Difino, che ne conta due e che ha aperto a Rutigliano il comitato elettorale di Luigi Loperfido, consigliere regionale uscente di Forza Italia e candidato -alle imminenti elezioni regionali- nella stessa lista.
L’altro giorno ho chiesto a Diego Difino come mai, lui che è in una coalizione di centrosinistra, appoggia un candidato di Forza Italia aprendogli addirittura un comitato elettorale. «Non c’entra nulla, è un rapporto di amicizia e di stima che ho nei confronti di Gigi Loperfido. Al di là dei partiti, al di là di tutto», mi ha risposto il consigliere della lista civica “Associazione Libertà e Progresso Rutigliano”, la seconda lista più votata della coalizione di Giuseppe Valenzano. Lista fondata dallo stesso Difino insieme all’ex consigliere de “I Moderati” Vincenzo Damato e all’attuale vicesindaco Mimmo Gigante.

La scelta di votare Forza Italia, comunque, non è solitaria: «Gran parte del movimento -ha detto Difino-, quasi tutti, appoggiano la candidatura di Loperfido». Ho chiesto al consigliere come mai dal centrosinistra di Rutigliano non sia arrivata nessuna candidatura. «Vallo a domandare ad altri non a me. C’erano, c’erano e ti devi chiedere come mai non hanno voluto la candidatura di qualcun altro, senza fare nomi e cognomi». Non hanno voluto la candidatura… quale candidatura consigliere Difino? «Niente Gianni, sei troppo intelligente per capire…».

Non so cosa abbia voluto dire con “sei troppo intelligente per capire”, ma la cosa che davvero mi è parso di capire è che non si sia voluto dare spazio a una candidatura che provenisse dalla coalizione di maggioranza, magari proprio quella di Diego Difino, forse sarebbe stata di troppo rispetto ai desiderata di qualcuno o qualcuna.

Comunque sia, il centrosinistra locale perde una opportunità anche di coesione perché, Difino e il suo movimento voteranno Forza Italia e gli ex Alleanza Nazionale -presenti in maggioranza- è molto probabile che votino una candidata, sempre di Forza Italia, a loro vicina.
Lo scenario che vedo profilarsi all’orizzonte del dopo voto regionale è una vittoria netta dei partiti di centrodestra a Rutigliano, preludio di una pericolosa -per il centrosinistra- ricomposizione dell'area che ha governato il paese per vent'anni di seguito.

 

 

 

Commenti  

 
+18 # Uomopd 2020-08-29 18:23
Difino hai Tutta la mia personale stima..ben hai fatto. In un solColpo hai smascherato il sindaco che e sempre più pilotato dalla Berardi e da Bari e il vicesindaco che è espressione del PD. Voto laricchia meglio che emiliano.. Giuseppe sei nel mio cuore ma stavolta mi hai deluso
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+13 # gabbiano 2020-08-29 16:11
Partiamo da dei presupposti. Perché difino ha tradito damato? Perché abbiamo 4 assessori area PD? Perché ci sono dei mal di pancia in maggioranza? Forse a difino manovrato da qualche buon pastaio s'è fatto trombare? Forse c'è qualche economista che gli ha consigliato di tuffarsi in acque agitate?La realtà è che i giovani piddina si sono lanciati in una partita pericolosa per le regionali. Fra consiglieri e assessori sono in 10 x paolicelli... Chissà cosa accadrà. Queste regionali saranno molto determinanti x il futuro di questa maggioranza. Ps. Difino ha avuto il coraggio di esporsi, vedremo se verrà fuori il promotore della Ferrara. Buona tornata elettorale a tutti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+8 # Vito1 2020-08-29 16:52
Un poco di pazienza. Per il giorno di Ognissanti saranno tutti alle case loro a riposarsi per altri 20 anni. Valenza non vede l'ora. Effettivamente era troppo per lui mantenere equilibri innaturali.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+3 # Buongiorno 2020-08-29 12:14
Concentriamoci sul referendum e votiamo in massa SI per un Parlamento più efficiente e con meno *, dobbiamo allinearci ai Parlamenti delle grandi democrazie europee.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+8 # tnt 2020-08-29 11:58
e' evidente il tracollo di questa amministrazione concepita malissimo. stendiamo un velo pietoso sui 5 stelle, tra non molto vedremo il commissario in comune.......AD IOS
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-1 # Antonio basile 2020-08-29 09:09
Candidare un rutiglianese per fare cosa? Tutti quelli che scrivono sanno quanti rutiglianesj sono stati eletti nel consiglio regionale negli ultimi vent'anni NESSUNO!!! Candidarsi per dire ci siamo non serve a nulla. Nessuno dei rutiglianesi ha la minima speranza di farcela. Ci vediamo il 22 settembre e vediamo chi ha avuto. ragione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+4 # Personaggio 2020-08-28 15:23
Tutti i candidati sono personaggi in cerca di autore...
Il promesso vice presidente ha avuto paura di scendere in campo dopo la mazzata presa alle europee? Quante casacche cambiate, Fitto.ricorda bene il "traino" fattori al penultimo cambio.
Unici potenziali consiglieri regionali Diomeda e Paolicelli.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+16 # traino 2020-08-28 14:09
Egregio Sig Difino è il caso di dirle che le hanno tirato un bel TRAINO lo scorso anno. A sx sono tutti uguali... POltronari!!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+18 # nulladinuovo 2020-08-28 12:28
Appare evidente, ed è inutile nasconderlo, che esiste un palese conflitto tra le fila dell'amministra zione comunale Un equilibrio molto instatico e tremolante.
Diego Difino è un consigliere astuto ed intelligente che difficilmente si farà passare la mosca da sotto il naso. Il PD, deve imparare ad avere una corretta condivisione delle scelte politiche e avere un dialogo costruttivo con le varie componenti che costituiscono la coalizione di maggioranza. Sono in molti che ammettono lo scarso spessore di questa amministrazione.
Queste logiche politiche a noi cittadini non ci appartengono e non possiamo più assecondarle per il bene del nostro paese. Rutigliano è in uno stato di abbandono e lassismo. L'estate degli invisibili, un programma deludente ed in continuo cambiamento di location. Rifiuti abbandonati, zero controlli per l'emergenza covid, centro storico pieno di autovetture. Chi amministra, dovrebbe saper gestire e trovare soluzioni efficaci efficienti ed economiche.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+16 # arrogante 2020-08-28 12:07
E' incredibile come il PD a Rutigliano non ha un suo esponente locale quali potevano essere i vari Gallo, Tarulli, Valenzano oppure qualche personaggio di coalizione..*.. . è evidente che DUE amministratori accentratori non vogliono vedere oltre il proprio orticello..quin di ben ha fatto il consigliere Difino a prendere le dovute distanze...Ecco un altro punto di CAMBIAMENTO su cui i cittadini devono riflettere....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+13 # racioppo 2020-08-28 10:58
È evidente che con questa mossa il consigliere Difino fa ormai parte dell'opposizion e in consiglio comunale!!
Non si possono avere due piedi in una scarpa, ai cittadini servono chiarezza e coprenza, non disambiguitá ed opportunismo.
Questo è purtroppo il segno delle prime crepe di un matrimonio sbagliato fin dall' inizio.. staremo a vedere
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+10 # Mister X 2020-08-28 10:44
Mi chiedo cosa possa centrare l'amicizia, per quanto stretta e sincera, con l'appoggio elettorale ad un candidato di schieramento diverso. Quanto è diventata strana la politica in Italia fatta sola di ripicche e ricatti. Che Dio ci aiuti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+23 # Vito1 2020-08-28 07:53
Ai risultati elettorali su Rutigliano, specie con il nome della Diomede legato all'agricoltura , al commercio ortofrutticolo e alle associazioni femministe, il giorno dopo le elezioni questa amministrazione potrà iniziare a mettere le proprie cose nel cartone per il trasloco.
Lasciare campo libero alla dentra candidando un altamurano solo perché marito di un assessore PD ormai barese a tutti gli effetti per residenza e mentalità, invece che un rutiglianese, come poteva tranquillamente essere Gallo, è una cosa che non si può sentire e vedere. Una resa incondizionata.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+27 # stravagante 2020-08-27 23:47
Un grosso plauso al consigliere Difino che ha finalmente capito chi ha appoggiato un anno fa....e sopratutto dopo che gli hanno negato l'appoggio a consigliere regionale * era il minimo che doveva fare...Adesso pero' sono curioso cosa farà il Vice Sindaco se appoggerà la lista che lo ha eletto oppure continuerà ad avere due piedi in una scarpa???
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+37 # locale 2020-08-27 19:34
il partito democratico candida un uomo di altamura!!! vergognoso!..no n era meglio lasciare spazio a un rutiglianese?be ne ha fatto il consigliere in questione a scaricarli!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+45 # so tutto 2020-08-27 18:44
Forse perchè come candidato del Pd c'è il marito dell'assessore Berardi? Non potevano candidare altri...!!!
Come siamo messi male
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna