Mar16082022

Last update02:21:41 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel 2022

   

 

Back Sei qui: Home Notizie Politica E la politica a Rutigliano che fine ha fatto? Due commissioni in videoconferenza

E la politica a Rutigliano che fine ha fatto? Due commissioni in videoconferenza

Condividi

commissione-e-capigruppo


di Gianni Nicastro

Al di là delle giunte che, dall’inizio dell’emergenza si svolgono in videoconferenza, sul piano dei lavori del consiglio comunale si è fatto poco sino ad ora, una commissione e una conferenza dei capigruppo.

L’unica commissione consiliare che si è riunita, debitamente in videoconferenza, è la IV, competente -tra le altre materia- di ambiente e agricoltura, presieduta dal consigliere 5Stelle Beppe Palmino. Ne fanno parte, oltre al presidente, i consiglieri Raffaella Redavid, Matia Antonietta Tagarelli, Giuseppe Rocco Poli, Raffaella Redavid, Maria Palagiano, Francesco Sorino, Vito Gallo, Michele Maggiorano e Roberto Romagno.

Si è riunita alle ore 10:00 del 27 aprile scorso con all’ordine del giorno il progetto del CCR, centro comunale di raccolta, recupero e riutilizzo di rifiuti elettrici ed elettronici (RAEE), ferro, legno e ingombranti. Presenti anche l’assessore all’urbanistica e ai lavori pubblici Antonella Berardi, l’ingegnere comunale Carlo Ottomano e il progettista, ing. Antonello Lattarulo di Putignano. L’assessore ha introdotto l’argomento, il progettista ha illustrato il progetto.
isola-ecologica-nuova-1
Il CCR sarà realizzzato sulla stessa area dell'isola ecologica comunale da anni abbandonata in via Noicattaro, immediatamente dietro la chiesetta di San Michele. Quella nuova sarà più grande perché si allargherà su tutta l’area dove sono le vasche del vecchio depuratore comunale.  Avrà l’ingresso da via Noicattaro, l’uscita sulla parallela via vecchia per Noicattaro, che corre alle spalle della stessa isola ecologica. La presentazione del progetto non dice molto circa la gestione del nuovo centro, questione strategica data la negativa esperienza della vecchia isola ecologica allestita alla fine del 2004 -come quella attualmente progettata- attraverso un finanziamento regionale di circa 400mila euro, gestita per un anno e mezzo da una ditta privata, la SIECO di Triggiano. Gestione che non ha prodotto grandi risultati sia in termini di servizio, sia in termini di efficienza nella raccolta differenziata, anzi, quella esperienza è stata un completo fallimento (finiti i soldi, finito il servizio). Non vorrei che la nuova isola ecologica comunale, ancora in fase di progettazione, faccia la stessa fine della omologa vecchia isola ecologica. Ma su questa vicenda, sulla vecchia a sulla nuova, rimando ad un approfondimento che Rutiglianoonline pubblicherà a breve.

In merito, ancora, alla IV commissione c’è da dire che sono intervenuti, oltre all’assessore e al progettista, anche il presidente Palmino e i consiglieri Poli e Gallo. Palmino ha chiesto chiarimenti circa la viabilità in ingresso e uscita dall’isola ecologica, i pannelli solari che saranno installati sulle tettoie e le alberature. Poli ha posto il problema della pericolosità dell’ingresso da via Noicattaro per chi viene dal centro e deve svoltare a sinistra tagliando la strada su una via piuttosto pericolosa, data l’intensità del traffico, che in quel tratto corre particolarmente veloce. Ha proposto, dunque, nel caso ci sia la possibilità, di realizzare una rotatoria o che l’ingresso sia previsto dalla vecchia via per Noicattaro. Il consigliere Gallo ha chiesto se la gestione dei conferimenti è prevista in modo informatizzato.

Assessore e progettista, dopo gli interventi dei consiglieri, hanno chiarito alcuni aspetti e hanno rimandato la discussione a una seconda convocazione della commissione, quando l’ing. Lattarulo avrà completato il progetto.
Il costo dell'opera è di 380.000 euro più 70.000 euro per la realizzazione di un’area dedicate alla diminuzione della produzione dei rifiuti che sarà allestita dentro la stessa isola ecologica. Un costo complessivo di 450.000 euro, tutto finanziato da un bando regionale.

Le attrezzature, le modalità di conferimento, la qualità del servizio, l’incidenza che avrà sulla TARI degli utilizzatori e, soprattutto, il tipo di gestione -cosa strategica ai fini della continuità del servizio-  saranno le questioni trattate nell’approfondimento annunciato prima.

La conferenza dei capigruppo
Mercoledì scorso si è tenuta, sempre in video, la conferenza dei capigruppo. Alle 12:00 erano presenti il presidente del consiglio Alessandro Milillo, i consiglieri Antonio Amodio, Giuseppe Carmine Iaffaldano, Giuseppe Rocco Poli, Raffaella Redavid, Francesco Tarulli, Francesco Sorino, Giuseppe Palmino, Roberto Romagno. Presente anche il sindaco Giuseppe Valenzano che è intervenuto aggiornando i capigruppo sull’emergenza Covid a Rutigliano e sulla “fase 2”.

Alla richiesta di informazioni sulla riapertura dei negozi, arrivata dal consigliere Carmine Iaffaldano, il sindaco ha risposto che si vedrà con i negozianti. Si vedrà anche con gli uffici comunali preposti per valutare il tipo di intervento sui tributi comunali in riferimento, probabilmente, alla richiesta che è arrivata da alcuni consiglieri di opposizione di un alleggerimento della pressione tributaria per le attività commerciali danneggiate dalla chiusura forzata. Iaffaldano ha anche chiesto, al sindaco, che sia il comune, o la Protezione civile, a sobbarcarsi della sanificazione dei negozi quando riapriranno.

Sull’attività di controllo dei prezzi al dettaglio il sindaco ha detto che ha già attivato la Guardia di Finanza. Anche Palmino ha chiesto interventi di riduzione di TARI, TOSAP e affissioni. Il consigliere Poli ha suggerito che, nell’attuale situazione, non si tenga conto della giurisprudenza per quanto riguarda gli aiuti alle attività commerciali e alle imprese. Il sindaco ha risposto che si baserà sulle indicazione che, in merito agli aiuti chiesti, verranno dal governo. Infine, il presidente del consiglio, Alessandro Milillo, si è detto d’accordo a trovare ogni soluzione per aiutare le imprese e i commercianti.

E’ stato, dunque, un confronto sull’attualità la prima riunione dei capigruppo in videoconferenza nella storia consiliare del comune di Rutigliano. Sul prossimo consiglio comunale, quello fisico, da svolgere nell’aula consiliare, è sembrato di capire che ci sarebbero le condizioni per farlo dal vivo. E’ probabile, quindi, che venga convocato a breve.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna