Lun30032020

Last update10:04:39 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel nuovo

  banner garofoli energia  

 

 

Back Sei qui: Home Notizie Politica Nuove restrizioni per contrastare il contagio, l'ordinanza del Ministero della Salute

Nuove restrizioni per contrastare il contagio, l'ordinanza del Ministero della Salute

Condividi

ministero-salute-coronavirus


Dal sito del Ministero della Salute
Le nuove disposizioni, più restrittive, entrano in vigore da domani fino al 25 marzo p.v.



“Nuove restrizioni in tutta Italia per contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19 sono state adottate questa sera con un’ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza. "È necessario fare ancora di più per contenere il contagio - ha dichiarato il ministro -. Garantire un efficace distanziamento sociale è fondamentale per combattere la diffusione del virus. Il comportamento di ciascuno è essenziale per vincere la battaglia".

Di seguito le misure stabilite nell'ordinanza, che avranno validità fino al 25 marzo:

- è vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici;
- non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto; resta consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona;
- sono chiusi gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti all’interno delle stazioni ferroviarie e lacustri, nonché nelle aree di servizio e rifornimento carburante, con esclusione di quelli situati lungo le autostrade, che possono vendere solo prodotti da asporto da consiunarsi al di fuori dei locali;
- restano aperti quelli siti negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro;
- nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quegli altri che immediatamente precedono o seguono tali giorni, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza".

Qui l'ordinanza

 

 

Commenti  

 
-2 # Cittadino. 2020-03-21 13:16
Ancora confusione; state a casa ma possiamo correre intorno a casa. Ma la passeggiata la posso fare anche più lontano ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+1 # Cittadina 2020-03-22 09:14
Nn puoi andare oltre il perimetro se c'è, altrimenti l'unico lato di casa tua , o il terrazzo , altrimenti resta sul balcone se c'è, altrimenti la finestra , conclusione resta a casa e chiama il servizio consegna a casa del necessario. Dobbiamo restare a casa se vogliamo fermare questa " tragipandemia".
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # Pino 2020-03-21 13:06
Infatti c'è ancora chi va a fare la spesa come una volta: il pane fresco dal panificio preferito,la frutta dal fruttivendolo lontano, i detersivi dal negozietto, la carne dal macellaio ...e magari nello stesso giorno. Andiamo si da questi,ma facciamo la spesa per una settimana.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # Cittadina 2020-03-22 09:21
Ok per la spesa ogni settimana , ma dal servizio consegna a casa
Volontariato o no che sia .Dobbiamo fare il possibile per fermare questa tragedia .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # Checco 2020-03-21 11:31
Ovvio, non fare la spesa tutti nello stesso giorno, ma distribuiti in tutta la settimana
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # Checco 2020-03-21 09:29
Fare la spesa alimentare una volta a settimana .L'emergenza ci impone di cambiare le nostre abitudini.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+1 # Gianni Nicastro 2020-03-21 10:09
Se riduci i giorni in cui è possibile fare la spesa, aumenti le persone che in quel giorno si recano ai negozi. Se addirittura la riduci a una volta alla settimana, in quell'unica volta tutta Rutigliano, per esempio, si accalcherà ai supermercati, vanificando ogni sforzo di tenere lontane le persone.
La cosa di cui da giorni i sindaci si vanno lamentando, con i propri cittadini, compreso quello di Rutigliano, sono i tanti che vanno in giro, magari anche in gruppo, a fare sport nei parchi e per strada. Qui il governo è intervenuto, ha risposto agli appelli de sindaci. Chi viene trovato in attività sportiva lontano dall'uscio di casa propria, sarà denunciato.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna