Sab08082020

Last update10:44:37 AM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner2 nuovo madel

  banner giardini 900 2  

 

 

banner verna rifatto     
Back Sei qui: Home Notizie Politica Proposta progettuale per il bilancio partecipato 2020

Proposta progettuale per il bilancio partecipato 2020

Condividi

m5s-rut bilancio-partecip

 

IL COMUNE NELLE TUE MANI: CONOSCERE PER DECIDERE
Proposta progettuale per il bilancio partecipato 2020

Negli scorsi giorni, le Associazioni rutiglianesi sono state chiamate a proporre progetti per il Bilancio Partecipato: l’Amministrazione ha messo a disposizione dei cittadini la somma di 15.000,00 euro che sarà assegnata al progetto più meritevole.

Tuttavia, ancor prima di discutere e scegliere il progetto da attuare, nell’ottica di ricevere proposte sempre più razionali e funzionali, riteniamo sia opportuno che la collettività intera comprenda come siano stati finora gestiti i soldi dei Rutiglianesi e come si intenda spendere quelli futuri.

Per questo motivo abbiamo presentato una proposta progettuale che includa i seguenti passaggi:
· Adozione della piattaforma Bilancio Civico;
· Predisposizione di un Progetto di Utilità Collettiva che preveda l’utilizzo dei percettori del Reddito di Cittadinanza per l’implementazione dei dati nella piattaforma;
· Un percorso di formazione dei cittadini su tutto quanto concerne l’amministrazione di un Comune.

Il Bilancio Civico
La piattaforma Bilancio Civico è uno strumento (gratuito) che può aiutare i cittadini a comprendere il bilancio comunale, “rielaborando” in forma accessibile ed integrata pagine e pagine piene di numeri che in pochissimi comprendono.

In questo modo, il cittadino avrà immediata contezza di quanto il Comune abbia incassato dalle multe, di quanto abbia speso per la manutenzione del verde pubblico, di quanto siano costate alla comunità le infrastrutture, ecc. così come potrà rendersi conto delle scelte che l’Amministrazione effettuerà negli anni a venire.

Il Progetto di Utilità Collettiva
Come tutte le piattaforme, per funzionare ha bisogno della implementazione di dati contenuti nei provvedimenti attraverso i quali la P.A. fa funzionare la macchina amministrativa (determinazioni dirigenziali e deliberazioni di Giunta e/o Consiglio). A tal fine, abbiamo proposto la predisposizione di un Progetto di Utilità Collettiva che preveda l’utilizzo dei percettori del Reddito di Cittadinanza, i quali opererebbero, quindi, senza costi per la collettività se non quelli della risorsa umana cui affidare la loro formazione e supervisione.

La formazione dei cittadini
Infine, per avvalorare l’inizio di un serio progetto di partecipazione e condivisione, l'Amministrazione potrebbe avviare, previo affidamento ad organismi realmente capaci di trasferire tali ostici argomenti alla collettività, un percorso di formazione dei cittadini stessi sui temi relativi alla trasparenza (amministrazione trasparente e albo pretorio), agli strumenti di programmazione (DUP, Performance e Bilanci), sul principio della sussidiarietà orizzontale e sulle norme che regolano il terzo settore, risorsa ormai fondamentale per la realizzazione di numerosissime attività.

Il costo della formazione rivolta alla cittadinanza sarebbe l'unico costo vivo che l’Amministrazione andrebbe a sostenere: esso, però, costituirebbe un “investimento a lungo termine” di questa Amministrazione sul suo principale stakeholder e sulla sua principale risorsa strategica: il cittadino.

Movimento 5 Stelle Rutigliano
Leggi la nostra proposta >>qui


m5s-rut bilancio-partecip -1

 

 

 

Commenti  

 
+7 # tex 2020-02-15 12:32
I cittadini di questo Paese hanno preso atto che questa testata è MORTA. Chi l'ha tenuto in vita era la presenza di qualcuno. Ora che il qualcuno non c'è più anche Rutiglianoonlin e ha seguito le medesime sorti.
C'è molto da riflettere !!!!!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+12 # Povero Pino 2020-02-14 20:10
Se è come la questione dei pini, stiamo freschi.
Prima fanno la delibera di Giunta, dove decidono di autorizzare l'abbattimento, e poi si vantano di fare un incontro partecipato, trasparente e democratico con la popolazione. Nell'era dei Social siete degli aSociali ... Bla Bla Bla Bla!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+17 # Stavamo meglio prima 2020-02-14 15:42
Quando deve esistere il bilancio partecipato, non serve minimamente avervi sul comune e spendere dei soldi per essere amministrati, di questo modo di fare si parlava ieri sera a Porta a porta. La chiamano evoluzione, il nuovo modo di amministrare, forse serve a sopperire l'incapacità registrata negli ultimi anni a governare in qualsiasi ambito istituzionale dal piu grande al piu piccolo, visto i risultati. Avete fatto uno scempio, in pineta, che solo voi potevate fare. Abbattere alberi dritti e lasciare quelli inclinati. Non dite che le radici di quelli abbattuti erano peggiori di quelli rimasti. Grandi capacità tecniche anche in qs caso. Ed ecco che si spiega il partecipato, ad aiuto dell'incapacità . Voi siete pagati per agire, assumervi responsabilita, non dobbiamo essere noi cittadini a dirvi il da farsi. E facile così.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+4 # Cultttt 2020-02-16 21:02
Non sanno da dove cominciarw.. Inefficienti... sanno solo farw selfie e sponsorizzare cio che fanno ...non il territorio!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna