Lun16092019

Last update10:03:38 AM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel nuovo

   banner corretto musical break  


banner settembre 2019     

Back Sei qui: Home Notizie Politica Piazza Manzoni, meno parcheggi dopo la riqualificazione

Piazza Manzoni, meno parcheggi dopo la riqualificazione

Condividi

piazza-manzoni-meno-parceggi


di Gianni Nicastro

Prima dei parcheggi, due cose sulla cabina elettrica che ha rallentato, se non fermato, il cantiere della riqualificazione della piazza; problema alla base della proroga dei termini di consegna dell’opera pubblica (quattro mesi dal 28 giugno scorso).

Qualche giorno fa sono cominciati i lavori di allacciamento alla rete della nuova cabina elettrica dell’Enel, lavori che permetteranno la dismissione e la demolizione della vecchia cabina interrata. Sui manifestini che L’Enel ieri mattina ha appiccicato -con lo scotch- sui muri delle case intorno alla piazza, si legge che stamattina, 4 settembre, ci sarà l’interruzione di energia elettrica su alcune vie e alcuni civici, dalle ore 9:00 alle ore12:00. L’interruzione è legata proprio all’allacciamento alla rete della nuova cabina elettrica di Piazza Manzoni, quella in superficie. piazza-manzoni-meno-parceggi-1

Da domani, quindi, la vecchia cabina interrata può essere demolita e i lavori di riqualificazione della piazza possono riprendere spediti. Ci sarebbe ancora un altro problema, quello della gru del cantiere edile a ridosso della stessa piazza, posizionata sull’area di progetto della riqualificazione. La gru, però, si trova ai margini, su un area dedicata a parcheggio; la quasi totalità della piazza è libera, i lavori dovrebbero poter continuare senza altri intoppi. Detto questo, vengo ai parcheggi.

Una questione, quella dei parcheggi, che preoccupa i cittadini, in modo particolare i residenti della zona intorno a Piazza Manzoni, via Mola e centro storico. Un problema che va oltre la contingenza del cantiere, dal momento che il progetto di riqualificazione della piazza ha quasi dimezzato la preesistente area adibita a parcheggio. Si ha un’idea della riduzione di quest’area leggendo, a pag. 11 della della Relazione generale del progetto esecutivo, il paragrafo titolato “La riconfigurazione aree parcheggio”.

“Per via delle esigenze e della vocazione dell’area -si legge nella relazione-, il progetto di riqualificazione prevede il mantenimento e la riconfigurazione delle aree a parcheggio. Il parcheggio esistente è posto a sud dell’area ed attualmente conta di circa 100 posti auto e si estende per una superficie complessiva di circa 2800 mq. Il progetto, invece, prevede uno sviluppo perimetrale dei parcheggi intorno la nuova Piazza, per una superficie complessiva di circa 1600 mq, per un numero totale di parcheggi pressoché invariato rispetto alla configurazione attuale”. Quello che si legge in questa relazione, che è di settembre 2017, suscita non poche perplessità.

Per “superficie complessiva” ritengo che la relazione intenda gli stalli più l’area su cui si muovono le auto. Se così è, non si capisce come, a fronte di una diminuzione del 42% della stessa superficie complessiva, il “numero totale di parcheggi” risulti “pressoché invariato rispetto alla configurazione attuale”. In realtà, gli stalli disegnati nella Planimetria generale (figura 1) del progetto esecutivo in questione sono 80.

Figura 1
p manzoni-parcheggi2


Come si vede, invece, nella foto satellitare del 2016 (figura 2), scattata su Google Earth, gli stalli disegnati sono 80, gli stalli su via Dante, non disegnati, dovrebbero essere 10; 30 -in difetto- sono le auto che si potevano parcheggiare a ridosso della fila degli alberi frangivento sul lato via Petrarca e sul corrispondente lato ex mercato coperto. A settembre del 2017, molto verosimilmente, gli stalli interessati all’area di progetto erano 120, non 80.

Figura 2
p manzoni-parcheggi1


La misura standard dello stallo è m 2x5, una superficie di 10 mq; 120 stalli preesistenti sommano, quindi, una superficie di 1200 mq, 800 mq è la superficie degli 80 stalli del progetto esecutivo. Il calo della superficie strettamente dedicata agli stalli, quindi, è di 400 mq, cioè 40 auto in meno. Qualche giorno fa ho saputo, da fonti attendibili, che alla fine della realizzazione della piazza sopravvivranno soltanto 60 stalli.

Un’area centrale del paese può sopportare un calo così drastico di parcheggi? Certo, può sopportarlo; ma questo significa maggiori difficoltà a parcheggiare, più auto parcheggiate in doppia fila, viabilità più caotica, più disagi. Su Piazza Manzoni ci parcheggiavano tanti residenti del centro storico, siamo, quindi, di  fronte alla situazione paradossale che vede l’istituzione della ZTL in un momento in cui i parcheggi, intorno al centro storico, diminuiscono.

Mi permetto di suggerire, da cittadino o, se volete, da giornalista, una piccola modifica al progetto nel caso si possa fare con una variante in corso d’opera: si rientri di qualche metro la piazza su via Dante e si inverta la posizione degli stalli da “fila indiana” a perpendicolari, di auto ce ne andrebbero circa il doppio, 20 anziché 11. Non è granché, solo riduzione del “danno”.

 

Commenti  

 
0 # Rutigliano 2019-09-15 13:08
Io preferisco più spazio per far giocare i miei figli e meno spazio per le auto. Basta a fare capricci
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+1 # bellaciao 2019-09-12 11:55
sono daccordo con il commento fatto da "Campagnolo" si mette a disposizione un parco (a modo di dire parco)e poi si toglie spazio e verde costruendo un casermone fatiscente e pericolante del quale non sappiamo ancora oggi se sara' carne o pesce.......uno scempio del quale si deve vergognare chi ha avuto quell'idea!!!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # campagnolo 2019-09-10 20:09
Invece di togliere spazio al parco perche' il palacultura non lo hanno realiizzato al posto dell'ex mercato coperto con annessi parcheggi....or a teniamoci il palacultura che sta diventando rifugio serale di orde di ragazzacci!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+2 # cittadino 2019-09-04 15:07
Si continuano a realizzare con fretta cose che non servono e che fra 10 anni saranno abbattute e i rutiglianesi continueranno a pagare mutui su cose che non esistono più. Nuova amministrazione SVEGLIAAAA, ora la palla è nelle vostre mani....fermate questo scempio!!!!!
Sotto quella piazzetta non si potevano prevedere dei parcheggi sotterranei???
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+7 # Dino 2019-09-04 14:07
Andate a piedi...vi sbrigate prima.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+3 # Rutuglianese 2019-09-04 09:54
Dovete creare parcheggi alla svelta. Non è normale che togliere quel parcheggio che comunque si riempiva sempre..
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+2 # Itar 2019-09-04 08:32
Solo una miserabile area giochi????? COMPLIMENTI....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+2 # Verto 2019-09-04 06:55
Benedetto centro storico... Ma quante macchine ci sono mai nel centro storico? Fate diventare piazza colamussi un parcheggio così le possono mettere li le auto... Questa è l'amministrazio ne del centro storico, e il resto del paese non esiste?? Ora stiamo esagerando un po...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+3 # Papocchio 2019-09-04 10:03
ma si, aggiungerei, abbattete la chiesa madre e la torre normanna e vedrete quanti posti auto escono!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna