Mer12122018

Last update02:01:53 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  
banner madel nuovo  banner grande frat sett  


banner my dill s
        banner fast2



banner babbo natale shoppine 2017

banner la coccinella  banner perniola alimenti  banner-madre terra corretto   
banner pagliarulo banner cas dalba  banner la cicogna  
 banner menelao  banner gio collection  banner bistrot 06  
 banner hakuna matata  verna banner  nuovo  banner fratelli settanni  
 banner l albero delle caramelle  banner fantasie del corso  banner-overkids-nuovo-  
banner mediaphone  banner-castiglione  banner valentina boutique-corretto  
Back Sei qui: Home Notizie Politica Amianto e bonifica, soldi dalla Città Metropolitana ma il bando è in scadenza

Amianto e bonifica, soldi dalla Città Metropolitana ma il bando è in scadenza

Condividi

amianto-bando-perso


E’ del 30 ottobre, ed è stato pubblicato il 2 novembre scorso sull’albo pretorio della Città Metropolitana di Bari, il “bando pubblico per l’assegnazione dei contributi, a beneficio di soggetti pubblici e privati, per gli interventi di rimozione di manufatti caratterizzati dalla presenza di amianto”.

Entro 30 giorni da quella pubblicazione, comuni e privati cittadini, potevano mandare alla Città metropolitana le richieste di finanziamento, un contributo che copre l’80% della spesa di bonifica da sostenere fino a un massimo di 10.000 euro. Una opportunità, dunque, per comune e cittadini, data la notevole presenza di amianto (eternit, canne fumarie, grondaie, cisterne…) qui a Rutigliano; materiale che, spesso, ci ritroviamo abbandonato sul territorio.

Il bando scade alle 12:00 del 3 dicembre, cioè lunedì prossimo. “Si precisa -si legge nel bando- che il predetto termine è da considerarsi perentorio e non farà fede la data del timbro postale”, quindi le domande dovrebbero già essere arrivate entro quel giorno e quell'ora. Se si tiene conto che alla domanda ci sono da allegare undici documenti, compreso il preventivo, si può dire che siamo ormai fuori tempo massimo.

Due considerazione.
Il comune -quindi l’assessorato all’ambiente e il sindaco- da quello che ci risulta non ha partecipato al bando, ha perso una preziosa occasione di fare interventi, magari anche pochi, di rimozione quasi gratuita dell’amianto abbandonato sul territorio; non lo ha neanche pubblicizzato a dovere, il bando, con manifesti o attraverso avvisi sul sito istituzionale. I cittadini che non hanno saputo del bando, hanno perso una preziosa opportunità di rimuovere l’eternit dal pollaio della nonna o dalla tettoia sul terrazzo, con la quasi totalità della spesa pagata dalla Città metropolitana. Il comune si è solo limitato a pubblicare il bando sul proprio albo pretorio, il 31 ottobre scorso, su invito -tra l’altro- della stessa Città metropolitana.

C’è da dire, ancora, che a Rutigliano abbiamo due consiglieri metropolitani, lo stesso sindaco e Giuseppe Valenzano, consigliere comunale del PD e delegato (assessore) metropolitano. La speranza è che ci siano cittadini che, indipendentemente da tutto, abbiano saputo del bando e abbiano fatto in tempo a partecipare e ad avere il contributo prima dell’esaurimento dei fondi messi a disposizione, che ammontano a 310.000 euro.

Il fondo non è granché, ma se consideriamo che il comune, a maggio 2017, ha fatto la bonifica di manufatti di amianto su due immobili comunali con 2.400 euro Iva compresa, qualcosa, a Rutigliano, si sarebbe potuta fare.

Scarica qui il bando

 

Commenti  

 
+1 # di rutigliano 2018-11-29 18:39
Una sciagura !!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # Sein 2018-11-29 18:12
Manca il link al bando...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-2 # Gianni Nicastro 2018-11-29 22:29
L'ho appena messo sotto l'articolo, lo puoi scaricare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+3 # MastroLinda 2018-11-29 17:37
Il comune , tempo fa', ha obbligato i cittadini a denunciare la presenza di manufatti di amianto nelle loro proprietà (un vero e proprio censimento). Sarebbe stato utilissimo informare gli stessi sulla possibilità di rimuoverli a costo quasi zero offerta dal bando.... E CHE CAZZO PROPRIO!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna