Mer12122018

Last update02:01:53 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  
banner madel nuovo  banner grande frat sett  


banner my dill s
        banner fast2



banner babbo natale shoppine 2017

banner la coccinella  banner perniola alimenti  banner-madre terra corretto   
banner pagliarulo banner cas dalba  banner la cicogna  
 banner menelao  banner gio collection  banner bistrot 06  
 banner hakuna matata  verna banner  nuovo  banner fratelli settanni  
 banner l albero delle caramelle  banner fantasie del corso  banner-overkids-nuovo-  
banner mediaphone  banner-castiglione  banner valentina boutique-corretto  
Back Sei qui: Home Notizie Politica Consiglio comunale, oggi non si è tenuto per difetto di notifica

Consiglio comunale, oggi non si è tenuto per difetto di notifica

Condividi

difetto-notifica-consiglio


Alle 16:45 in sala consiliare c’era soltanto il presidente del consiglio Michele Maggiorano e il segretario comunale Giambattista Rubino, nessun consigliere comunale. Abbiamo chiesto al presidente se fosse successo qualcosa, la risposta è stata che il consiglio non si sarebbe tenuto per difetto di notifica della convocazione a tre consiglieri: Donatella Lamparelli, Diego Difino e Minguccio Altieri.

Mentre per i primi due -ci ha riferito ancora il presidente- il consiglio avrebbe anche potuto tenersi, per Altieri no. Dalla Posta il consigliere di opposizione non ha ricevuto nulla, neanche il classico avviso che il postino lascia quando non trova nessuno. Minguccio Altieri la raccomandata del comune, che lo invitava a prendere visione degli atti, l’ha ricevuta oggi alle 14:00, appena due ore e mezza prima del consiglio comunale.

Il consigliere di Progetto Città alle 10:00 di stamattina ha consegnato, al protocollo del comune, una lettera indirizzata al presidente del consiglio con la quale ha comunicato che, a quell’ora, non aveva “ricevuto la convocazione per la seduta del cons. comunale fissata per oggi 23-11-2018 alle ore 16:30”. Altieri, nella lettera, ha fatto notare che “l’articolo 44 comma 7 del funzionamento del consiglio comunale prevede che per le seduta straordinarie, l’avviso di convocazione deve essere consegnato almeno tre giorni prima della riunione”. “Ritiene, pertanto, -ha scritto ancora il sottoscritto Altieri-  considerando anche la non corretta applicazione dell’articolo 140 del c. p. c., la seduta non valida e Le anticipa, nel caso si dovesse procedere, la sua richiesta di annullamento”.

Ricordiamo che il consiglio era stato fissato in prime e seconda convocazione e che quattro erano i punti all’ordine del giorno: una comunicazione del presidente sul controllo amministrativo sugli atti, la ratifica della nomina dei revisori dei conti e due mozioni dei consiglieri PD Berardi e Valenzano.

 

Commenti  

 
+5 # prodotto da forno 2018-11-24 09:57
e la PEC?

nel 2018 aspettiamo ancora il piccione viaggiatore.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna