Lun20012020

Last update01:24:19 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel nuovo

   banner odusia libreria  

 

 

 

 
banner cas dalba
    banner bella e naturale  
  banner-verna modif

 banner gio collection
    banner pagliarulo
   banner valentina boutique-corretto

 banner mediaphone

   banner overkids RUTIGLIANO
 
  banner tesori del forno

 banner fratelli settanni
 
  banner bistrot 06

   banner hakuna matata

banner-punto-luce2

   banner la coccinella
 
  banner la casa di carta cartolibr

banner madre-terra-nuovo

  corso-banner-fantasia 

  banner pronto ufficio
banner perniola 400px    banner-castiglione  
 banner dioguardi fotografia
 
banner la cicogna

   
Back Sei qui: Home Notizie Politica Discarica e monitoraggio ambientale, tre comuni e comitato diffidano la regione

Discarica e monitoraggio ambientale, tre comuni e comitato diffidano la regione

Condividi

diffida-regione-comitato-discarica


Al Dipartimento Mobilità, Qualità Urbana, Opere Pubbliche, Ecologia e Paesaggio
Sezione Ciclo dei Rifiuti e Bonifiche - Servizio Gestione dei Rifiuti

e p. c. Al Presidente del Consiglio Regionale della Puglia - Mario Cosimo Loizzo
          Al Presidente V Commissione Consiliare regionale - Mauro Vizzino
          Al Presidente della Giunta Regionale - dott. Michele Emiliano
          All’Assessore all’Ecologia e Ambiente  - Gianni Stea

Oggetto: DIFFIDA alla immediata riconvocazione del Comitato per la valutazione dello stato ambientale e il risanamento dell’area vasta in contrada Martucci.

Con l’O.d.G. n. 179 del Consiglio Regionale della Puglia, approvato il 15.10.2013, fu costituito un Comitato Tecnico per la valutazione dello stato ambientale e il risanamento dell’area vasta in contrada Martucci impegnando “il Governo e le strutture regionali ad individuare le risorse finanziarie,… ed assumere ogni utile iniziativa finalizzata a coordinare tutte le attività ricognitive che consentano una più dettagliata conoscenza dei dati ambientali relativi a suolo, sottosuolo e falda nell’area vasta, che permettano l'individuazione dei responsabili dell’inquinamento e quindi l’avvio di interventi per la bonifica e la riqualificazione ambientale dell’area" e che “tali attività potranno essere espletate attraverso... l’istituzione di un comitato…  composto dai Sindaci dei Comuni interessati, Regione, Provincia, OGA, ARPA e ASL e di un rappresentante dei Comitati territoriali ambientalisti... che saranno comunicate alla V Commissione Ambiente del Consiglio regionale…”.

Tale Comitato (meglio conosciuto come Tavolo Tecnico) avrebbe dovuto concludere i suoi lavori entro sei mesi dal suo insediamento (ovvero entro la fine d’aprile del 2014!) e, come recita la Delibera di Giunta Regionale di recepimento dell’O.d.G. approvato dal Consiglio, adottata nello stesso giorno, “Qualora dallo studio dovessero emergere compromissioni dei livelli di inquinamento il Consiglio Regionale impegna la Giunta regionale a prevedere, nel bilancio di previsione per l’anno 2014, apposito capitolo di spesa a favore dei comuni di Conversano, Mola di Bari e Polignano (in forma associata fra di loro). Medesimo capitolo sarà poi incrementato, con la manovra di assestamento, per le risorse necessarie risultanti dallo studio stesso.”
Delibera che così si concludeva: “Si impegna altresì la Giunta ad adottare ogni provvedimento utile alla messa in sicurezza, bonifica e risanamento ambientale”.
    
Il complesso e travagliato iter che ha accompagnato i lavori del Comitato, le oggettive difficoltà incontrate, le scarse collaborazioni, talora, di alcuni componenti dello stesso, le interruzioni di ordine tecnico/burocratico/amministrativo, hanno trascinato per ben oltre tre anni e mezzo questa scadenza, con un finale a sorpresa: l’interruzione, per mano degli uffici regionali, dei lavori del Comitato.

Rammentando che l’O.d.G. approvato dal Consiglio Regionale aveva lo scopo finale di stralciare, eventualmente, il sito di Martucci dal Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti Urbani, ora siamo al paradosso (ormai oggi tale Piano è in scadenza, essendo stato avviato lo scorso 4 ottobre l’iter di approvazione del nuovo PRGRU in Giunta Regionale): dobbiamo puntare allo stralcio dal nuovo Piano appena adottato (dove, manco a dirlo, vi è la riproposizione del sito Martucci per l’impianto complesso e le discariche).
    
Orbene, per le scriventi Amministrazioni Civiche dei Comuni di Conversano, Mola di Bari e Rutigliano, unitamente all’Associazione “Chiudiamo la discarica Martucci” tutto ciò è inaccettabile! L’interferenza degli organi amministrativi/burocratici su una volontà politica è inammissibile e va immediatamente corretta.

Diffidiamo, pertanto, gli Uffici Regionali del Servizio Rifiuti dal persistere nell’atteggiamento ostativo e invitiamo gli organi politici regionali a voler ripristinare la legittimità dell’applicazione del dettato consiliare.

22 novembre 2018

Sindaco di Conversano                      Sindaco di Mola                      Vice Sindaco di Rutigliano    
Avv. Pasquale Loiacono                  Avv. Giuseppe Colonna         dott. Giuseppe Valenzano

Presidente Associazione
“Chiudiamo la discarica Martucci”
dott. Vittorio Farella

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna