Dom18112018

Last update04:47:00 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  
banner madel nuovo  banner grande frat sett  


banner babbo natale shoppine 2017

banner la coccinella  banner perniola alimenti  banner-madre terra corretto   
banner pagliarulo banner cas dalba  banner la cicogna  
 banner menelao  banner gio collection  banner bistrot 06  
 banner hakuna matata  verna banner  nuovo  banner fratelli settanni  
 banner l albero delle caramelle  banner fantasie del corso  banner-castiglione  


Messaggi promozionali, sezione in allestimento

Back Sei qui: Home Notizie Politica Lega FI FdI, la conferenza stampa di ieri

Lega FI FdI, la conferenza stampa di ieri

Condividi

laga-fi-fdi-conf stampa-cronaca


Come annunciato, ieri sera nella sede della Lega si è tenuta la conferenza stampa del segretario del partito di Salvini Nicola Demarinis, del commissario di FdI Giovanni Settanni e del segretario di FI Giovanni Redavid. Diciamo subito che Redavid era assente per motivi di lavoro, ma stamattina ci ha inviato un SMS con cui ha ribadito la posizione di FI, una posizione decisa, quasi dura, nei confronti della politica locale e di chi la rappresenta. Ma del messaggio del segretario di FI ne diamo conto alla fine di questa cronaca.

«Oggi il centrodestra, sia a livello nazionale, sia a livello locale, è rappresentato da queste tre forze, non ci sono alternative a noi». ha esordito così Nicola Demarinis, aprendo la conferenza stampa. «Si sta perdendo di mano il vero senso della politica, stiamo vedendo troppe cose strane», ha aggiunto in riferimento ai vari trasformismi di chi passa da destra a sinistra e viceversa. A Bari «sia Emiliano che Decaro -ha detto Demarinis- stanno gestendo malissimo sia la regione, sia il comune». A livello comunale, il segretario locale della Lega ha ricordato che nessuna delle tre forze della coalizione è presente in giunta e in consiglio. «Siamo alternativi a questa classe dirigente, a questa classe politica», ha detto. «L’era Romagno -ha aggiunto- è finita ed è giunta l’ora del cambiamento». laga-fi-fdi-conf stampa-cronaca-1

A un certo punto del suo intervento Nicola Demarinis ha parlato di immigrazione e sicurezza, come se le due cose siano automaticamente legate. Il governo nazionale, secondo il segretario di Lega-Rutigliano, le cose le sta facendo: «Vuoi la sicurezza, la flat tax, vuoi l’immigrazione». Quindi «noi non vogliamo l’immigrazione a Rutigliano, i clandestini non li vogliamo, non vogliamo che si aprano centri per clandestini. Vogliamo Rutigliano sicura», ha puntualizzato il segretario cittadino della Lega in perfetta sintonia con il suo “capitano” nazionale. Per Demarinis, e per il pubblico presente ieri sera, prevalentemente leghista, a Rutigliano ci sarebbe un serio problema di sicurezza, un problema di clandestini, soprattutto albanesi. Insomma, coscienti o non coscienti, è stato ieri sciorinato quasi per intero l’armamentario ideologico-xenofobo leghista.

Ha, poi, parlato il commissario di FdI. Giovanni Settanni ha messo subito al corrente l'uditorio che è di Turi, ma che ha parenti a Rutigliano. «A Rutigliano è ritornata la fiamma», ha detto. «Ritorna Fratelli d’Italia, ritorna la destra anche perché -ha incalzato-, negli ultimi anni chi era di Alleanza Nazionale si è venduto al PD e a Renzi». «Noi -ha aggiunto- dobbiamo essere l’argine alla vecchia politica. Lo chiedo a voi rutiglianesi: cosa avete avuto dai consiglieri provinciali del PD di Rutigliano; che io sappia niente, zero assoluto». Il commissario di FdI è venuto, poi, sulle questioni locali. «Prima si fa il programma -ha detto-, poi si fanno le liste e poi si sceglie il candidato sindaco. Se c’è una figura che riesce a mettere d’accordo tutte queste piccole differenze programmatiche e ideali va bene, se non c’è: primarie».nicola-demarinis-lega

E’ stato Nicola Demarinis a toccare nel vivo la questione principale, quella del candidato sindaco. «Oggi -ha detto- sappiamo che ci sono tre candidati sindaci con i quali noi vogliamo confrontarci, sentire le loro idee. Vogliamo essere ascoltati, vogliamo mettere anche le nostre linee guida. Chiunque, di questi tre vorrà condividere le nostre idee sicuramente sarà il nostro candidato sindaco». A questo punto la promessa sui tempi. «Garantisco -ha detto Demarinis- che massimo a fine novembre, prima di dicembre, noi abbiamo il nostro candidato sindaco e lavoreremo sui programmi». Poi, «Noi ci identifichiamo nel centrodestra; c’è un PD inesistente, ma c’è un PD. Tutto il resto… Bisogna vedere la loro collocazione quale sarà. Noi sin da adesso non prendiamo minestre riscaldate».

A un certo punto della conferenza stampa Giovanni Settanni ha svelato una cosa interessante che riguarda Raffaele Fitto e la sua corsa a candidarsi alle europee da qualche parte. «Vorrei anticipare ai miei colleghi», ha detto il commissario di FdI riferendosi alla stampa presente: «è arrivata qualche telefonata dai fittiani a FdI provinciale? Sì. Hanno telefonato a Filippo Melchiorre che è il mio coordinatore provinciale; hanno chiamato Marcello Gemmato. Loro hanno detto: su Rutigliano c’è Giovanni Settanni, decide lui. Patti chiari e amicizia molto lunga». La telefonata, ha poi aggiunto Settanni, sarebbe arrivata avantieri mattina, da parte di chi, non lo ha voluto dire, ma possiamo immaginare. I fittiani a Rutigliano si sa chi sono, si chiamano “colamussiani”.
giovanni-settanni-fdi
Rispetto a quella telefonata, su sollecitazione di Rutiglianoonline, il commissario di FdI ha poi precisato meglio. «Il problema, parliamo sinceramente senza remore, sono le europee. Fitto deve trovarsi casa, o dentro FdI o FI, sta amoreggiando con FdI». Fitto si candida, allora, con FdI? «Che io sappia, sta versando, adesso, verso FI», è stata la risposta del commissario.

Si è ribadito che Lega, FI e FdI sono alternativi ad Emiliano e Decaro, ma le elezioni sono a Rutigliano. Abbiamo chiesto ai due se sono alternativi, quindi incompatibili, anche con chi oggi amministra Rutigliano. In altri termini: nel caso dovesse arrivare da Colamussi e da Romagno un invito a ricomporre il centrodestra, voi che fate? La risposta di Demarinis: «Chiunque vuole far parte di questo progetto: 1 lo deve dire ora, 2 sarà valutato da tre membri già costituiti in base alla persona, al progetto, alla volontà di questo interlocutore. Poi saremo noi a decidere se sì o no». In sostanza, e qui Demarinis è caduto in contraddizione rispetto a quanto detto prima («Siamo alternativi a questa classe dirigente, a questa classe politica», «L’era Romagno è finita ed è giunta l’ora del cambiamento»), le tre forze politiche del centrodestra non sono alternative a chi oggi governa Rutigliano; solo che, Colamussi e Romagno, devono bussare alla porta di Lega, FI e FdI. E perché entrino nella coalizione, lo decidono Demarinis, Settanni e Redavid.giovanni redavid FI

Rispetto al candidato sindaco è evidente che, se la scelta è da fare tra le candidature oggi in campo, cioè -in ordine cronologico- Vincenzo Damato, Andrea Saffi e Carmine Iaffaldano, è chiaro che è su quest’ultimo che cadrà. Primo perché è da circa due mesi che si sa che il candidato della Lega è lui, poi perché la scelta tra i tre candidati citati non può che essere quella. Anche perché, Demarinis ha precisato che Carmine Iaffaldano è un suo amico, Settanni ha informato che gli è pure parente, quindi, va da sé. «Le idee di Iaffaldano, in linea di massima, sono più o meno come le nostre» ha aggiunto il segretario della Lega. «Nessuno esclude -ha precisato- ma nessuno dà per certo che Carmine Iaffaldano possa essere il nostro candidato sindaco». «Ci sono altri due candidati sindaci -ha ribadito ancora Demarinis- con i quali vogliamo confrontarci. Alla fine tutto nascerà da questo confronto». Se così stanno le cose è chiaro che il candidato sindaco di Lega, FI e FdI è Carmine Iaffaldano.

Il messaggio di Giovanni Redavid, piuttosto bellicoso rispetto al possibilismo buonista degli altri due sodali: «Insieme alla Lega e a Fratelli d’Italia abbiamo dato avvio ad un percorso comune per la costruzione della coalizione di centrodestra per le prossime amministrative di Rutigliano. Forza Italia aggregherà la parte moderata e liberale della nostra cittadinanza che intende contribuire al “risveglio” della politica locale lontano da accordi sotto banco, ricatti e capetti. Ci apriamo alle forze migliori della città per scegliere i migliori candidati e futuri amministratori per il rilancio del nostro paese. Siamo al lavoro con gli alleati per individuare i miglior candidato sindaco senza pregiudizi e senza preclusioni, ma sicuramente senza perdere tempo in personali beghe di palazzo. Noi ripartiamo dalla gente normale lontano anni luce dagli accordicchi trasformisti del PD». Firmato Giovanni Redavid, segretario Forza Italia Rutigliano.

 

Commenti  

 
+6 # CAVALLO PAZZO 2018-11-03 19:50
SEGRETARIO DELLA LEGA HAI CAPITO QUELLO CHE VUOL DIRE GIOVANNI REDAVID? LUI VUOLE FARE IL CANDIDATO SINDACO
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-6 # MAH! 2018-11-03 17:14
che siete peccati Voi leoni da tastera!
Le urne si avvicinano e succederà come alle politiche: il vostro odio si tramuterà in voti per la lega + Forza Italia + Fratelli d'Italia! viva le elezioni...pote re al popolo!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-29 # Mister X 2018-10-31 10:12
Ricordo, perchè qui vedo che non se ne ricordato nessuno, che alle prossime amministrative ci saranno pure i 5stelle. Non è che qualcuno si illude che il Movimento sia già morto e sepolto?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+31 # Fantasie delle sera 2018-10-30 21:38
Assurde le dichiarazioni tanto quanto le aspettative.... ma che volete?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+26 # Teta 2018-10-30 20:47
"Siamo aperti al dialogo purché si condivida il nostro programma"
Come si chiama questa linea programmatica?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-30 # Tonio 2018-10-30 18:35
Finalmente si cambia musica, se è vero che tra un mese escono con il sindaco ed i programmi avranno il mio voto e non solo il mio. Bravi, l'esatto contrario del vecchio modo di far politica. Deve decidere il popolo e non i burattinai, il popolo deve sapere subito da chi deve essere governato, non aspettare accordi sotterranei fatti all'ultimo istante solo ed esclusivamente per spartirsi il potere. Forza ragazzi no mollate
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+22 # veritas 2018-10-31 10:04
Il popolo? ma se hanno già deciso il candidato sindaco..vero carmine?...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-31 # Capitano 2018-10-30 18:23
Avanti tutta Rutigliano ricrescerà
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+24 # convinti 2018-10-30 18:15
La conferenza stampa più arrischiata e mediocre dell'incontro flop di LEGA, FI e FDI. Un numero di presenze nettamente inferiore alle aspettative vero? Girate le foto a Salvini .Un' uscita "freddina" per i padroni di casa, abituati alle grandi e chiassose calche. I segretari di partito affermano che: "Colamussi e Romagno, devono bussare alla porta di Lega, FI e FdI. E perché entrino nella coalizione, lo decidono Demarinis, Settanni e Redavid." :eek: È inutile sbarrare le porte alla coerenza e alla lealtà: le scavalcano. Quindi Colamussi Romagno non bussate a quella porta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-19 # il giusto 1 2018-10-30 17:41
questi non sanno cosa significa il confronto e hanno bisogno di rianimazione politica la parola ce l'hanno sempre loro e pensano che la vittoria x il centrodestra a rutigliano sia diventata una consuetudine da 20 anni a questa parte......gius to che c'e' un PD inesistente ma ci sono i 5 stelle che daranno battaglia all'ultimo votoe il partito delle astensioni che si fa sempre piu' forte......loro non hanno fatto altro che dire parole ma i fatti li vedremo nella cabina elettorale!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+26 # fulvio 2018-10-30 14:51
pochissima gente.. basta con le chiacchiere dite che è carmine il vostro candidato sindaco..farest e migliore figura!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+29 # peppino 2018-10-30 13:59
Questi fanno il conto senza l'oste.... a Rutigliano le elezioni non si vincono senza il Fittiano Calamussi ....remember... . Lanfranco Digioia ha vinto per due legislature grazie all'appoggio di Colamussi stessa cosa vale per Romagno, le ultime quattro elezioni comunali in tre non si è nemmeno andati al ballottaggio, e questi.... pensano di vincere facile :-) .
Una cosa la voglio dire a Demarinis e Redavid, voi avete avuto in circa 20 anni di ammistrative rutiglianesi solo poca visibilità Demarinis una breve parentesi come consigliere Ipab e una presidenza alla vigilanza privata locale, Redavid 5 anni da consiglire comunale nella prima legislatura Di Gioia poi il nulla salti continui da destra a sinistra ma sempre inconcludenti quello che invece vi è capitato non di certo per meriti ma solo perchè eravate candidati di Forza Italia dove Colamussi era in quel periodo il protaganista di spicco. Spero che la redazione pubblichi per intero il mio post,
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+16 # Angela Valenzano 2018-10-30 20:18
Non può esserci Centro Destra senza Colamussi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-23 # cane 2018-10-30 17:05
beh se ci dici cosa hai avuto anche tu grazie all'ex capo stazione completiamo.
E a prescindere, Colamussi non era candidato alle scorse amministrative, e sempre a prescindere 5 anni di crisi amministrative credo siano troppe anche per il buon sindaco!
Non si può vivere con l'ansia di dover sempre rispondere e rispondere positivamente per ogni flatulenza di * o degli amici dello stesso.
Ora, o la smettete di fare politica con i presta nomi e mettete la faccia come ha fatto il buon demarinis...o continuate a vivere di ricordi che sono le uniche cose che vi rimangono!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+16 # peppino 2018-10-30 18:42
non ho avuto nulla tranquillo, la mia è una semplice riflessione politica locale. Giusta la tua considerazione, alle ultime amministrative Colamussi non era candidato, ma sappiamo benissimo dove ha confluito i suoi voti (Lamparelli, Saffi) e la campagna elettorale in prima linea a favore di Romagno. Comunque faccio gli auguri a te e al tuo Demarinis.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-14 # Fantasia 2018-10-30 20:24
...e sinceramente non poteva fare danno peggiore a Rutigliano il buon burattinaio!
Due consiglieri: 1 n.c. l'altra brava nei selfie e nel prendere picci, per i cavatelli piuttosto che per i Santi!
Questa è la politica che ti piace?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+11 # realtà 2018-10-31 19:35
Siamo sempre alla vecchia logica politica.
Le sagre e le feste popolari di paese, rappresentano un patrimonio straordinario che va difeso, valorizzato e tutelato perché svolgono un ruolo sociale, aggregativo un collante insostituibile ed hanno una valenza economica visto che a beneficiarne sono i piccoli esercizi commerciali.
Inoltre promuovono il territorio e ne valorizzano le tradizioni
E poi diciamocela tutta da queste sagre di paese: del cavatello, del grano, della pettola, della bruschetta, della birra, "viene fuori il concetto di comunità", pensiero tanto caro al vostro futuro candidato Sindaco.
Mi sorge una domanda: Fantasia, non è che avresti anche tu qualcosa da imparare da loro?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+21 # Pecora senza Pastore 2018-10-30 13:23
Solo posti in piedi e neanche.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-26 # Ottaviano 2018-10-30 12:50
Bravi!! avanti così siamo stanchi del falso buonismo del PD e dei migranti che hanno invaso le nostre città per far campare centri e assistenti sociali che rischiano anche con quelle persone. Vogliamo più sicurezza e una città che risvegli dopo il torpore di questi anni!! Riguardo agli albanesi a me non danno fastidio però controlliamo meglio la nostra città!! Andiamo a governare la città!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+29 # papocchio 2018-10-30 12:44
Direttore, comprendo ed apprezzo molto lo sforzo che hai fatto per dare senso compiuto a delle frasi sconclusionate e senza significato.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+32 # scemoqualunque 2018-10-30 12:41
Non vogliamo i clandestini a Rutigliano. Perchè ce ne sono?
Ah si vero, li ho visti qualche giorno fa, erano in una macchina e stavano andando a togliere i teli dal vostro tendone, in vista del forte vento di questi giorni.
Ora che ci penso ne ho visti altri, ognuno con un anziano, probabilmente li avevano rapiti, SI, c'è bisogno di sicurezza nel nostro paese, la stessa sicurezza di cui abbiamo bisogno quando dobbiamo affidarci ad una persona che si prenda cura del nostro parente anziano mentre noi ce ne stiamo tranquilli a casa a guardare la televisione e bere la birra.
«Siamo alternativi a questa classe dirigente, a questa classe politica» questa è l'unica cosa credibile, non ti abbiamo mai visto in consiglio comunale...Ah no, la riunione è nel salotto di Nuccio Altieri.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-22 # Benito Bossi 2018-10-30 12:25
#vaicapitano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna