Dom18112018

Last update04:47:00 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  
banner madel nuovo  banner grande frat sett  


banner babbo natale shoppine 2017

banner la coccinella  banner perniola alimenti  banner-madre terra corretto   
banner pagliarulo banner cas dalba  banner la cicogna  
 banner menelao  banner gio collection  banner bistrot 06  
 banner hakuna matata  verna banner  nuovo  banner fratelli settanni  
 banner l albero delle caramelle  banner fantasie del corso  banner-castiglione  


Messaggi promozionali, sezione in allestimento

Back Sei qui: Home Notizie Politica Mercato settimanale, l’indecoroso spettacolo dei rifiuti abbandonati

Mercato settimanale, l’indecoroso spettacolo dei rifiuti abbandonati

Condividi

rifiuti-mercato-strada


Dal nostro punto di vista si tratta di vero e proprio abbandono di rifiuti operato dagli ambulanti ogni lunedì alla fine del mercato settimanale. Basta, poi, una giornata di vento, non necessariamente forte come quello di oggi, che la plastica, la carta e il cartone, se ne vanno a spasso per la città. Si radunano su via Mola, sulla piazzetta di fronte alla Q8 e sulle perpendicolari di via Dante; rifiuti che svolazzano al vento, trascinati in ogni dove. Oggi, insieme ad altri rifiuti, c'era un bustone azzurro pieno di altra plastica in mezzo alla strada, all’incrocio tra via Mola e via A. Moro; un ostacolo, mosso continuamente dal vento, che ha costretto le auto a fare slalom per scansarlo.

La ditta appaltatrice dell'igiene urbana pulisce anche le via adiacenti al mercato, ma -evidentemente- non basta. E, certo, non si può pretendere che i suoi operatori vadano in giro ad accalappiare col retino -come fanno i collezionisti di farfalle- i rifiuti che svolazzano al vento.

E’ una situazione intollerabile, che pone un  problema di decoro della città e anche di igiene. Civiltà vorrebbe che ogni commerciante fosse obbligato, là dove non arriva l’educazione, a mettere i propri rifiuti, debitamente separati, in contenitori o bustoni, da tenere sotto la baracca fino alla fine del mercato e adagiarli, poi, al lato del marciapiede debitamente chiusi. Non ci vuole molto: siamo o no nel comune più riciclone di Puglia?

Tra l’altro, separare i rifiuti del commercio su aree pubbliche è un obbligo di legge. “Salvaguardare, riqualificare e ammodernare la rete distributiva prevedendo sistemi, mezzi e procedure che assicurino la riduzione, il recupero e la differenziazione dei rifiuti e/o scarti dell’attività di vendita”, è quanto recita la legge regionale 4/2017 denominata “Criteri e procedure per la concessione dei posteggi su aree pubbliche. Regolamento attuativo”.

I commercianti ambulanti è ora che a Rutigliano si adeguino e pratichino la raccolta differenziata non solo perché lo dice la legge regionale, anche perché così fanno diligentemente da sette anni tutti i cittadini e le attività commerciali di questo paese.

Abbiamo dato una occhiata a quello che succede altrove e, il comune di Putignano, per esempio, ha un regolamento per l’esercizio del commercio al dettaglio su aree pubbliche che all’art. 10 dice questo: “A tutti gli operatori commerciali titolari di concessione del posteggio è’ vietato (…) gettare derrate avariate, rifiuti o qualsiasi oggetto sui luoghi di passaggio…”.

Abbiamo cercato sul sito del comune di Rutigliano alla voce “regolamenti” e non abbiamo trovato nulla di simile. Sembrerebbe che il mercato settimanale, da noi, si svolga senza un regolamento che ne disciplini le attività.

Ora, nel caso davvero non dovesse esserci un regolamento che disciplini anche la questione dei rifiuti del commercio su aree pubbliche, è il momento che l’amministrazione e il consiglio comunale si diano da fare, risolvano il problema. Nelle more, però, dell’eventuale approvazione di un regolamento, il sindaco potrebbe emanare un’ordinanza che vieti l’abbandono dei rifiuti prodotti durante il mercato settimanale e rionale e obblighi gli ambulanti alla raccolta differenziata di ogni tipo di imballaggi e anche dell’organico.

Continuare a vedere i rifiuti che, una volta alla settimana, se ne vanno a spasso per la città, è davvero indecoroso, incivile.

 

Commenti  

 
+14 # Cittadino 2018-10-30 21:54
Direttore lei che e molto attento a tutto ciò e documenta con foto, potrebbe fotografare e documentare la situazione che si crea in VIA LEOPARDI da dopo l alimentari fin prima che la strada stringa puntualmente tutti i giorni dove è impossibile per i pedoni camminare sui marciapiedi perché ci devono mettere le macchine per poter accedere ad uffici presenti in strada e una situazione che gli vabbene a qualcuno ma ora basta che si intervenga. Sul marciapiede stasera c'erano almeno dieci macchine dieci verbali se si va a controllare sta situazione deve finire.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-12 # Pecora senza Pastore 2018-10-31 09:40
Rivolgersi neo consgliere comunale.
(rileggi prima di pubblicare e ripassa un po di grammatica però)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+1 # cittadino 2018-10-30 18:29
Non ci sono multe per chi sporca?!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # alex 2018-10-30 13:11
Se a casa faccio una festa, subito dopo Pulisco!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-20 # Commerciante 2018-10-29 20:35
I commercianti sono tra i pochi che lavorano.
Può pure capitare quando si lavora.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+7 # cittadino 2018-10-29 18:57
Non occorre molto; comune di Rutigliano,sign or Sindaco verbo copiare. Copiare le ordinanze forti del Sindaco di Bari. Copiare e far valere la legge del rispetto. Rispetto per i cittadini puliti e per gli addetti alle pulizie ma non rispetto per i signori del non rispetto. Bari sta migliorando con multe salate. Vogliamo copiare come a scuola o è difficile ? Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna