Ven21092018

Last update04:34:29 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner comune estate 2018 

BANNER RUTIGLIANO ONLINE

 

Back Sei qui: Home Notizie Politica A Rutigliano lo “scivolone” di Magdi Cristiano Allam

A Rutigliano lo “scivolone” di Magdi Cristiano Allam

Condividi

allam magdi-


sac. Pasquale Pirulli
don pasquale foto
Sabato 1° Settembre 2018 nel salotto buono del MUDIAS, ospitato nel Palazzo Settanni a Rutigliano, lo scrittore Magdi Cristiano Allam ha presentato il suo ultimo libro dal titolo “IL CORANO SENZA VELI” (MCA Comunicazione). L’iniziativa proposta dal dott. Nicola Giampaolo, postulatore accreditato presso la Santa Sede,  ha ricevuto il patrocinio dell’Amministrazione Comunale che ha portato il suo saluto attraverso la voce e la partecipazione dell’Assessore alla Cultura Avv. Giuseppe Rocco Poli.

L’autore del saggio, inteso a “fare opera di cultura”, ha introdotto il suo dire con un commovente ricordo della propria mamma nata e cresciuta maomettana che soltanto in tarda età si impegnò a vincere l’analfabetismo per poter leggere il testo sacro del Corano.

Nella prima parte della sua conversazione egli si è soffermato a spiegare la identità del dio Allah (uno dei trecentosessanta venerati presso la Kaba de la Mecca) e l’origine del testo venerato dagli islamici che fa riferimento a personalissime rivelazioni (?!!) ricevuto da Muhammed uomo dall’avventurosa vita nel deserto arabico. L’analisi della vita privata del “profeta di Allah” che tentava di coonestare le sue avventure poligamiche (da Kadigia ad Anjscia e le quattro mogli legali) con personalissime dispense, ha smitizzato il magdi-allam-0carattere sacro del testo coranico nei confronti del quale è interdetta ogni analisi storico-critica. Non bisogna dimenticare la serie ininterrotta delle tante spedizioni militari guidate dal battagliero profeta nei confronti delle altre tribù ebraiche del deserto (Banu Qurasyzah, Banu al Nadire, Banu Qaynuca. ecc.) per realizzare la “GiHaD” che etimologicamente significa “sforzo” da perseguire nella via di Dio. Il Corano aveva proclamato: “Combattete nella via di Dio contro coloro che vi faranno la guerra, però non eccedete, perché Dio non ama quelli che eccedono. Uccideteli quindi, ovunque li troviate, e scacciateli da dove essi vi avranno scacciati, poiché la discordia civile è peggiore della strage in guerra”.        
Nella seconda parte Magdi Cristiano Allam ha analizzato il rapporto storico dell’Europa con l’Islam, al quale egli non riconosce la dignità di religione monoteistica alla pari con l’Ebraismo e il Cristianesimo. I fatti da lui addotti a sostegno della sua tesi di “invasione e aggressione” programmata da parte dell’Islam derivano da statistiche circa i flussi di immigrazione e la denatalità endemica dei paesi europei e in modo particolare dell’Italia. Egli mette sotto accusa la politica dell’accoglienza generalizzata riassunta nell’espressione “porte aperte”, praticata dai governi italiani precedenti l’attuale guidato dalla troika “Conte-Salvini- Di Maio”.
La sua conclusione è che a difendere la identità dell’Europa che ha “radici cristiane” e a recuperare la sicurezza all’interno di “casa nostra” è necessario oltre alle conoscenza del migrante che bussa alla nostra porta alzare barriere difensive ed eventualmente aiutare gli immigrati a casa loro. magdi-allam-2

Proprio nella conclusione si è evidenziato lo “scivolone” dell’autore che è trascorso da una impostazione culturale (incentrata sui concetti di religione, rivelazione, testo sacro nelle coordinate sociali e storiche) che era un invito alla conoscenza,  ad una aperta sponsorizzazione della linea politica di Matteo Salvini che grida lo slogan “Prima gli Italiani!” e chiude i porti dell’Italia a chi affronta il rischio di una drammatica traversata su natanti di fortuna alla mercé di trafficanti di “carne umana”.

Proprio questa deriva di esasperato nazionalismo ha suscitato i vivaci appunti del pubblico cui hanno dato voce il Sac. Pasquale Pirulli, Gianni Nicastro e la dott.sa Angela Giardinelli. Il primo ha richiamato il valore del dialogo interreligioso auspicato dal Concilio Vaticano II e ha scandito tre parole: “conoscere - dialogare - collaborare”. Circa il problema dell’accoglienza, drammaticamente riproposto dai 143 migranti della nave della guardia costiera “U. Diciotti”, ha sottolineato la opportunità che le “porte aperte” siano accompagnate da un processo di “graduale inserimento” (dopo la necessaria identificazione, corsi di lingua italiana, avviamento al lavoro, ecc.), così come proposto dal programma della Conferenza Episcopale Italiana.

Gianni Nicastro, direttore responsabile della testata giornalistica Rutiglianoonline, ha vivacemente contestato gli aspetti politici della presentazione del volume, analizzando i toni e i contenuti dell’intervento dell’autore Magdi Cristiano Allan: pacato storico nella prima parte e provocatore politico nella seconda.
La dott.ssa Angela Giardinelli si è detta sorpresa dalle critiche alla “politica di accoglienza” del papa Francesco espresse dal dott. Nicola Giampaolo il quale in questo caso non farebbe onore al suo ufficio di postulatore delle cause dei santi.

Al di là di quanto annotato circa alcuni aspetti discutibili dell’iniziativa, si deve plaudire ai promotori di questo evento che ha risvegliato il torpore estivo dei rutiglianesi i quali più che inseguire la “versione salviniana della religione islamica” proposta da Magdi Cristiano Allam nel suo testo e nella sua presentazione, sono “in tutt’altre faccende affaccendati”.


                           

Commenti  

 
+2 # basta!!! 2018-09-07 09:22
Bisogna riconoscere che vi è una sorta di "continuità" nell'assessorat o al turismo e cultura: stesso programma (o quasi) estivo, finanziamento di attività "culturali" di partito...ci manca solo la notte bianca...ed è tutto uguale!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+4 # tex 2018-09-06 16:09
Un invito per l'ex on. Nuccio Altieri : per carità è arrivato il momento di fare chiarezza su certe appartenenze. Costui ha o non ha la tessera del partito? Vi rappresenta ? Inutile continuare con questa farsa. Siamo stanchi di leggere di questo poliedrico e camaleontico personaggio che purtroppo
riesce sempre a trovare spazio , forse grazie al suo indce di gradimento o meno , da parte dei lettori.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+6 # carlo 2018-09-06 10:25
Sinceramente la targhetta con su scritto "postulatore per la santa sede" è quantomeno grottesca. per favore, se dovete mettere questo * personaggio a presenziare le manifestazioni, fatelo solo se ha dei titoli culturali *. Per correttezza verso i cittadini ma soprattutto per non incorrere nella ridicolaggine
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # Nothing 2018-09-05 16:20
Don Pasquale si faccia una ragione che gli italiani sono stufi dei migranti che vanno aiutati a casa loro con un grande piano di investimenti concreti (una specie di piano Marshall) e chi è in guerra deve combattere (tranne donne e bambini che vanno aiutati e salvati) per la libertà come hanno fatto i nostri nonni e antenati perchè la libertà non piove dall'alto poi lei che parla di dialogo collaborazione ma sa quanti preti si girano dall'altra parte nei confronti di migranti infatti quelli che saranno accolti dalla CEI saranno sfamati con l'8xmille cioè sempre dal contribuente. Ma mi faccia il piacere! Riguardo questo evento non c'ero e non mi interessa e non mi pronuncio sullo scrittore e sull'ex consigliere
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-1 # Andrea 2018-09-06 09:24
Nothing parla per te e per i diversamente colti * che vanno dietro alle chiacchiere vuote di Salvini.
Gli italiani vogliono un piano Marshall per farci ridare i 49 milioni di euro rubati dai leghisti e che si cominci a governare invece che farsi i selfie ai funerali!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-2 # papocchio 2018-09-06 08:22
Fatti curare da uno bravo!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+11 # mah 2018-09-04 10:39
non mi meraviglio di * giampaolo che * ora appoggia la lega perchè è il partito più in voga al momento. La cosa che più mi spiace è che la chiesa continua a dare visibilità ad un * che si fregia di titoli che lo fanno passare per buon cristiano, * e se fosse vero che si è dimesso da consigliere per svolgere altro, non si capisce perchè continua a presenziare a nome di un partito che nè ha detto di tutti i colori contro i meridionali ed ora grazie ai voti di soggetti come lui, ci governa e fa considerare tutti gli italiani razzisti. La chiesa dovrebbe battere un colpo contro questi signori e dovrebbe mettere in pratica quanto predicato da papa Francesco. Per cittadino non abbiamo due anime se sei cristiano devi mettere in pratica quanto ha predicato Cristo, purtroppo noi siamo cristiani all'acqua di rose giustifichiando tutte le nostre nefandezze.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+8 # Chivivravedra 2018-09-03 08:30
Un individuo che fregiandosi di titoli mai dimostratii indossa un vestito di circostanza e convenienza per sostenere la sua immorale esistenza terrena.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+7 # papocchio 2018-09-03 08:25
questo "signore" è solo un provocatore che ha delle questioni irrisolte con la sua vecchia religione. Spero che non siano stati usati soldi dei rutiglianesi per dargli voce!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-12 # cittadino 2018-09-03 06:16
Dispiace che anche giornalisti non hanno o non vogliono capire. Un conto è la religione e un conto è la politica. Salvini con molta probabilità è migliore di molti altri e non è razzista. Si tratta solo di buon senso .Una nazione può farsi carico solo di un determinato numero che non si vuole determinare dopo di chè diventa un caos dove l'immigrato diventa uno schiavo e entra nel meccanismo perverso di una falsa accoglienza : sacerdote Pirulli cosa dice di una persona che spaccia,di uno in attesa di elemosina per non dire della tratta. Perchè non criticate le altre nazioni la cui politica è molto peggiore di quella nostra . Vi dovreste vergognare a non essere imparziali e purtroppo per questo mi allontano mio malgrado dalla chiesa che non deve entrare in politica a mo di supremazia come nel passato altro che corano ! Ha studiato la storia dei popoli ! Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna