Dom19082018

Last update11:55:31 AM

banner conad 2016    banner arborea corretto  
banner madel nuovo  fal banner 456x52

 

 

 

 

 

banner comune estate 2018

 

Back Sei qui: Home Notizie Incheste Loculi cimiteriali. XIII lotto pianificato (2013), progettato (2016), ancora oggi non realizzato

Loculi cimiteriali. XIII lotto pianificato (2013), progettato (2016), ancora oggi non realizzato

Condividi

lotto-loculi-XII


di Gianni Nicastro

C’è una domanda di loculi da parte della cittadinanza oggi a Rutigliano? Nel caso, quanti cittadini ne hanno richiesto l’assegnazione? Sono interrogativi che, a settembre scorso, abbiamo rivolto al responsabile comunale dei servizi cimiteriali, il quale ci ha fatto sapere che “attualmente sono presenti richieste presso questo ente per circa 220 loculari da parte di privati cittadini”. A fronte di una simile domanda ci vorrebbe che il comune li costruisse i loculi; abbiamo, quindi, chiesto allo stesso responsabile se è in itinere una gara d’appalto comunale per la loro costruzione. Ci ha risposto che “è stato attivato il procedimento per la costruzione del nuovo lotto di loculari, giusta deliberazione della Giunta Municipale n.193 del 2/12/2016 con cui è stato approvato il progetto esecutivo per la realizzazione del XIII lotto”.

Dunque, un progetto esecutivo esiste ed è stato approvato dall’amministrazione comunale più di un anno fa con una delibera che sin da allora ha demandato “al responsabile dell’Area Contratti (che è lo stesso dei servizi cimiteriali, n.d.r.) di avviare la procedura di assegnazione dei loculi, cappelle e tombini al fine di incassare le somme necessarie all’autofinanziamento dell’opera”, si legge nella delibera n.193 del 2 dicembre 2016. E’ passato oltre un anno da quell’input, ma nessuna assegnazione di “loculi, cappelle e tombini”, è stata fatta.

Non si capisce bene se sia necessaria la pubblicazione di un bando o, trattandosi di richieste già pervenute al comune, basta solo invitare i richiedenti a versare il 15% del costo del loculo “entro cinque giorni dalla convenzione”, si legge in una delibera di giunta comunale del 2007 -la n. 109- che regolamenta la procedura dell’autofinanziamento.

Per regolamento i loculi il comune li costruisce in autofinanziamento, appunto, cioè con i soldi dei “privati cittadini” che ne fanno richiesta, soldi che possono cominciare ad essere introitati dalle casse comunali solo con la loro assegnazione. In sostanza, questo è il problema: no assegnazione, no risorse, no gara.

Non sappiamo per quale motivo l'assegnazione non sia stata fatta, sappiamo solo che al 25 ottobre 2017, giorno in cui il responsabile dell'ufficio aree cimiteriali risponde alla nostra richiesta di informazioni, risulta essere “stato attivato il procedimento per la costruzione del nuovo lotto di loculari”. Dall’approvazione del progetto esecutivo del XIII lotto è stato pubblicato un solo atto amministrativo o, perlomeno, così a noi consta da una ricerca fatta sull’albo pretorio “storico” on line del comune di Rutigliano. Si tratta di una determina dell’ufficio appalti e contratti, la n. 611 del 9 giugno 2017, che all’oggetto recita “Realizzazione del lotto n. XIII loculi cimiteriali nuovo cimitero comunale di Rutigliano. Determinazioni. Accertamento somme in entrata”. Una determina che ha disposto, a giugno dell’anno scorso, un accertamento di “somme derivanti dalla concessione dei loculi nel Lotto XIII (…) al capitolo di bilancio n° 2571/E per l'anno 2017”, disposizione che suscita delle perplessità perchè l’assegnazione per il XIII lotto, da cui possono arrivare -in modo scaglionato- somme da accertare, non era stata fatta, allora come ancora oggi.

Ma al di là di questa perplessità, e di altre sulle quali abbiamo chiesto -via PEC il 4 gennaio scorso- spiegazioni al comune, non ancora arrivate, di quella determina una cosa è chiara, cristallina come l’acqua, la si legge nella premessa: “… - che il Responsabile dell'Area Cimiteriale è titolare della potestà di procedere alla assegnazione dei loculi e ossari al fine di incassare le somme necessarie all'autofinanziamento dell'opera”. Ora, qui il responsabile servizi cimiteriali, contratti e appalti, utilizza un termine molto interessante: “potestà”, che letteralmente significa “potere”. Lui ha la titolarità di quella potestà, quindi, è l’unico responsabile comunale che ha il potere di assegnare loculi; se a questo si aggiunge che lo stesso ha avuto, un anno fa, dalla giunta comunale, l’incarico di “avviare la procedura di assegnazione” al fine di “incassare le somme necessarie all’autofinanziamento dell’opera”, non capiamo come mai la procedura sia ancora all’avvio e non sia stato, ad oggi, assegnato neanche un loculo.

In realtà, in riferimento alla realizzazione dei loculi del XIII lotto, il ritardo non è solo di un anno. La realizzazione di questa opera pubblica è stata, dall’amministrazione comunale, pianificata sin dal 2013, infatti la ritroviamo nell’elenco triennale delle opere pubbliche di quell’anno con una stima dei costi di 494.000 euro e una copertura finanziaria relativa allo stesso 2013. In autofinanziamento, quindi, il XIII lotto si sarebbe potuto realizzare, potenzialmente, fin dal 2013. Nell’elenco delle opere pubbliche del 2013 troviamo, addirittura, anche la “realizzazione loculi cimiteriali” del “Lotto XIV” con una copertura finanziaria al 2014 di 480.000 euro. Nell’elenco delle opere pubbliche del 2014 ritroviamo la realizzazione dei loculi degli stessi lotti XIII e XIV con le stesse somme di copertura finanziaria (apporto di capitali privati) nel 2014 e 2015.
L’anno successivo, cioè nel 2015, i costi della realizzazione dei loculi del XIII lotto lievitano da 494.000 a 600.000 euro con copertura finanziaria allo stesso 2015, mentre per il XIV lotto la copertura finanziaria si sposta al 2016 con la stessa somma degli anni precedenti. Nel 2016 e nel 2017 l’elenco triennale delle opere pubbliche continua a riproporre la realizzazione degli stessi lotti XIII e XIV con le stesse somme a copertura finanziaria e con la realizzazione scansionata alla stessa maniera, il XIII lotto nell’anno corrente, cioè 2017, il XIV lotto nel 2018. Quindi, siamo nell'anno in cui si potrebbe realizzare il XIV lotto quando del XIII non se ne scorge -all'orizzonte- neanche la gara d'appalto.

Questo procrastinare la realizzazione del XIII lotto ha prodotto non solo che le richieste dei cittadini, di assegnazione dei loculi, non siano state soddisfatte, ha prodotto anche un aumento dei costi di realizzazione degli stessi loculi di 106.000 euro rispetto ai 494.000 euro del 2013, un aumento dei costi di oltre il 21%.

In conclusione, da una prima indagine, che stiamo approfondendo e che sarà oggetto della prossima inchiesta, sta venendo fuori che dal 2007, cioè dall’approvazione del “progetto di ampliamento del cimitero comunale 3° stralcio”, avvenuta con delibera di giunta n.137 del 01/08/2007, sono stati realizzati cinque complessi pluriloculari, tre (A1-A2-A3) di proprietà di una sola privata associazione culturale -che stranamente viene classificata come “confraternita”- e due costruiti dal comune (XI e XII lotto). In dieci anni i loculi costruiti dal comune sono 420, una parte dei quali non assegnati e nelle disponibilità dello stesso comune per le urgenze. Il numero complessivo di loculi costruiti dalla privata associazione non lo conosciamo precisamente, ma sappiamo quanti ne contiene il lotto “A2”: 228. I tre complessi sono uguali, sia dal punto di vista costruttivo che della grandezza, presumiamo, quindi, che abbiano lo stesso numero di loculi, complessivamente circa 630.
Facciamo notare, in ultimo, che diverso è il numero dei loculi costruiti da privato e pubblico -a favore del privato-, diversi sono, anche, i tempi di realizzazione tra approvazione del progetto esecutivo dei loculi pubblici e realizzazione degli stessi e rilascio del permesso a costruire dei loculi privati e loro realizzazione. Si tratta di anni nel caso del pubblico (2007-2009 l’XI lotto, 2012-2015 il XII lotto), di mesi nel caso del privato (lotto “A2”: permesso di costruire rilasciato a dicembre 2009, a maggio 2010 i loculi vengono già assegnati ai soci).

Siamo al 2018 e la situazione è la seguente: progetto esecutivo del XIII lotto di loculi pubblici approvato un anno fa ancora senza assegnazione, tre richieste di assegnazione di suoli cimiteriali per realizzazione di loculi inoltrate al comune e in attivo ad altrettante private associazioni già assegnatarie, in passato, della stessa tipologia di suoli. Chi arriverà a costruire prima, il pubblico o il privato?

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna