Mer26022020

Last update08:43:20 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel nuovo

  banner garofoli energia  

 

 

Back Sei qui: Home Notizie Eventi Tre giorni di “rumore” tra spettacoli musicali, mostre d’arte, luci e proiezioni

Tre giorni di “rumore” tra spettacoli musicali, mostre d’arte, luci e proiezioni

Condividi

la-josa-2020

 

COMUNICATO STAMPA

Fiera del Fischietto in Terracotta di Rutigliano 2020
La Josa – Arte e Musica
15-16-17 gennaio 2020 Palazzo San Domenico,
via Leopoldo Tarantini 28 Rutigliano (BA)

Frakasso Blog e Room 70018 sono orgogliosi di presentare la 2ª edizione de «La Josa».
 «La Josa» è un’espressione dialettale nostrana molto frequente nel lessico colloquiale che indica «Baccano», «Caos». Ed è proprio nel clima di chiasso e di festa della prima vera festa rutiglianese dell’anno, che vi invitiamo a vivere tre giorni di “rumore” tra spettacoli musicali, mostre d’arte, luci e proiezioni. Tutto nella cornice della folkloristica Fiera del Fischietto in Terracotta di Rutigliano.

Durante la tre giorni culturale-musicale, Palazzo San Domenico, cuore pulsante della Fiera del Fischietto in Terracotta, accoglierà per la prima volta le opere “Promessa d’Amore” dell’artista Vito Moccia; “Fischio Matto”, scacchiera in Terracotta dell’artista Francesco Laforgia ed i live musicali di “Indiferenti” e “Molla”. Naturalmente il tutto condito da mostre d’arte,

PROGRAMMAla-josa-2020-2

Mercoledì 15 gennaio 2020, ore 18:30
Sala Conferenze del Museo del Fischietto in Terracotta

La Josa: Storie su Tela – Promessa d’Amore

Una enorme tela per dare continuità a “La Burla”, presentata ufficialmente durante la prima edizione de «La Josa» durante la Fiera del Fischietto in Terracotta 2019. Una tela per ricordarci chi siamo, una tela per raccontarci, una tela per rendere immortale i colori e l’allegria della Fiera del Fischietto in Terracotta di Rutigliano.

Interventi:
Maria Luisa Pasqualicchio
Vito Moccia – Artista

Dialoga con l’artista il giornalista Gianluca Giugno

Giovedì 16 gennaio 2020, ore 18:30
Sala Conferenze del Museo del Fischietto in Terracottala-josa-2020-3

La Josa: Gallo Matto

E se i fischietti di Rutigliano prendessero vita di notte come nel film “Una notte al Museo”? Immaginiamoli radunarsi su una scacchiera e battersi in una grande ed armonica coreografia su caselle bianche e nere. Non riuscite ad immaginarlo? Nessun problema, ci ha pensato Francesco Laforgia!

Interventi:

Prof.ssa Rosanna Bianco – Docente di Storia dell’Arte Medievale dell’Università degli Studi di Bari
“Il gioco degli scacchi tra Oriente ed Occidente”;
Gianluca Giugno – Giornalista.

Al termine della presentazione si terrà una partita inaugurale sulla scacchiera in terracotta a cura del “Circolo Scacchistico Nojano”.

17 gennaio 2020, ore 21:00 – 23:00

Chiostro Palazzo San Domenico

La Josa: Live Music

Non può certo mancare il live tra le mura e le arcate del Chiostro di Palazzo San Domenico. È stato un convento, una prigione, un tribunale ed un municipio ma, per una sola notte, si trasformerà in un prezioso carillon con musica, luci e proiezioni.

Si esibiranno:

Indiferenti - Indie Pop Rock
Molla – Cantautorato

 

la-josa-2020-1

Commenti  

 
-4 # Delirio 2020-01-13 17:47
Tranquilli quest'anno niente discoteca come lo scorso anno, quest'anno cambiano musica (almeno così anno scritto)!
Il luogo? dipende dal tipo di musica, se realmente non è la stessa dello scorso anno, potrebbe andar bene!
Certo parliamo di "evento popolare" e sarebbe stato meglio ascoltare "musica popolare, abbiamo artisti di tutto rispetto, suonano pizziche e altre musiche popolari sicuramente più idonee alle serate del fischietto.
speriamo in un inquinamento musicale e luminoso limitato al massimo!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+3 # Ungiovanequalsiasi 2020-01-14 11:16
LA JOSA non è La Festa del Fischietto, è un sub-evento della Festa del Fischietto. Cose molto diverse, ed ha la finalità di dare un'alternativa all'aspetto canonico della festa che è quello folkloristico. Se vuoi la pizzica vai in Salento. Parli dell'inquinamen to acustico – e non musicale (va beh) – in una festa incentrata sul fischietto? Sei serio?
Senti a me, cambia il nickname che stai delirando seriamente.

P.s.: il problema principale della morte delle sagre e di qualsiasi festa popolare è la mancanza di svecchiamento. Bisogna evolversi cercando ovviamente di preservare lo spirito della tradizione. Evolversi significa aprirsi agli interessi che man mano cambiano nel tempo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+1 # JOSA_TE 2020-01-13 16:06
Bravi ragazzi, ridate vita a questo paese, abbiamo bisogno della vostra Josa.
Osate sempre più
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+7 # Checco 2020-01-13 12:27
Troppa concentrazione nell'ex convento S Domenico, si crea caos,confusione e difficoltà di ascolto. Le esperienze precedenti non hanno insegnato nulla.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna