Sab18012020

Last update04:59:31 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel nuovo

   banner odusia libreria  

 

 

 

 
banner cas dalba
    banner bella e naturale  
  banner-verna modif

 banner gio collection
    banner pagliarulo
   banner valentina boutique-corretto

 banner mediaphone

   banner overkids RUTIGLIANO
 
  banner tesori del forno

 banner fratelli settanni
 
  banner bistrot 06

   banner hakuna matata

banner-punto-luce2

   banner la coccinella
 
  banner la casa di carta cartolibr

banner madre-terra-nuovo

  corso-banner-fantasia 

  banner pronto ufficio
banner perniola 400px    banner-castiglione  
 banner dioguardi fotografia
 
banner la cicogna

   
Back Sei qui: Home Notizie Eventi La contaminazione come opportunità, mostra arti contaminate

La contaminazione come opportunità, mostra arti contaminate

Condividi

crossing-2


CROSSING-OVER ART. INAUGURATA MOSTRA DI ARTI CONTAMINATE.

LA CONTAMINAZIONE COME OPPORTUNITÀ

Sabato 12 gennaio il Museo Civico Archeologico Grazia e Pietro Didonna ha ospitato il Vernissage di Crossing-over Art, progetto espositivo che reca la firma dell’Associazione Culturale Contaminazioni d’Arte.

Lo scambio reciproco e il crossover linguistico è un elemento costante di tutta la cultura artistica contemporanea. Cosa accade quando lo sguardo di un pittore si posa sulle opere di uno scultore? Quali interrogativi pone, quali cortocircuiti produce tale incontro?

La mostra offre l’opportunità di assistere alla contaminazione tra differenti linguaggi artistici che dialogano in modo trasversale intrecciando i loro diversi codici. Obiettivi dell’esposizione sono da un lato quello di creare sinergie di linguaggi e dall’altro quello dialogare e condividere esperienze. All’interno crossing-2-1della mostra la contaminazione è sviluppata attraverso molteplici forme: gli artisti espositori interagiscono tra loro e a volte accolgono opere altrui nella propria. La molteplicità dei media regna quindi sovrana favorendo la fusione tra codici, stili e punti di vista differenti.

Introducono la serata il presidente dell’associazione culturale Contaminazioni d’Arte e la prof.ssa Mariarosaria Colamussi. Relatori d’eccezione del vernissage sono l’assessore alla cultura Giuseppe Rocco Poli e l’architetto Nico Lioce che seduce il pubblico indagando il rapporto tra arti visive e musica pop. L’architetto racconta questo connubio attraverso le copertine di dischi e cd firmate da grandi artisti, dimostrando che si può parlare d’arte in modo semplice ed accattivante.
Completano e allietano la serata dedicata alla contaminazione tra le arti, e quindi anche tra l’arte e la musica, gli interventi musicali dell’ensemble musicale Teo’ Musikè diretta dal maestro Fabio De Carne.

E’ possibile visitare la mostra dal 17 al 20 gennaio presso il Museo Civico Archeologico Grazia e Pietro Didonna.
Espongono gli artisti:
GRAZIA DIBATTISTA
GIUSEPPE TORELLO VITO PAPARAZZO
CARLO AZZELLA
MARIAROSARIA COLAMUSSI
FRANCESCO VALENZANO
CLARA MISCEO
ROCCO A. DE SARIO
CARLO DICILLO
GIUSEPPE LOMBARDO
ALESSIA DIDONNA
MICHELE TANSELLA
ANGELO SAMARELLI
PIPPO MORESCA

L’Associazione Culturale
Contaminazioni d’Arte

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna