Ven15122017

Last update10:53:01 AM


autolavaggio banner studio 
   
banner conad 2016 grafica guarnieri banner banner bernardino
 banner babbo natale shoppine 2017
banner tesori del forno  banner pagliarulo   banner la cicogna
banner cas dalba  banner la coccinella  banner giocollection
banner perniola alimenti  banner mertoli iaffaldano verna banner  nuovo
banner-castiglione  banner mediaphone  banner pascalone
Back Sei qui: Home Notizie Cultura Arte e sensi in “Artisti a Palazzo”, nuova esposizione presso Palazzo Settanni

Arte e sensi in “Artisti a Palazzo”, nuova esposizione presso Palazzo Settanni

Condividi

palazzo-artisti


Innovativo percorso all’insegna
della fruizione totale dell’arte


di Teresa Gallone

Continua e si rinnova l’attività di promozione artistico culturale del Mudias, ormai punto fermo nel panorama culturale rutiglianese. Inaugurata il 2 dicembre scorso e aperta al pubblico dal giorno successivo, la mostra “Artisti a Palazzo” promette un’esperienza totale di fruizione dell’arte.
L’esposizione va a completare cronologicamente la serie delle precedenti ed è stata concepita come punto di partenza di un percorso in continuo divenire, aperto verso le più disparate forme di espressione artistica.

Le opere in mostra sono eterogenee, gli artisti vanno oltre il concetto di pura contemplazione del manufatto e consentono al visitatore un appagamento totale dei sensi.
Trifone Altieri e Vito Santamaria coinvolgono vista, udito e tatto dello spettatore, uniscono sapientemente tradizione e sperimentazione. Nelle forme di terracotta di Trifone Altieri è evidente il guizzo creativo che lo porta a personalizzare le tradizionali forme dell’arte figula rutiglianese. Dal canto suo, Vito Santamaria ricicla materiali di uso comune, le antenne paraboliche. Attraverso il particolare uso della tecnica di colorazione, lo spettatore può quasi toccare con mano le tinte utilizzate e godere dell’eco che si origina all’interno del paraboloide. palazzo-artisti-1

Angela Gassi e Daniela Giglio stimolano tatto e vista dell’avventore. Pietra locale e pregiati tessuti compongono le opere di queste giovani artiste. All’interno del percorso espositivo è possibile godere della perizia e della dovizia dei particolari dei costumi per opera cuciti da Angela Gassi e della plasticità dinamica delle sculture di Daniela Giglio, particolarmente abile con i metalli e la pietra di Carovigno.

Colori e sapori si mescolano con Elena D’Attoma e Alberto Quaranta, l’una acquerellista di particolare finezza tecnica e l’altro artista del gusto e della tradizione. I volti delle cortigiane di Elena D’Attoma accolgono e ammaliano il visitatore, emergendo da sfondi dinamici e coloratissimi in pendant con le molteplici sfumature dei grani antichi proposti da Alberto Quaranta del Laboratorio Gastronomico Santamaria, esperto nella realizzazione dei taralli pugliesi.

La mostra sarà aperta al pubblico dal domenica 3 dicembre 2017 sino a domenica 21 gennaio 2018, il sabato pomeriggio dalle 17:30 alle 20:30 e la domenica mattina dalle 10:00 alle 12:30.



 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna