Gio18042019

Last update05:59:57 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  
banner madel nuovo                  banner fast2  



Per gli spazi di pubblicità elettorale e le interviste ai candidati sindaco in campo, contattare la redazione: redazione@rutiglianoonline.it

Back Sei qui: Home Notizie Cultura Report Gruppo lettura del 25.02.19, a cura dell’Aps Puntoeacapo

Report Gruppo lettura del 25.02.19, a cura dell’Aps Puntoeacapo

Condividi

puntoeacapo-8-3-2019


L’incontro dedicato ad Alessandro Baricco è stato sorprendente. I commenti si sono susseguiti senza filtro, spontaneità e ironia non sono mancate.
Abbiamo scoperto che “Seta” era già stato letto da molti dei presenti ma che la rilettura ne aveva permesso in alcuni casi la rivalutazione e in altri confermato il giudizio negativo.

C’è stato chi ne ha apprezzato il contesto storico e si è soffermato sulla microstoria della comunità e chi ha focalizzato l’attenzione sulla figura di Hèléne, moglie del protagonista, contrapponendola alla figura sensuale e misteriosa della giovane amante.
Se “Seta” sia un racconto lungo o un romanzo breve con esattezza non lo abbiamo scoperto, ma certamente è una storia in cui, secondo il parere di molti, trovano spazio molteplici sentimenti e contraddizioni.

La descrizione del protagonista che Baricco ci consegna è quella di un uomo che delega il proprio destino agli altri. A proposito di Hervé, si legge: “Era d’altronde uno di quegli uomini che amano assistere alla propria vita, ritenendo impropria qualsiasi ambizione a viverla”, ciononostante, Hervé è un uomo che per vivere fa un lavoro piuttosto insolito e avventuroso, infatti, viaggia per paesi sconosciuti e lontani per molti mesi l’anno per commercializzare bachi da seta.
La penna di Baricco sembra pervadere di noia la vita del protagonista per poi sostituirla gradualmente con il sentimento più ingombrante e profondo della nostalgia.

Di “Seta” è stato detto che “è la storia di tante solitudini”, ma anche che “è semplicemente la storia di un tradimento, pagine di prosa leggera, dove non si parla di amore ma solo di infatuazione”.
Ad alcuni, la scrittura è apparsa agile e capace di concedere al lettore ampio potere di immaginazione, ad altri, lo stile di Baricco è risultato troppo ricercato e artificioso.

Prossimo incontro: lunedì 8 aprile, ore 20.45 presso la Sala conferenze della Biblioteca comunale di Rutigliano. Ci confronteremo su “Le assaggiatrici” di Rosella Postorino, Feltrinelli editore.
Attività a cura di Puntoeacapo
Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Fb:@apspuntoeacapo

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna