Dom22072018

Last update01:28:56 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  
banner madel nuovo  fal banner 456x52  
Back Sei qui: Home Notizie Cultura Palazzo Settanni presenta “Convivio tra Arte e cibo”

Palazzo Settanni presenta “Convivio tra Arte e cibo”

Condividi

convicio-arte-cibo-mudias


Primo appuntamento: il grano nell’arte, nella cultura e nell’alimentazione mediterranea

di Teresa Gallone

In concomitanza non pianificata ma perfettamente azzeccata con la XXII edizione della Festa del Grano Buono di Rutigliano si apre la rassegna “Convivio tra Arte e Cibo” a Palazzo Settanni. Protagonista dell’appuntamento del 1 luglio scorso è proprio il grano, ponte fra arte, architettura, scienza e gastronomia.

Pensati per «creare  e aumentare la curiosità arricchendo la valenza delle opere collegandole alla vita quotidiana», le tappe della rassegna propongono un percorso multisensoriale e pluridisciplinare all’insegna dell’approfondimento di opere d’arte, territorio, enogastronomia locale e cultura dell’alimentazione mediterranea.

Al timone dello scorso appuntamento l’esperto Giovanni Borraccesi e le docenti Angela Santamaria e Anna Avelluto ( I.P.S.S.E.O.A di Polignano a Mare e Castellana Grotte) hanno fornito una visione multi prospettica dell’elemento grano nell’arte figurativa, nella letteratura e nella scienza dell’alimentazione. La cornice di Palazzo Settanni ben si presta a ospitare un simile percorso: è nota l’originaria professione dei membri della famiglia, mugnai dalla fine del XVIII secolo, ben specificata nello stemma con le sette spighe di grano.

E se l’oro color grano è ben presente nell’arte sacra di ogni secolo, oltre che negli stucchi e nelle vesti del Palazzo, il grano nella sua fisicità piena è il protagonista dell’opera analizzata in serata, “I mietitori” del fiammingo Pieter Bruegel il Vecchio, 1565.

La tavola fotografa con minuzia di dettagli la mietitura del grano in un paesaggio che mescola elementi nordici e ricordi mediterranei di un pittore che si forma in Italia durante la sua giovinezza. Si tratta di una raffigurazione che celebra l’esplosione della vita e al contempo ne rivela la caducità. Ciò risulta evidente dal sapiente gioco cromatico e dalle figure disposte, giovani e vecchi intenti nelle loro occupazioni semplici e concrete, in un tempo scandito dai ritmi della natura.

Questa e molte altre opere non sarebbero altro che la testimonianza della valenza della cultura alimentare mediterranea in cui il grano spicca per molteplici proprietà e benefici, illustrati a fine percorso ed testati direttamente dal pubblico nella seconda parte dell’appuntamento, la degustazione.
È la terrazza “Donna Giulia” a ospitare il momento finale degli appuntamenti, allestita per creare un’atmosfera conviviale e per condividere pietanze e vini locali, sapientemente selezionati dallo staff di Palazzo Settanni.

La rassegna “Convivio tra Arte e Cibo” continuerà il:
1)  29 luglio (Vincent Van Gogh, il Caffè di Notte)
2)  2 settembre (Vincent Van Gogh, i Mangiatori di Patate)
3)  30 settembre (Caravaggio, Canestra di Frutta)

Per prenotazioni e informazioni: 080/4761848 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna