Mer12122018

Last update02:01:53 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  
banner madel nuovo  banner grande frat sett  


banner my dill s
        banner fast2



banner babbo natale shoppine 2017

banner la coccinella  banner perniola alimenti  banner-madre terra corretto   
banner pagliarulo banner cas dalba  banner la cicogna  
 banner menelao  banner gio collection  banner bistrot 06  
 banner hakuna matata  verna banner  nuovo  banner fratelli settanni  
 banner l albero delle caramelle  banner fantasie del corso  banner-overkids-nuovo-  
banner mediaphone  banner-castiglione  banner valentina boutique-corretto  
Back Sei qui: Home Notizie Cultura La storia non esiste se non viene raccontata

La storia non esiste se non viene raccontata

Condividi

josefina-4 6 2018


Mercoledi 23 Maggio 2018 presso l'auditorium dell'IISS "Alpi - Montale" di Rutigliano sono intervenuti per parlare di guerra, ma anche di Ilaria Alpi, professionisti illustri come Giovanni Lafirenze (Responsabile del dipartimento ordigni bellici inesplosi dell'Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra), la sociologa dell'Universita di Bari Letizia Carrera e il noto Nino Fezza (Cine reporter- inviato di guerra Rai).

Gli esperti sono stati invitati dalle professoresse Tiziana Anna Piscitelli e Carla Onorato che col progetto UNESCO "Looking for man" cercano di arricchire le lezioni dei giovani alunni che frequentano questo istituto; con questo incontro si chiude un ciclo che quest'anno scolastico 2017-2018 ha visto affrontare grosse tematiche di grande spessore culturale e morale.josefina-4 6 2018-1

La dirigente Angela Borrelli, seguita da un intervento del prof. Varricchio (sempre docente della scuola), ha introdotto questa giornata dedicata alla cultura e al rispetto dei diritti umani, caratterizzata dagli interventi e dalle numerose domande degli alunni.

Il video presentato dal reporter Nino Fezza che illustrava la guerra vista dagli occhi dei bambini è stato molto toccante: sono stati menzionati tanti giornalisti che hanno dato la vita per far giungere a noi notizie che avrebbero cambiato il mondo ma soprattutto messo a conoscenza di fatti tremendi tutti.

Del resto, come dice Fezza: "LA STORIA NON ESISTE SE NON VIENE RACCONTATA".

Attendiamo l'inzio del nuovo anno scolastico col quale ci auguriamo che le nostre professoresse ci possano ancora indicare tanti temi e riflessioni per illuminare il percorso di studi dei ragazzi ma anche per costituire utili spunti di dibattito per tutta la cittadinanza.

Una scuola, insomma, che cerca di promuovere la cultura e il sapere non solo attraverso i libri ma portando la vita reale, con tutti i suoi problemi e anche le sue speranze, tra i banchi.

La cultura va infatti ricercata e creata, come ribadito dalle docenti che con questo appuntamento chiudono gli incontri sui diritti umani legati al prestigioso progetto UNESCO.

Josefina Ruospo Correa

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna