Lun22102018

Last update05:02:32 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  
banner madel nuovo  banner bernardino  
bannerino borracci     
Back Sei qui: Home Notizie Cultura Viaggio in Italia attraverso storia, arte e natura

Viaggio in Italia attraverso storia, arte e natura

Condividi

mostra-lute-museo


Si apre la XVIII edizione del
Concorso di Creatività della LUTE

di Teresa Gallone

Il Museo Archelogico apre le porte alla fantasia e all’abilità dei corsisti della LUTE di Rutigliano, impegnati nella XVIII edizione del Concorso di Creatività inaugurato il 4 maggio scorso.
Anche quest’anno il concorso vede coinvolti i partecipanti a tutti i corsi di studio assieme ad artisti esterni e a corsisti delle altre Università pugliesi e non.

È Giovanna Fralonardo, presidente nazionale della Federuni, a parlare con orgoglio di «ponte artistico creativo» che abbatte le barriere fisiche e d’età per creare una rete attiva con «la Puglia al centro dell’Italia». Concordi nell’affermare la fruibilità e la pratica democratica dell’arte tutta anche la presidente Marisa Damato, il vice presidente Gianni Capotorto e l’assessore Graziana Tagarelli.

Tema scelto per le opere in concorso, il viaggio in Italia attraverso natura e cultura si fonde con le personali percezioni degli artisti in gara, dando vita a particolari creazioni a metà fra realtà e fantasia, riflessione ed esperienza.
Arricchisce e approfondisce la tematica del viaggio attraverso la penisola la docente Alessandra De Salvia con un interessante intervento su Bona Sforza (1494-1557), regina consorte di Polonia, Baronessa di Bari e amministratrice del Feudo di Rutigliano.

La docente rivela di aver improntato il suo corso sul tema del viaggio in Italia attraverso le esperienze e le figure più eminenti delle famiglie nobiliari italiane nel corso dei secoli.
Grazie all’eccellente formazione culturale e alla spiccata propensione verso il mecenatismo, l’affascinante regina di Polonia ha contribuito a creare un ponte artistico culturale con l’Italia come centro nevralgico. Notissimi anche i suoi viaggi per la penisola e attraverso l’Europa con un enorme seguito di artisti, poeti e uomini di cultura.

Stando agli ultimi ritrovamenti documentari, Bona Sforza avrebbe personalmente tenuto una corrispondenza con il feudo rutiglianese di cui era amministratrice. Dalle lettere si desume la benevolenza espressa dalla Sforza verso i rutiglianesi, con la concessione di benefici importanti e in vigore sino al 1805. Due concittadini addirittura avrebbero intrapreso un viaggio verso la corte di Polonia per omaggiare la regina, esattamente il 15 maggio del 1543.

La chiusura del concorso e la premiazione dei vincitori delle varie categorie si terranno l’11 maggio prossimo, l’esposizione invece rimarrà aperta al pubblico sino al 13 maggio.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna