Dom23012022

Last update10:27:22 AM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner2 nuovo madel

  banner giardini 900 2  

 

banner verna rifatto 

                banner-meraviglie-pulito-studio2

 

Back Sei qui: Home Notizie Cronaca Sequestrate a un esercizio commerciale centinaia di mascherine FFP2 non conformi

Sequestrate a un esercizio commerciale centinaia di mascherine FFP2 non conformi

Condividi

mascherine-non-conformi

 

COMUNICATO STAMPA
Monopoli (BA), 14 maggio 2021

GUARDIA DI FINANZA BARI: SEQUESTRO DI CENTINAIA DI MASCHERINE FFP2 NON CONFORMI PRESSO UN ESERCIZIO COMMERCIALE CHE IMPIEGAVA LAVORATORI CLANDESTINI IN NERO

I Finanzieri della Compagnia di Monopoli, nell’ambito della costante attività di vigilanza volta a garantire la conformità dei dispositivi anticovid19 alle norme vigenti in materia, hanno sottoposto a sequestro n. 670 mascherine FFP2 che non soddisfacevano i requisiti imposti dalla legge presso un esercizio commerciale che impiegava, inoltre, lavoratori clandestini in nero.

mascherine-non-conformi-1I dispositivi di protezione individuale oggetto di sequestro recavano una marcatura CE non conforme in quanto apposta indebitamente, senza che tali dispositivi avessero ottenuto una certificazione di conformità da parte degli organismi competenti. Tra i prodotti sequestrati anche termometri e saturimetri sprovvisti delle indicazioni minime in lingua italiana previste dal Codice del Consumo al fine di garantire l’informazione sulle caratteristiche della merce acquistata.

L’attività ispettiva, che ha riguardato anche la verifica della regolarità della posizione lavorativa dei soggetti impiegati nell’esercizio commerciale, ha permesso di rinvenire la presenza di due lavoratori di nazionalità cinese, intenti alla vendita al momento dell’accesso, risultati soggiornare clandestinamente nel territorio italiano. Costoro sono stati deferiti alla competente Procura della Repubblica, a seguito di fotosegnalazione ed accompagnamento presso la Questura di Bari.

Per il datore di lavoro nonché titolare dell’esercizio commerciale è scattata, invece, la denuncia, oltre che per il reato di frode in commercio per la vendita di prodotti con caratteristiche non conformi alle normative, anche per aver favorito la permanenza in Italia dei due clandestini ed averli impiegati come lavoratori in nero. Un intervento trasversale, quello delle Fiamme Gialle baresi, volto alla sottrazione al commercio di prodotti che avrebbero compromesso la salute dei cittadini ed al contrasto ai fenomeni di impiego di lavoratori in nero e illegalmente presenti sul territorio nazionale.

Guardia di Finanza
Comando Provinciale Bari

 

Commenti  

 
+4 #1 Checco 2021-05-14 19:05
Si però ,a tutela della salute pubblica, dovrebbero rivelare il nome e l'ubicazione di questo negozio in modo che chi ha acquistato le mascherine da tale esercizio eviti di usarle .
Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna