Dom08122019

Last update12:24:09 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel nuovo

   banner odusia libreria  

banner sagra pettola
 
     
            banner comune natale 2019



banner babbo natale shoppine 2017

 
banner cas dalba
    banner bella e naturale  
  banner-verna modif

 banner gio collection
    banner pagliarulo
   banner valentina boutique-corretto

 banner mediaphone

   banner overkids RUTIGLIANO
 
  banner tesori del forno

 banner fratelli settanni
 
  banner bistrot 06

   banner hakuna matata

banner-punto-luce2

   banner la coccinella
 
  banner la casa di carta cartolibr

banner madre-terra-nuovo

  banner dioguardi fotografia

  banner pronto ufficio
banner perniola 400px   banner-castiglione
  banner la cicogna
 
Back Sei qui: Home Notizie Cronaca Palacultura, stamattina vetrata ancora aperta e col maniglione ancora rotto

Palacultura, stamattina vetrata ancora aperta e col maniglione ancora rotto

Condividi

porta-aperta-ancora-palacultura


Le foto qui sotto pubblicate sono state scattate stamattina alle 9:30. Come si vede, la vetrata è ancora aperta, il maniglione antipanico ancora rotto. Alle spalle della struttura un pannello della rete del cantiere è completamente a terra, un varco attraverso cui chiunque può infilarsi, entrare dalla porta principale aperta e fare quello che vuole.

Qualche giorno fa alcuni cittadini ci hanno segnalato di aver visto ragazzini sui terrazzi del palacultura. Insomma, una situazione di potenziale pericolo per i ragazzi che si infilano nella struttura e salgono addirittura sul terrazzo, senza contare il rischio dei vandali. Rutiglianoonline ha già denunciato questa situazione in un servizio video pubblicato a ottobre scorso (qui).

Dal punto di vista tecnico-amministrativo e legale qual è la situazione del palacultura al momento?
L’ufficio tecnico ci ha riferito, qualche tempo fa, che la ditta appaltatrice ha ritirato le sue cose ed è uscita dal cantiere; il cantiere, quindi, dovrebbe essere a disposizione del comune, così come, eventuali responsabilità, dovrebbero ricadere direttamente sul comune. Dal punto di vista legale, procede il contenzioso civile tra la ditta ex appaltatrice, la Edilmar, e lo stesso comune.

Il 27 settembre scorso si è tenuta la prima udienza del ricorso promosso dalla Edilmar per risarcimento danni, a causa della lunga sospensione dei lavori del 2017-2018, e contro la risoluzione contrattuale operata dall'amministrazione comunale l’anno scorso. E’ stata una udienza di comparizione della parti, nella quale il giudice ha disposto un termine entro cui le stesse parti possono presentare delle memorie ed ha rinviato la discussione ad un’altra udienza, fissata per l’11 marzo 2020.

C’è da dire che, agli inizi di settembre, nell’ambito di quel processo, il legale del comune ha presentato una domanda riconvenzionale con la quale ha chiesto al giudice di rigettare le tesi della controparte e accertare tutti gli addebiti mossi alla ditta sin dall’inizio, riconoscendo, allo stesso comune, il risarcimento dei danni.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna