Lun06072020

Last update11:45:29 AM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner2 nuovo madel

  banner giardini 900 2  

 

 

banner verna rifatto     
Back Sei qui: Home Notizie Attualità Rifiuti ARO BA7. TEKRA si aggiudica definitivamente la gara d’appalto

Rifiuti ARO BA7. TEKRA si aggiudica definitivamente la gara d’appalto

Condividi

tekra-aggiudicazione-gara


E’ stata pubblicata oggi la determina di aggiudicazione definitiva della gara d’appalto per la gestione unitaria della raccolta dei rifiuti e dell’igiene urbana nei sei comuni dell’ARO BA7. La TEKRA S.r.l., società con sede legale ad Angri, provincia di Salerno, dal capitale sociale di 250mila euro, gestirà la raccolta dei rifiuti nei comuni di Noicattaro, Cellamare, Rutigliano, Triggiano, Capurso e Valenzano per nove anni e un importo annuale complessivo di 12.988.000 euro.

Dopo l’aggiudicazione provvisoria, avvenuta il 22 febbraio scorso, la commissione è passata alla verifica “dei requisiti dichiarati in sede di gara”, verifica che è risultata “positiva” e, per questo, il responsabile del servizio, dott. Oscar Rubino, ha dichiarato “definitiva ed efficace (...) l’intervenuta aggiudicazione dell’appalto in favore della ditta TEK.R.A. S.r.l.”.

Con l’aggiudicazione definitiva si è chiusa la procedura di gara, durata un anno, ma non si è chiusa la vicenda. Pendono sulla conclusione di questa gara un ricorso al TAR presentato il 24 marzo scorso dalla ER.CAV. S.r.l. contro l’esclusione dalla stessa gara del RTI (raggruppamento temporaneo di imprese) che la vedeva insieme alla Camassambiente S.p.A. e alla Catucci S.r.l.,  e una diffida del RTI secondo classificato composto da “Ditta Ecotecnica S.r.l.” e “Igeco Costruzioni S.p.a.”, diffida -dell’11 aprile scorso- alla quale la commissione non ha dato corso per le sue ragioni.

E’ prevedibile, dunque, che dalle due seconde classificate arrivi un altro ricorso; la conclusione della diffida, infatti, non lascia presagire diversamente: “(...) significando fin da adesso che in difetto, per la miglior tutela dei propri diritti e interessi legittimi, si vedranno costrette ad adire tutte le Magistrature e Autorità competenti, ivi incluse ANAC, Agenzia territoriale della Regione Puglia per il Servizio Rifiuti e Corte dei Conti...”.

I ricorsi al TAR, quindi, alla fine saranno due. E’ probabile che i due ricorsi chiedano ai giudici la sospensione degli atti in via cautelare e non sappiamo se questo avverrà e quando avverrà. Nel frattempo la determina prima citata dà atto che, dopo l’aggiudicazione definitiva, la TEK.R.A. “dovrà presentarsi, con tutta la documentazione che sarà richiesta dalla Stazione Appaltante ed entro il termine che sarà comunicato con congruo anticipo, alla stipula del relativo ‘Contratto Principale d’Appalto’ che riguarderà, inizialmente, solo i Comuni in proroga e segnatamente Capurso, Noicàttaro e Valenzano”.

I comuni di Triggiano, Cellamare e Rutigliano porteranno a termine le gestioni attuali, così come indicato già nel Piano industriale, rispettivamente fino al 2019, 2018 e 2020.


Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna