Mer08122021

Last update06:02:23 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner2 nuovo madel

  banner giardini 900 2  

 

banner verna rifatto 

                banner-meraviglie-pulito-studio2

 banner-compra-natale-2021

banner bella e naturale
banner angel-devils 2020
banner overkids 2021

banner glam 3


banner fantasie del corso
 banner gio collection2
banner mya store
 banner odusia libreria
 banner la cocinella 2021

 banner pagliarulo 2021
 banner caseificio dalba  banner mediaphone 2021
     
Back Sei qui: Home Notizie Attualità I ragazzi del Centro Messeni-Localzo piantumano due abeti della speranza

I ragazzi del Centro Messeni-Localzo piantumano due abeti della speranza

Condividi

abete-istituto-messeni

 

Un evento eccezionale giovedì scorso all’Istituto Messeni-Localzo: la piantumazione di due abeti normandiani di vent’anni, alberi di dimensioni modeste ma che hanno una vita secolare, ci ha spiegato Pasquale Manelli, titolare del vivaio da cui sono stati presi e che ha materialmente organizzato ed eseguito la piantumazione.

Siamo in clima natalizio e la scelta dell’essenza arborea non poteva che cadere sull’abete, appunto, albero di Natale per eccellenza, un'evento che ha visto la collaborazione della Protezione civile “Ali Verdi”.

«Questa iniziativa è partita da un’idea: accendere una luce di speranza sul Centro Messeni-Localzo, piantare un albero, l’abete di Natale, che rappresenta la vita, la storia» ci ha detto la dott.ssa Laura Altieri, funzionario amministrativo del Messeni-Localzo. «Con Gennaro Fierile, che è stato un alunno del Messeni, ha frequentato tanti anni e che adesso fa parte della Protezione civile Ali Verdi, ci è venuta questa idea -ha aggiunto la Altieri- e lui si è fatto promotore di donare, come protezione civile, questi due abeti che oggi sono stati piantati nelle aiuole qui davanti. Una operazione a cui i ragazzi stanno assistendo e collaborando». «Abbiamo anche dato un nome agli alberi -ci ha detto ancora Laura Altieri- uno si chiama Nicolas perché domani e San Nicola, l’altro Luce oppure Lucia, perché festeggeremo Santa Lucia il 13 dicembre».

Una bella iniziativa, non solo segno di speranza, ma anche della spiccata sensibilità verso l’ambiente e la natura dei ragazzi videolesi del Centro diurno. «Certo, certo, loro fanno diverse attività qui e abbiamo voluto, grazie anche all’idea di Laura, piantare questi alberi come segno natalizio» ha detto Rossana Pugliese, coordinatrice del Centro diurno. «Il centro al momento funziona -ci ha spiegato la coordinatrice- ma ben presto verrà interrotto perché, come al solito, finiscono i finanziamenti e dobbiamo attendere altri stanziamenti. Il desiderio è quello che il centro non si interrompa, che sia attivo in continuo perché per molti ragazzi essere a casa significa stare da soli a non far nulla. Invece qui loro fanno attività di laboratorio di argilla, di intreccio, impagliatura, cultura generale, autonomia personale, quindi sono più attivi».

Il centro, purtroppo, chiude il 20 dicembre dopodiché si aspetterà che la Provincia stanzi nuovi fondi. La speranza, appunto, è quella di dare continuità a questo servizio, fondamentale per i ragazzi e le ragazze del centro, un servizio che li impegna in importanti attività creative, culturali e di socializzazione.

Commenti  

 
+1 #2 cittadino stanco 2013-12-09 14:43
complimenti.... questi gesti è l'ennesimo che dimostra quanto cuore c'è in voi....BRAVI
 
 
+3 #1 Graziella Redavid 2013-12-08 19:31
che bellissimo gesto siete bravissimi
 

commenti temporaneamente sospesi