Lun05122022

Last update03:59:21 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel 2022

   

 

Back Sei qui: Home Notizie Attualità CICLO DEI RIFIUTI ED ECOMAFIA IN PUGLIA

CICLO DEI RIFIUTI ED ECOMAFIA IN PUGLIA

Condividi
















Associazione di Volontariato ATTIVA LIZZANO Onlus
Via Canova 9, 74020 Lizzano (TA)
Cod. Fisc.: 90195920732
Iscritta Nel Registro Regionale Delle Organizzazioni Di Volontariato al N° 1574 con Provvedimento N° 907 del 03/08/2012
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Attiva Lizzano Tel: 3283061451
Sito Web: www.cittadinanzaattivalizzano.blogspot.com fax: 02700518819 Pagina 1

Comunicato stampa AttivaLizzano – Incontro a Lizzano

In questi giorni è stata presentata ufficialmente a Bari, alla presenza delle massime autorità regionali e nazionali, la relazione parlamentare d’inchiesta sui rapporti tra criminalità e gestione del ciclo dei rifiuti in Puglia. La relazione rappresenta la fase conclusiva del lavoro della Commissione Parlamentare che per due anni ha analizzato in dettaglio i traffici illeciti dei rifiuti in Puglia. L’associazione di volontariato AttivaLizzano, che in passato aveva seguito i lavori, ottenendo anche un’udienza con la stessa Commissione, ha partecipato con una propria rappresentanza alla presentazione ufficiale della relazione.

Contestualmente AttivaLizzano ha invitato presso la propria sede i comitati, le associazioni e una rappresentanza di cittadini interessati dei comuni di Fragagnano, San Marzano, Grottaglie, Monteparano, Maruggio, Taranto, Carosino, Faggiano. I partecipanti preso atto dei contenuti della relazione e dell’andamento della presentazione ufficiale hanno convenuto sull’importanza della relazione parlamentare quale tappa di estremo rilievo nel percorso condiviso di tutela della salute collettiva e di difesa del nostro territorio quale bene comune. In questa relazione viene, infatti, recepita la drammaticità della situazione inerente l’intero processo di gestione dei rifiuti così come era stata sempre denunciata dalle associazioni e dai comitati territoriali. La relazione descrive una situazione catastrofica e delinea un sistema da mettere totalmente in discussione perché lascia ampio margine ad infiltrazioni criminali e mette in serio pericolo la salute dei cittadini, la salvaguardia del territorio e la stessa qualità della vita.

L’incontro a Lizzano si è concluso con l’accordo di proseguire in un'azione comune con cui puntare ad ottenere il massimo coinvolgimento delle popolazioni attraverso la sensibilizzazione su quanto evidenziato dalla relazione stessa e, allo stesso tempo, sollecitando le istituzioni ed amministrazioni locali a prendere tutti i provvedimenti possibili in presenza di situazioni così dannose per la salute dei cittadini e per il territorio per porre fine allo scempio e quantificare l'entità dei danni provocati da quasi quarant'anni di politica ambientale a dir poco dissennata.

Lizzano, 29/10/2012

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna