Gio18082022

Last update03:13:59 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel 2022

   

 

Back Sei qui: Home Notizie Attualità SVEGLIA AL GHIACCIO STAMATTINA, DIFFICOLTA’ ALL’ “A. MORO”

SVEGLIA AL GHIACCIO STAMATTINA, DIFFICOLTA’ ALL’ “A. MORO”

Condividi























La nevicata e la pioggia ieri, il ghiaccio stamattina. I marciapiedi in modo particolare, ma anche le piazze, i parcheggi, soprattutto le aree e le zone all’ombra stamattina erano alquanto impraticabili a causa della neve ghiacciata. La temperatura all’alba ha toccato fino a meno tre gradi sotto zero. Bisognava stare attenti a camminare, ma c’è chi è scivolato cadendo senza gravi conseguenze, e chi è dovuto ricorrere alle cure e agli accertamenti del pronto soccorso. Non si segnalano, comunque e per fortuna, casi di cadute particolarmente rovinose.

Abbiamo voluto capire, stamattina, qual era la situazione all’ora di apertura delle scuole, se ci sono state difficoltà o particolari problemi. Cominciamo dalle scuole che di problemi non ne hanno avuti. Alla “Settanni” e al Liceo scientifico non se ne sono segnalati, alunni e docenti sono entrati tranquillamente. Alla “Manzoni” qualche problema c’è stato. Alla centrale c’era ghiaccio ai lati del piazzale d’ingresso e su alcuni scivoli all’ombra, un’insegnate è caduta senza gravi conseguenze. La stessa cosa è successa alla succursale di via F. Giampaolo dove un’altra insegnante, uscendo dall’auto, si è ritrovata a terra; anche qui senza particolari conseguenze. Alle materne “Giovanni Paolo II” e “Rodari” non c’è stato nessun problema se si esclude la strada esterna ghiacciata come in tutto il paese, ma le rampe e gli scivoli di ingresso si sono presentati del tutto praticabili dopo una pulizia dal ghiaccio ("Rodari").

Due sono stati gli istituti scolastici che qualche problema lo hanno avuto, l’ITC e la “A. Moro”. Il parcheggio laterale esterno dell’ITC stamattina era una pista di pattinaggio, chi vi si è avventurato non riusciva a tenere l’auto, a piedi era del tutto impraticabile. La maggior parte dei docenti ha preferito parcheggiare l’auto sulla strada. Anche al cancello di ingresso si sono avute delle difficoltà, qui il ghiaccio era particolarmente presente e il rischio di scivolare era grande. I dirigenti a un certo punto hanno pensato di chiedere al comune di intervenire con lo spargimento di un po’ di sale per scioglierlo anche perché si aspettava -in mattinata- l’arrivo di un pullman di ragazzi delle media di Mola di Bari per l’orientamento scolastico. Per fortuna, poi, il pullman da Mola non si è mosso, anche lì a causa del ghiaccio, e il problema si è attenuato.

La scuola elementare e materna “A. Moro” è stata quella più colpita dal ghiaccio, scivoli e ingressi sono stati trovati al limite della praticabilità. I collaboratori scolastici all’apertura hanno cercato di liberare dal ghiaccio le rampe e i piazzali dapprima versando acqua fredda (che si è rivelata inutile perché ghiacciava all’istante), poi con acqua calda, che è riuscita a sciogliere il ghiaccio perlomeno da alcune rampe più scivolose. Nonostante questi interventi di fortuna (la scuola ha usato tutti i mezzi che aveva a disposizione) l’ingresso della materna da via Dante è quello che ha dato più problemi. La rampa -piuttosto lunga e in pendenza- era molto scivolosa. Dobbiamo dire che abbiamo avuto difficoltà anche noi a percorrerla stamattina alle 9:00, soprattutto a scendere.

C’è stato un momento di protesta di un gruppo di mamme nei confronti della dirigente scolastica accusata di non aver chiuso i cancelli per evitare che i bambini percorressero quella rampa. Il dirigente, ovviamente, non ha il potere di chiudere la scuola e ha fatto quello che ha potuto. Anche qui hanno pensato al sale, che ovviamente non avevano e che nessuno ha a Rutigliano. E’ stato interpellato il comune su un qualche intervento, ha mandato una pattuglia di vigili urbani i quali hanno constatato che la situazione, a quell’ora, era del tutto gestibile. Bene ha fatto la dirigente a chiudere alcuni ingressi della elementare, il terzo cancello in modo particolare è stato tenuto ben chiuso perché la lunga rampa che porta alcune classi in un’ala dell’edificio era completamente ghiacciata e lo è stata per tutta la mattinate a causa dell’ombra dei pini.

Insomma, quello che si è percepito dall’umore diffuso tra genitori e operatori delle scuole è che una ordinanza di chiusura per stamattina poteva anche starci. Il ghiaccio c’era, diffuso in tutto il paese, la percorribilità pedonale dei marciapiedi era difficoltosa, il rischio di cadere era alto. Gran parte della popolazione scolastica si reca a scuola a piedi e per fortuna, tranne piccoli focolai di “crisi”, non è successo nulla di grave.



Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna