Dom14082022

Last update06:09:42 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel 2022

   

 

Back Sei qui: Home Notizie Attualità PRESTIGIOSO RICONOSCIMENTO AL MAR. GIUSEPPE PROCOPIO

PRESTIGIOSO RICONOSCIMENTO AL MAR. GIUSEPPE PROCOPIO

Condividi

Un encomio a chi da anni si prodiga quotidianamente per tutelare la sicurezza dei cittadini di Rutigliano. Presso il Comando Legione Carabinieri Puglia di Bari, il maresciallo Giuseppe Procopio, comandante della locale stazione dei Carabinieri, ha ricevuto l’importante riconoscimento dal Comandante della Legione Carabinieri Puglia, Generale di Birigata Aldo Visone “per la concreta ed incisiva azione di comando evidenziata, che ha esaltato lo spirito di corpo del reparto, consentendo il raggiungimento di lodevoli risultati nell’attività di contrasto alle diffuse forme di criminalità locale, con un positivo ritorno di immagine per l’Istituzione”, ha detto in quell’occasione il generale.

«A 18 km da Bari -esordisce il maresciallo Procopio- la cittadina di Rutigliano, da tranquillo borgo agricolo, si sta trasformando pian piano in un centro multietnico, con sviluppi nell’industria e nel terziario. Di qui una serie di problemi di vario genere che, mediante l’azione di prevenzione a mezzo di servizi istituzionali, vengono risolti anche con l’apporto della collettività».

Cinquantuno anni e laurea in Scienze dell’Amministrazione, il maresciallo Procopio ci dice ancora che dai dati del 2010 in suo possesso «rispetto alle attività criminali emergono in primo piano i reati predatori (rapine, scippi e furti), l’estorsione , la detenzione e spaccio di droga, l’usura, la violenza sessuale, lo stalking e i reati ambientali».

«Per quanto riguarda l’attività di prevenzione e contrasto dei reati -continua- una cinquantina sono gli arresti (per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, per furto in abitazioni e in esercizi commerciali, per furto di auto/moto e per scippo). Numerose le persone segnalate a piede libero e continui i controlli stradali, specie per prevenire le stragi del sabato sera».

«Dal 23 marzo 1996 sono a Rutigliano -conclude il comandante- un paese che amo come la mia città di origine, Molfetta, in cui intendo rafforzare ancor più il mio impegno. Prevedo di incrementare i servizi perlustrativi nelle campagne rutiglianesi per la tutela dei beni archeologici e artistici e per il contrasto dei numerosi furti durante il periodo della campagna dell’uva».

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna