Dom14082022

Last update06:09:42 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel 2022

   

 

Back Sei qui: Home Notizie Attualità IL SOLE O LA TERRA? LA SCELTA E’ “SEMPLICE”

IL SOLE O LA TERRA? LA SCELTA E’ “SEMPLICE”

Condividi


Le scelte effettuate nel nostro passato delineano il nostro futuro; il presente è il luogo dove accogliere e realizzare il futuro. Con semplicità. Il web, la tecnologia, il design, l’architettura, sono “luoghi” dove quotidianamente si concentra il concetto di sostenibilità. La competizione su cui oggi, tutti noi ci misuriamo, è tradurre questo processo nell’accezione di “semplicità”.
Semplice, per Altereco, significa vantaggioso, concreto ed economico. E’ la tendenza all’equilibrio tra il soddisfacimento delle esigenze presenti e la tutela delle risorse future.

Così come è nel diritto di tutti beneficiare dell’acqua pubblica a “Costo Zero”, anche l’energia è un diritto ed il suo accesso è tangibilmente già adesso a “Costo Zero”. Chiunque, oggi, ha la possibilità di installare un impianto fotovoltaico sul proprio tetto di casa, dell’azienda, o sul terreno agricolo e beneficiare del risparmio energetico.

La procedura è snella, il suo utilizzo è vantaggioso, e il profitto è concreto; esso risponde ad un processo democratico di diritto all’energia e soprattutto è remunerativo per chi decida di installarne uno. Cosa ancor più importante è che l’intero costo dell’impianto gode dell’incentivo Statale, (tramite il GSE e il Ministero dell’Economia e Attività Produttive D.M. 6/08/2010).
Come studio associato Altereco - Bioarchitettura ed Energie rinnovabili - lavoriamo da anni sul nostro territorio, nella riqualificazione energetica civile ed industriale.

Per scelta sociale, oltre che per passione personale, il nostro impegno ci porta a relazionarci quotidianamente con la salvaguardia del patrimonio paesaggistico. Altereco preferisce vedere il patrimonio rurale abitato da uliveti secolari, campi di grano che risplendono al sole di Puglia e pascoli rocciosi straripanti di colori nelle lame piuttosto che una smodata distesa di pannelli fotovoltaici.

Nell’ultimo anno, il territorio intorno a Rutigliano sta vivendo un fenomeno di riconversione dell’area rurale con una proliferazione di parchi fotovoltaici al posto delle locali coltivazioni. Qual è il punto di equilibrio tra economia e sostenibilità? E’ ancora la “semplicità”.
Crediamo che tutti si debbano sentire responsabili nel lasciare un’impronta ecologica e siamo convinti che le energie rinnovabili abbiano un ruolo importante nello sviluppo sostenibile. In Altereco lavoriamo su soluzioni meno impattanti, come impianti installati sui capannoni anziché sui campi o con vele a girasole che danno comunque la possibilità alla terra di poter “respirare” e al contempo di essere coltivata.

Pensiamo che la terra non vada sottratta all’agricoltura, al contrario crediamo nel futuro delle risorse agricole. Guardiamo ai commercianti dei nostri prodotti locali come ai nuovi manager territoriali. Le risorse rutiglianesi sono una grande forza che va sorretta e motivata. Abbiamo constatato la saggezza di numerosi agricoltori rutiglianesi, i quali hanno compreso l’importanza della “ruralità” preferendola alla smodata industrializzazione della campagna.

Con il nostro supporto quelle persone oggi riescono a gestire le loro risorse in modo ottimizzato, preservando le colture, continuando a trarre guadagno dai raccolti oltre che dalla vendita di energia, ovviando così, alla cessione in comodato dei loro terreni a prezzi irrisori a grosse società del fotovoltaico (spesso estere) che non hanno interesse a reinvestire localmente. Altereco supporta i rutiglianesi nel management delle risorse energetiche, permettendo agli ingenti capitali ricavati dalla vendita di energia di restare a disposizione dell’investitore, incentivando così eventuali reinvestimenti sul nostro territorio.

Dal 30 dicembre 2010 la normativa è stata migliorata dal Regolamento Regionale n.24, (che idealmente anticipa il nuovo Piano Paesaggistico Territoriale e Rurale (PPTR) http://paesaggio.regione.puglia.it/.
Con questo regolamento viene ristabilito un equilibrio tra il territorio e l’installazione di impianti da fonti rinnovabili. Si allarga in tal modo la responsabilità di noi cittadini a contribuire alla protezione del nostro territorio, come ricordato anche dall’articolo 9 della Costituzione Italiana che tutela il paesaggio.

Utilizzare il vantaggio offerto dal fotovoltaico (il è Sole gratis) è una possibilità sicuramente allettante. Usiamola quindi con criterio e razionalità assicurandoci che tale risorsa sia sostenibile e innanzitutto locale.
La responsabilità dei tecnici di Altereco, attraverso il concetto di sostenibilità, è rendere i criteri di esecuzione dell’opera più semplici e quanto più compatibili con il territorio.

Le idee di bioarchitettura e sostenibilità di Altereco ridonano linfa ad una integrazione tra l’azione dell’uomo e quella della natura, senza compromettere l’ambiente. La sobrietà fa vivere meglio e rende di più. E’ semplice.

Altereco - Comunicazione Sostenibile
www.altereco.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna